Svezzare il bambino in estate: i consigli del nutrizionista

Per molti bimbi nati in inverno l'estate coincide con la fase dello svezzamento e molte mamme sono piene di dubbi. Sarà giusto con il caldo iniziare questa delicata fase?

Se fosse sbagliato, come anche sottolinea la nutrizionista Maria Paola De Biase, molti bambini dovrebbero anticipare o posticipare di qualche mese lo svezzamento, cosa che non si quasi mai sentita succedere. In effetti non vi è nessun pericolo per i piccoli e non è necessario rimandare l'introduzione di altri cibi.

I consigli giusti per lo svezzamento in estate

Uno dei timori legati al caldo è che esso comporti il deterioramento del cibo. Un problema risolto facilmente dalla presenza del frigorifero nella nostra vita quotidiana!

Naturalmente in caso di vacanze o di gite al mare ci si organizzerà di conseguenza, come per tutta la famiglia. In estate il bambino, nonostante si pensi sempre il contrario, non è vero che abbia sempre meno fame. Con il caldo sarà portato a mangiare, come tutti noi, piatti meno caldi, ma freschi, ottimi per compensare la perdita di sali minerali.

È importante è che il bimbo mangi anche piccole dosi di differenti pietanze e che resti lontano da ambienti troppo caldi. Quindi niente paura se mangia poco o non ha fame! 

Frutta e reazioni allergiche

Pesca e albicocca andrebbero introdotte non prima degli otto mesi, prestando attenzione ad eventuali reazioni qualora anche i genitori siano soggetti ad allergie da questi frutti.

Quindi meglio iniziare con mela, pera e banana.

Come si evince lo svezzamento è possibile in ogni stagione, anche quella calda, che potrebbe presentare anche ulteriori vantaggi: i genitori possono avere più tempo libero e quindi dedicarsi allo svezzamento con attenzione e  meno ansia. Pertanto siano banditi ogni timore e leggenda metropolitana legata allo svezzamento dei piccoli in vacanza, che sia sotto l'ombrellone o al fresco di un parco cittadino. 

11 comments

  1. Claudia Rhum Laguaragnella 4 agosto, 2016 at 18:47 Rispondi

    Essendo una lavoratrice, a settembre con dispiacere devo tornare a lavoro,la mia bimba ha 4 mesi quindi suppongo che verso settembre inizierò lo svezzamento momento della sua vita a cui voglio essere io a partecipare e non terze persone. Ia pappina si da solo una volta al giorno quindi una mamma può decidere se darla a pranzo o a cena?

  2. Silvia Nuciforo 4 agosto, 2016 at 19:12 Rispondi

    Io inizierò a fine mese al Compimento del 6 mese e il pediatra mi ha anticipato Ke la pappa sostituirà il pranzo. Forse anche x testare la digeribilità. X ora ho introdotto omogeneizzati mela pera e banana. 1 al gg diviso in 2

Lascia un commento