Papà single offre corsi gratuiti per imparare a pettinare le figlie

phillipe-morgese

“Papà, mi fai la treccia?” Inizia con una frase di questo tipo la storia di Phil Morgese, un padre americano che si occupa da solo della sua piccola Emma da quando aveva 1 anno. Ha dovuto prendersi cura e crescere la sua bambini senza il sostegno della madre e tra le varie funzioni che un padre single si trova a svolgere c’è anche quella di pettinare la propria bambina, ruolo che generalmente è affidato a una figura femminile.

Emma, i suoi capelli biondi e l’idea del suo papà

Con il passare degli anni, infatti, Emma chiedeva sempre più spesso al suo papà di pettinare i suoi capelli biondi e lui non sapeva come fare. Questa situazione lo rattristava perché non riusciva a soddisfare un semplice desiderio della sua bimba. Solitamente questo ruolo è tipicamente femminile.

Ma chi ha detto che un padre non può occuparsi anche di questo?

Così Phil, deciso a rendere felice la sua piccola Emma e farle sentire sempre meno l’assenza della madre, impara a fare le acconciature. Phil impara così a realizzare trecce, code, codette e piccole acconciature che amano tanto le bimbe dell’età di Emma. E grazie a questi semplici gesti, Phil capisce che quello che fa per Emma non è solamente realizzare delle trecce che la rendono più felice e ordinata quando va a scuola, ma quanto il rapporto con sua figlia si fosse intensificato.

Decide, quindi, di aprire un progetto utile per tutti i papà, soprattutto quelli single come lui.

phillipe-morgese

Daddy Daughter hair factory: i corsi gratuiti di Phil

Phil crea Daddy Daughter hair factory, un progetto gratuito in cui realizza dei corsi di acconciature utili per fare felici le proprie bambine e intensificare il rapporto padre e figlia. Che siano padri single come lui o che abbiamo al loro fianco la madre della bimba, Phil li aiuta a fare qualcosa di diverso rispetto ai ruoli che, spesso, la nostra società ci ha imposto.

Sul blog Daddy Daughter hair factory e sulla pagina Facebook del progetto potrete vedere i tutorial e tutte le tecniche utili per raggiungere il vostro obiettivo. I video sono di ottima qualità ed Emma e Phil sono simpatici e sempre molto allegri.

Sono numerosi i papà americani che hanno deciso di seguire i suoi corsi, perché non è un regalo costoso a fare la differenza nel cuore di una bambina, ma è il tempo che si passa insieme a lei a renderla veramente felice. E questo, Phil lo sa molto bene!

phillipe-morgese3

7 comments

    • Nicole Weffort 20 dicembre, 2016 at 14:45 Rispondi

      Il fatto è che non esiste un metodo universale per come crescere un figlio. Ognuno la fa in base al proprio trascorso,in base a come è stato educato a sua volta,in base alle esperienze. Io non pArteciperei mai a un corso su come si educa un figlio,perché faccio come mi sento io. Credo che questo pappa si voglia un attimo.allontanare dalle cose serie per dar spazio a qualcosa di più superficiale e divertente. Non ci trovo proprio niente di male.

    • Alexandra Tihoplav 20 dicembre, 2016 at 15:14 Rispondi

      se dobbiamo fare polemiche allora si puo anche dire che tanti non sono in grado di fare i genitori….e allora un piccolo aiuto di come capire meglio i nostri figli…non sarebbe proprio male…però questo e un’altro discorso….
      cmq….per fare un vero e proprio corso di come pettinare le piccole…per quanto puo essere divertente mi fa ridere…ma da quando serve la laurea per questo???😄😄😄😄
      il mondo ha bisogno di cose piu intelligenti!!!!!

    • Philippe Morgese 21 dicembre, 2016 at 07:46 Rispondi

      A course on parenting. That’s an interesting concept. One that would be a collision of many different views on how a child should be raised.

      I teach my daughter to find the beauty in everything she sees. I believe that open communication and your time, are the two most valuable things you can give your child. I talk about these in my class. I encourage fathers to learn hair, so they can be closer to their girls. I see the benefit, not only in my precious Emma, but in the eyes of the girls that attend our class.

      While this class may seem silly to you, it was no laughing matter for me. Learning how to care for hair was a difficult journey. I made the best of it, researched a lot and I aim to inform those who struggle like I did.

    • Daniela Frangiosa 21 dicembre, 2016 at 15:54 Rispondi

      Posso dire una cosa? Di sicuro c’è bisogno di cose “più serie”. Io però vedo mio marito negato nel pettinare i capelli lunghi di nostra figlia e a volte scherzando dico “si vede che ti ha pettinata papà”. È implicito pensare che non ti abbia pettinato mamma e questo va bene se a casa una mamma ce l’hai. Se malauguratamente questa cosa venisse detta ad una bimba che una mamma non ce l’ha, potrebbe fare un po’ male. Non credete? È una goccia in mezzo al mare grande della mancanza di una mamma, ma se un papà può evitarlo, state certe che lo farà.

    • Alexandra Tihoplav 21 dicembre, 2016 at 16:15 Rispondi

      chi ha una vita impegnativa e anche dei figli…non trova neanche il tempo per se stessi….figuriamoci andare a fare un corso cosi.. diciamo la verità non so a quanti puo sembrare una cosa cosi indispensabile…per quanto può essere utile…insomma si puo vivere e pettinare lo stesso le figlie..

Lascia un commento