Neonata abbandonata a Trieste: ritrovata la madre

neonata abbandonata

Non abbiamo fatto in tempo a pregare per lei che i media dopo qualche ora ci hanno aggiornato che purtroppo non ce l'aveva fatta.

La neonata abbandonata non c'è più

Stiamo parlando della neonata abbandonata ieri pomeriggio a Trieste in un giardinetto. Purtroppo in serata è arrivata la notizia agghiacciante della sua morte. Un triste epilogo per una bambina che seppur per poche ore, aveva ricevuto il dono più bello, la vita.

La mamma avrebbe abbandonato la figlia per paura

A trovare la piccola è stata una donna che era in giro con i suoi cani. Immediatamente ha fatto scattare l'allarme e la piccola è stata affidata alle cure dell'ospedale del capoluogo. Come i medici hanno cercato di fare il possibile, anche gli inquirenti si sono messi subito al lavoro per cercare la mamma.

Si tratta di una sedicenne che ha subito confessato l'atroce abbandono. Ha raccontato in lacrime di aver calato con una corda la bambina dal primo piano del suo condominio e da lì la bambina è stata ritrovata su un cumulo di calcinacci. Sembra che la ragazza abbia partorito in casa e spaventata avrebbe pensato di abbandonare la neonata. Una ragazza di famiglia normale, che studiava per diventare cuoca. Sarà l'autopsia a stabilire la verità e le perizie a capire perché l'insano gesto. 

108 comments

  1. Sartori Elena 8 maggio, 2017 at 11:08 Rispondi

    16 anni ?! Bambina x fare bambini ma donna x aver rapporti,bisogna informare meglio i nostri ragazzi sento e vedo molto più spesso ragazzine con il pancione e questo è sinonimo di ignoranza e nel 2017 nn è ammesso 😢,povera creatura riposa in pace

    • Cinzia Mari 8 maggio, 2017 at 11:25 Rispondi

      La penso esattamente come te di solito. Ma mia madre mi ha avuta a 16 anni ed è la mamma migliore del mondo. Si sente anche troppo spesso di madri anche grandicelle che abbandonano i figli. Credo che più di un discorso anagrafico si tratti di maturità e di sentimento. Cosa che queste mamme,16enni o 30enni che siano, non hanno. Rip piccola 😢

    • Valeria Dell'Osa 8 maggio, 2017 at 11:31 Rispondi

      L’età non conta molto perché in diversi casi sono state anche donne di trent’anni a fare questi terribili gesti. Sono diventata mamma a 19 anni e amo mia figlia più della mia vita. Mi sono presa le mie responsabilità e sto cercando di crescerla nel miglior modo possibile insieme al mio compagno!

    • Sartori Elena 8 maggio, 2017 at 11:34 Rispondi

      No io dicevo solo che sempre più spesso ragazzine rimangono incinta nn che nn sono in grado di fare le mamme e di questi tempi è solo x disinformazione xche onestamente a quell’età nn cerchi la gravidanza

  2. Sartori Elena 8 maggio, 2017 at 11:38 Rispondi

    Nn diamo la colpa ne ai genitori ne alla ragazza, Il parto è una delle prove più difficili magari si è ritrovata a casa da sola senza capire niente e in confusione ha fatto questo gesto,a 34 anni ho partorito ed ero super forte beh dopo il parto sono rimasta traumatizzata x 15 giorni dunque nn incolpiamo nessuno

    • Debora Ankora Lombardi 8 maggio, 2017 at 12:06 Rispondi

      Ecco.. Perfetto, quindi non é colpa di nessuno, e una bimba é morta così, nell’ indifferenza.
      Certo che il parto é una prova dura, ci può stare che in quel momento tu sia confusa, ma i 9 mesi precedenti? Informarsi ed affidarsi a gente competente no?
      Mi spiace, ma non ci sono giustificazioni.

    • Tania Tavor 8 maggio, 2017 at 12:40 Rispondi

      Elena, guarda che non hai partorito solo te. Non si ragiona quando rispondi male alle ostetriche o mandi in quell paese tuo marito… ma non quando butti via un neonato. Dai…..
      e dopo cosa avviene? Tieni in braccio quell tenero corpicino con una unica paura: NON FARLI DEL MALE! Dai…..
      esiste depressione post parto, ma si manifesta diversamente…..
      qui è tutto in altra cosa….

    • Paola Biasiol 8 maggio, 2017 at 12:46 Rispondi

      Ma come non è colpa di nessuno? È la bimba che si è suicidata, fammi capire?
      È colpa dell’ignoranza dei ragazzi e delle famiglie. Seppur vero che, anche se insegni e educhi tuo figlio al meglio, alla fine potrà sempre e cmq fare il contrario. Ma in 9 mesi, questa ragazzina, aveva tutto il tempo di trovare il modo di superare paura e vergogna e chiedere aiuto.
      Gli errori si commettono, ma assumendoci le nostre responsabilità si cresce. Errore forse troppo grande per la ragazzina…ma caspita…con che coraggio dopo aver visto la tua piccolina, decidi di abbondanarla o di romperle la testa????
      Non la vuoi? Coprila bene e portala in ospedale…tanto poi sai che anche se la lasci in giro, ti trovano.
      Prima di lasciar morire tua figlia, pensa un attimo a che sofferenza la costringerai a provare prima dell ultimo respiro. Pensa che tu sei l unica cosa che conosce e che ama…in 9 mesi, non hai mai provato amore nel sentirla muoversi???
      Come si fa a dire che non ha colpa nessuno???

    • Sonia Balenotta 8 maggio, 2017 at 12:47 Rispondi

      E chi non rimane in parte traumatizzata dal parto?!? È questo giustifica un abbandono?? In ospedale L avrebbero aiutata a traumatizzarsi meno…non è giudicare ma solo una questione di buon senso e umanità

    • Paola Biasiol 8 maggio, 2017 at 12:49 Rispondi

      È vero che il parto fa paura, che una ragazzina da sola sarà andata in panico…ma è pur vero che appena vedi la bimba, teoricamente, senti già un trasporto verso tua figlia.
      Mi dispiace…ma aveva tutto il tempo di affrontare un parto in modo tranquillo e non sola e in panico.
      È ingiustificabile

    • Wioletta Pyziolek 8 maggio, 2017 at 13:01 Rispondi

      Noooo… seguendo Suo modo di pensare- diamogli anche una carezzina sul viso- poverina sapeva fare l’amore ma non sapeva a prendersi poi le sue responsabilità… in fondo cosa ha fatto- nulla, c’era una bambina e ora non c’è più! Ma lei si rende conto cosa dice???? NESSUNA VITA merita essere trattata come una spazzatura! Quindi, sia lei sia suoi genitori e il padre biologico – sono tutti colpevoli della morte di questo angelo – e non ci sono le scuse!

    • Francesca Natalino 8 maggio, 2017 at 14:20 Rispondi

      Nn è colpa dei genitori e della ragazza??ma davvero stiamo parlando? Se il parto è una prova difficile allora fai tutto il possibile perché nn succeda.. Nn venirmi a dire ché ha 16 anni se è stata in grado di avere un rapporto sessuale usi anche le dovute precauzioni… Parliamo dei genitori? Come fai a non capire ché tua figlia è incinta? Gli adolescenti vanno ascoltati nn terrorizzati perché poi succedono queste cose… E chi ci va in mezzo? Una povera bambina che aveva la possibilità di vivere la SUA Vita magari in un altra famiglia che farebbe di tutto per avere un figlio! Per la sua paura per il suo gesto Disumano crudele ecc ecc è morta una bambina…qui nn va capito nessuno devono pagare!!!

    • Anna Losurdo 8 maggio, 2017 at 14:52 Rispondi

      Ma x favore?! Questa è solo un assassina!Non me ne frega niente che ha solo 16 anni ha avuto rapporti senza precauzioni sapeva di poter rimanere in cinta!Se proprio la bambina non la voleva poteva darla in adozione e non ucciderla

    • Monica Carbonera 8 maggio, 2017 at 16:22 Rispondi

      Cara Elena, sono un’ostetrica , ti posso confermare che il parto è qualcosa di grande, più grande di te forse, che spesso traumatizza…. ma appena nasce il piccolo ti assicuro che l’amore che provi x tuo figlio è immediato e l’istinto materno e di protezione verso quel cucciolo ti fa dimenticare tutto quello che hai passato x partorirlo…se voleva fare tutto di nascosto avrebbe potuto coprire bene la piccola e lasciarla davanti ad una casa, davanti alla Chiesa o all’ospedale…X fare un gesto del genere devi essere davvero povera dentro e non esiste perdono né nulla…il vero problema è che sta gente di m***** rimane incinta senza difficoltà, e magari nella casa in parte c’è una coppia che vive il dramma della sterilità , o di una morte endouterina, o di un aborto…spero che la vita le presenti un conto molto salato, xke la giustizia italiana la lascerà sicuramente impunita (come sempre)

    • Tania Tavor 8 maggio, 2017 at 16:58 Rispondi

      Monica Carbonera
      Brava! È proprio cosi. Io fatto 32 ore di un male allucinante e dopo 5 minuti dalla nascita ero pronta a ripetere tutto da zero, senza cambiare niente per avere con me mio bambino.

    • Lucia Copetti 8 maggio, 2017 at 17:08 Rispondi

      Io ho 4 bambini, l’ultimo fa 4 mesi tra 2 gg. Il parto è un momento difficile, è vero, ma appena vedi il tuo bimbo….Bè, è un’amore indescrivibile!!! Questa ragazzina va punita in modo esemplare, così come i suoi genitori che non hanno saputo educarla!! Dove c…. stavano?? Non ditemi che non si sono accorti che aspettava un bambino xké siamo nel 2017, non nel medioevo! Io spero che il rimorso x quello che ha fatto la tormenti x tutto il resto della sua vita!

    • Franceska Pjetri 8 maggio, 2017 at 22:30 Rispondi

      Si ragazzina per giustificarsi…ma quando faceva i suoi piaceri non pensava alle conseguenze…e noo bella signorina ..quando ti senti abbastanza matura a fare certe cose devi prendere le tue responsabilità . Hai ammazzato la tua propria figlia che non aveva nessuna colpa..lei ha perso la vita😓😓 ,tu hai perso tutto e non potrai mai sentire tutto l’amore che lei poteva darti.

  3. Giovanna Fallea 8 maggio, 2017 at 11:54 Rispondi

    No scusate…. non posso sentire certe cose…. ma questa a 16 anni a cosa pensava mentre tr…ava? E poi cazzo hai 9 mesi per informarti sulle possibilità per non riconoscerla e darla in adozione… e non ditemi che nessuno se n’è accorto della gravidanza (i genitori dove sono?!)… le auguro di venire sbranata dai cani!

  4. Elena Lionetti 8 maggio, 2017 at 11:57 Rispondi

    Leggendo l articolo mi è sembrato di cogliere drammaticamente incalzante l ignoranza, il panico,la follia più che di questa ragazzina della sua famiglia..che anziché guidare e sostenere la figlia l hanno trascinata- con chissà quali pressioni psicologiche!- in un terribile film dell orrore. Una vita innocente si è spenta in modo così cruento. E la vita di questa giovane ha subìto dei danni di una gravità inaudita. Da fragile (penso fragilissima a livello psicologico) mamma da proteggere ed educare responsabilmente,ma con gioia,alla vita..ad assassina. Una storia agghiacciante.

  5. Martina Ticozzelli 8 maggio, 2017 at 12:00 Rispondi

    La scusa e’ sempre la paura. X una sedicenne sara’ sicuramente difficile ma nn e’ una buona scusante x abbandonare un neonato in quanto sarebbe farlo morire perche’ se nessuno lo trova o lo si trova tardi potrebbe morire cm successo. Ma queste ragazze nn hanno genitori o famigliari!!? Sembrano tutte in balia del nulla! Boh! E’ un degenero e uno schifo sentire bambini che muoiono perche’ abbandonati. Possono darli in adozioni ma nn sicuramente farli morire una volta nati

  6. Anna Papaluca 8 maggio, 2017 at 12:19 Rispondi

    ora dichiara di aver compiuto il gesto per paura solo per evitarsi il carcere…anche la piccola creatura aveva paura abbandonata al freddo e morta probabilmente anche per fame, ma lei non poteva scegliere, la madre si ed ha scelto di farla morire…merita il massimo della pena lei e chi l’ha coperta , (probabilmente i genitori) non puoi non accorgerti che tua figlia è incinta….il corpo cambia è un dato di fatto…e poi al parto deve essere stata aiutata da qualcuno….

  7. Wioletta Pyziolek 8 maggio, 2017 at 12:27 Rispondi

    Anche io sono del idea che questa ragazzina assassina deve scontare una pena esemplare! Aveva tutto il tempo necessario per avviare le pratiche per darla in adozione, non c’è nessuna spiegazione per lei e per chiunque chi si è sporcato le mani con sangue dei altri. Deve marcire fino alla fine dei suoi giorni- sterilizzata- in modo tale che non potrà mai più trattare nessun altra vita come una spazzatura.

  8. Mari Soul 8 maggio, 2017 at 12:27 Rispondi

    Mi dispiace che non abbia cercato aiuto dai genitori, amiche o qualsiasi altra persona per poter trovare la soluzione migliore… qualsiasi essa sia… quanta tristezza…

  9. Michela Sciorio 8 maggio, 2017 at 12:28 Rispondi

    “Ragazza di una famiglia normale???” Nn credo …se fosse stata una famiglia normale si sarebbero accorti del parto della ragazza e soprattutto si sarebbero chiesti dove fosse la piccola!!

  10. Sonia Balenotta 8 maggio, 2017 at 12:33 Rispondi

    1. Esistono i modi per evitare gravidanze indesiderate…basta informarsi
    2. La legge ti consente di partorire e lasciare il bambino in ospedale senza rivelare identità
    3.se proprio rimani incinta entro il terzo mese puoi programmare un aborto…

    Di soluzioni c’è ne sono tante…NON GIUSTIFICHERÒ MAI UN COMPORTAMENTO SIMILE. Per me è comunque un omicidio

  11. Chiara Bossi 8 maggio, 2017 at 13:18 Rispondi

    Fino a quando andiamo dietro
    Alla psicologia alla paura al al al e giustifichiamo questi comportamenti …… ci saranno sempre più tragedie di questo tipo …. e’ una tragedia …. e’ omicidio …. e’ assurdo che una mamma possa uccidere la
    Figlia ….. ( abbandonare un neonato in un cortile con questo freddo la fine e’ certa ) esistono ospedali con le culle pronte ad accogliere neonati non voluti …. la coscienza renderà giustizia …. non riesco a giustificare

  12. Eleonora Bertoldi 8 maggio, 2017 at 13:36 Rispondi

    L’ha calata e ha chiuso la finestra senza più ascoltare il suo pianto ? Dopo 9 mesi che era nel suo grembo? Ma come si fa

    Che Schifo di gente che esiste ormai a questo
    mondo
    Chiudete le gambe ragazzine immature

  13. Cinzia Carbonara 8 maggio, 2017 at 13:42 Rispondi

    La dichiareranno sicuranente incapace…ma quando hai fatto del male a quell’angelo sei stata capacissima…tanto ora in carcere farai una bella fine..ma mai ti darai pace x quanto sei stata……NON VOGLIO DIRE PAROLE FIORITE NA QUANDO HO SENTITO LA NOTIZIA MI SONO SFOGATA 😈😈😈

  14. Laura Conte 8 maggio, 2017 at 13:53 Rispondi

    16 anni… deve essere ritardata perche’ anche a 16 anni dovresti sapere che puoi abbandonare tua figlia in ospedale senza riconoscerla. Ma poi…hai paura che ti riconoscano?? Coprila con una copertina e portala in qualche locale pubblico o magari davanti a qualche casa, insomma ci sono mille modi per “liberarti”.

  15. Giulia Danese 8 maggio, 2017 at 14:20 Rispondi

    Li ci sono stati i genitori che se ne sono infischiati della figlia per nn accorgersi che era incinta… l hanno lasciata sola e nn supportata e sinceramente non mi aspetterei altro da una ragazzina di 16 anni…. che vergogna… povera creatura io ho una bimba di 9 mesi e mi si é stretto il cuore a sapere che é morta di freddo…. tirerei il collo prima ai genitori e poi alla ragazzina ( attenzione che non giustifico nessuno in nessun modo)

  16. Vincenza Gaudio 8 maggio, 2017 at 14:37 Rispondi

    Mi dispiace ( anzi no) ma non ho nessuna pietà o compassione per una donna che compie questo gesto piccola o grande che sia. Io davvero non capisco il perché di questi gesti a prescindere l’età, a prescindere le precauzioni si può partorire in ospedale in anonimato e lasciar lì la creatura ,fateli vivere e che c……
    Spero che paghi questa ragazza ,deve pagare come un adulto e anche chi l’ha aiutata perché non si nasconde una gravidanza fino all’ultimo e non ce la fai da sola a partorire e fare tutto da sola

  17. Alessandra Mura 8 maggio, 2017 at 15:23 Rispondi

    Ma che cavolo dici tu…. io ho partorito mio figlio e credimi che ho pensato di non farcela….ma il mio primo pensiero è stato quello di averlo tra le mie braccia e di proteggerlo…. questa è solo ignoranza…. della ragazza di 16 anni e ancor di più dei genitori…. ma per carità…. se penso a chi vorrebbe un figlio e non può averlo mi si raggela il sangue

  18. Katia Giacopello 8 maggio, 2017 at 16:29 Rispondi

    Io mi chiedo dove sono stati i suoi genitori per tutto questo tempo, evidentemente erano assenti ,probabilmente una famiglia senza dialogo ,educazione,insegnamento,senza morale. NON SI può educare un figlio con la paura ma al dialogo,se questa ragazzina avesse parlato con qualcuno,se si fosse convocata e affidata ,non sarebbe accaduto un gesto simile.Possibile nessuno sapeva nulla? Allora viveva in un contesto familiare basato dell’indifferenza .La ragazza non è l’ unica colpevole.

  19. Marika Ciano 8 maggio, 2017 at 18:54 Rispondi

    Leggere queste parole fa davvero gelare il sangue… ci sono mamme che perdono i loro bambini nonostante li desiderino così tanto e poi ci sono mamme che mettono al mondo i propri bambini e poi li abbandonano ☹️ che tristezza…

  20. Dalila Favazzo 8 maggio, 2017 at 23:39 Rispondi

    Chiese…Ospedali…Pizzerie…Ristoranti….Bar…Centro commerciale…potrei continuare all’ infinito…Dico c’ erano milioni di posto dove lasciarla…L’ avrebbero salvata. Nn trovo parole per poter descrivere questo mostro. Non voglio usare la parola ” madre “…perché nn è degna d essere chiamata così. Profonda tristezza Dio mio…

Lascia un commento