Special Olympics, 1000 atleti in gara per festa della mamma

special olympics

Ieri era la festa della mamma, ma oltre al festeggiare con i propri cari, per 1.000 ragazzi è stato un giorno speciale. Si sono svolti tra sabato 13 e domenica 14 i Giochi Nazionali Estivi Special Olympics a Terni e Narni, in Umbria. Si tratta di un evento tutto speciale, a partire dai partecipanti fino alle motivazioni che hanno portato all'avvio di questo evento. 

Sport e inclusione, i numeri degli Special Olympics 

Iniziamo subito con i numeri di questo evento Special Olympics, tanto per percepirne le proporzioni.

Sono stati ben 1000 i ragazzi che hanno partecipato e si sono cimentati nelle diverse discipline sportive tra cui canottaggio, golf, atletica, nuoto, tennis, indoor rowing. Sono state 83  le Team Special Olympics provenienti da tutta Italia; ben 4 le delegazioni straniere che sono arrivate dal Regno Unito, Ungheria, Paesi Bassi e Lettonia. I familiari dei giovani atleti erano 1600, i volontari che hanno dato un grande contributo per la buona riuscita della manifestazione sono stati 600 e ben 191 i tecnici.

Le gare e le premiazioni di Special Olympics

Le gare si sono svolte in un clima di festa dove la cosa più importante non era tanto vincere il trofeo (anche quello!) ma soprattutto vincere la sfida con se stessi. I ragazzi, per lo più con disabilità intellettive più o meno importanti, si sono impegnati fino all'ultimo, mettendo in questa competizione non solo tutte le loro abilità, ma tutto il loro grande cuore.

Questa era proprio la filosofia di questi giochi Special Olympics, eliminare quel manto di agonismo tipico degli sport, sia di squadra che individuali, per assaporare la vera sfida che una competizione sportiva ci impone, quella appunto con se stessi.

Lo sport in quest'ottica è anche inclusione, un modo per far vedere agli altri, quelli davvero diversi, che anche chi ha delle oggettive difficoltà può superare gli ostacoli, sia quelli delle competizioni che quelli della vita di tutti i giorni. 

Una folla commossa ha assistito all'evento e si prepara, dopo le premiazioni di ieri sera, ad assistere ai prossimi giochi Special Olympics che saranno a La Spezia dall'11 al 15 giugno e a Biella dal 3 al 9 luglio.

Lascia un commento