"Mom": a Bologna 3 mamme a caccia di locali family-friendly

Agathe Gillet, Anna Mori e Laurell Boyers sono le mamme residenti nel capoluogo emiliano che hanno dato vita al progetto “Mom”, grazie al quale le tre donne intendono individuare  e “certificare” le attività e i locali pubblici family-friendly, ovvero quelli che consentono a tutti i membri della famiglia di trascorrere con serenità il proprio tempo libero. Vediamo nel dettaglio come si è sviluppato e in che maniera si svolge l’attività di queste tre dinamiche mamme che vanno quotidianamente a caccia di locali a misura di bambino.

L’idea del progetto “Mom”, da cui è nato successivamente un sito web dedicato, risale all'incirca all'anno scorso, quando Agathe, Anna e Laurell tra una chiacchiera e l’altra compresero che  condividevano il medesimo disagio: ovvero quello relativo alle uscite con i propri figli. Le donne giunsero alla conclusione che la maggior parte dei locali bolognesi (il problema in realtà riguarda tutta la Penisola) non erano in grado di accogliere in maniera adeguata le famiglie con bambini.

Da qui l’iniziativa di andare alla ricerca delle attività e dei locali pubblici family-friendly: nel giro di un anno, per loro stessa ammissione, le tre donne hanno rilasciato appena venti bollini blu ai locali del capoluogo emiliano, certificandone l’idoneità ad accogliere i bambini.  

Ma su quali criteri si basano le valutazioni di queste mamme?

Le tre donne hanno spiegato che si recano personalmente presso le strutture (alberghi, ristoranti, bar, pub, ecc.) su cui dovranno esprimere un parere, tenendo conto delle dotazioni del locale e della disponibilità del personale e dei principali. Inoltre le mamme “del bollino blu” portano con sé anche 4 aiutanti speciali, ovvero dei bambini che mettano alla prova l’ambiente e gli spazi del locale preso in esame.  

I tre livelli di family friendliness

Una eventuale promozione del locale valutato, prevede la successiva assegnazione del bollino blu e del relativo livello di family friendliness:

  • Mom 1:  indica che il locale offre alle famiglie un’accoglienza base (fasciatoi, seggioloni, giochi, ecc.);
  • Mom 2: indica che il locale è dotato di menu-baby, di uno spazio dedicato ai giochi dei bambini e che in esso sono assenti oggetti e accessori pericolosi;
  • Mom 3: indica che il locale è dotato di un apposito spazio bimbi dove è possibile svolgere tutta una serie di attività ricreative. 

Lascia un commento