Il vero elisir di lunga vita? Il latte materno!

Uno studio pubblicato su "The American Journal of Clinical Nutrition" ha riscontrato telomeri più lunghi nei bambini allattati al seno.

I telomeri sono quei tratti del DNA umano che ricoprono le estremità dei cromosomi, e che quindi proteggono i geni da danni esterni, prolungando la vita e garantendo la longevità del bimbo stesso.

L'importanza dell'allattamento al seno materno 

È risaputo che allattare i neonati al seno materno è più sano e naturale, ma ora c'è anche una prova scientifica.

I ricercatori infatti hanno basato il loro studio su un gruppo di bambini monitorandoli dalla nascita, misurando i telomeri all'età di 4-5 anni. Hanno scoperto che quelli che hanno consumato latte materno nelle prime 4-6 settimane di vita, avevano telomeri decisamente più lunghi.

Un elisir di lunga vita?

Gli esperti spiegano che il latte materno contiene dei composti anti-infiammatori, che possono innalzare ulteriormente le barriere garantendo una maggiore protezione sul materiale genetico.

Il latte materno è una sorta di "assicurazione sulla vita", che permetterà al vostro piccolo di crescere sano e forte e con un'esistenza particolarmente longeva.

117 comments

    • Elena Pozzobon 10 agosto, 2016 at 11:07 Rispondi

      Il problema non è nemmeno il senso ma le ripercussioni. … si pensa mai a quelle Mamme che non per scelta non sono riuscite ad allattare i figli?? I pianti?? I sensi di colpa??? La sensazione di inutilità ( pur non essendo assolutamente vero siete e sarete Mamme meravigliose nonostante il mancato allattamento ). Cioè questa è una pagina per Mamme. Tutte le Mamme. Dovrebbe esserci più parcondicio e più sensibilità per tutte.

    • Elena Pozzobon 10 agosto, 2016 at 11:17 Rispondi

      Guarda io allatto ma non potresti trovarmi più d’accordo!!! Ogni Madre fa un percorso diverso e ogni Madre va rispettata per questo. Nessuna è da meno di un altra. Tutte pensiamo al bene dei nostri figli latte materno o artificiale che sia. Ho avuto esperienza anche io con una tettabana come dici tu. Montate che sanno tutto loro e lasciamo stare che educaziobe sta dando si figli. Sfortunatamente il latte materno non fa miracoli 😉

    • Eva Mugnai 10 agosto, 2016 at 11:32 Rispondi

      se non allatti al seno sei una mamma di merda!!!! Terrorismo psicologico!!!!Ma vaff!!!! Tante mie amiche la sera nonostante allattino i figli gli avventano una biberonata di latte in polvere x dormire la notte! Troppo comodo belle mie!!!

    • Martina Biondi Riikonen 10 agosto, 2016 at 11:35 Rispondi

      Ieri una mamma che ha allattato al seno qualche mese mi ha guardata male quando ho detto che io non ho allattato, intanto la figlia di 9 mesi ora prende biberon di artificiale dati dalla babysitter perché la mamma è troppo impegnata a prendere il sole in piscina. Chi è la mamma dimmerda? Io almeno a mia figlia il biberon lo do personalmente e la coccolo nel frattempo!

    • Elena Pozzobon 10 agosto, 2016 at 11:37 Rispondi

      Erica te lo assicuro una mia amica mamma da pochi mesi non è riuscita ad allattare ed è andata in crisi…. si lamentava col marito di essere una madre di merda e di non servire a nulla …. se leggesse questo articolo di sicuro non le servirebbe a stare serena….

    • Martina Biondi Riikonen 10 agosto, 2016 at 11:39 Rispondi

      Elena Pozzobon puoi dire alla tua amica che esiste un gruppo su Facebook per le mamme che allattano al biberon, ci sono tante mamme che si sentono o si sono sentite come lei, può confrontarsi con loro e magari sentirsi meglio!

    • Martina Biondi Riikonen 10 agosto, 2016 at 11:41 Rispondi

      Erica Zerbini però la cosa deve avvenire da entrambe le parti. Finché esisteranno donne che si scagliano contro altre donne chiamandole nullità, madri inutili e pigre perché non sono riuscite o non hanno voluto allattare allora non si può pretendere che dall’altra parte le mamme che vengono attaccate stiano zitte.

    • Erica Zerbini 10 agosto, 2016 at 11:45 Rispondi

      Martina hai ragione. Guarda io allatto. Ho avuto questa fortuna e mi piace pure. Se non avessi avuto il latte avrei fatto con quello artificiale. E allora?! Penso la pupa sarebbe cresciuta bene uguale. Necessità fa virtù. Poi dare della pigra a chi usa latte artificiale… non mi pare..prepara il latte la giusta dose scalda tutto dai da mangiare sterilizza..ricomincia da capo..insomma hanno da fare più di me nel momento della pappa.

    • Martina Biondi Riikonen 10 agosto, 2016 at 11:47 Rispondi

      Infatti io non ho allattato ma sai quante volte mi trovo con mia figlia che urla e non so come calmarla e penso ”se prendesse la tetta sarebbe tutto più facile” 😂😂 però ci sono tante mamme che davvero dicono certe cose e giustamente chi viene additata così si sente male. Poi a me personalmente non interessa ma non tutte hanno le spalle larghe e tante ci restano male…

    • Elena Pozzobon 10 agosto, 2016 at 11:48 Rispondi

      Io all’inizio avevo ragadi dolorosissime e candida causata dal mughetto…. quindi mi davo solievo aiutandomi col latte artificiale e come dici tu Erica di notte era un agonia…. quindi NON è semplice o più semplice dare l’artificiale. Mettiamoci anche i sensi di colpa perché qualche stronza senza sentimento ti dice che tuo figlio non crescerà bene come chi è allattato al seno…. e vaffanculo va. Cazzo aiutiamoci tra di noi

    • Silvia Pizzaia 10 agosto, 2016 at 20:03 Rispondi

      Io sono una di quelle che dopo due emorragie 1 giorno di sala rianimazione ha allattato al seno per un mese. Poi non ce l ho più fatta o io o il latte… scelta dolorosa perché nessun medico per legge ti può dire si smetti. La mia bimba ora ha 8 mesi ma ancora quando mi chiedono se l’ho allattata mi vergogno a dir di no

  1. Tiziana Bassi 10 agosto, 2016 at 11:08 Rispondi

    Meno male che i titoli sono senza senso….niente tumori e malattie di altro genere (obesità,malattie cardio-vascolari e allergie ed intolleranze) sono cavolate…per la gente ammalarsi significa prendere un raffreddore…quanto hanno fatto bene i neonatologi a dare il latte in polvere a tutti…proprio bene han fatto…

  2. Roberta Buscema 10 agosto, 2016 at 11:15 Rispondi

    Qui sembra che adesso ci sia la caccia alle streghe.. Dove le streghe sono quelle che allattano! Perché sennò, chi non è riuscito ad allattare si sente male, etc… E quindi chi allatta, n’altro poco, si dovrebbe nascondere, per non urtare la sensibilità di chi non allatta… Ma basta! Ce l’avete fatta a fettine! È saputo e risaputo che allattare al seno sarebbe la cosa migliore da fare, ma non è che dando la formula, si uccidono i bimbi eh! Siamo tutte mamme! Tutte di serie A++++++++++! Che tu dia a tuo figlio una tetta o un biberon, non cambia nulla! Quindi smettiamola con queste persecuzioni mediatiche, sia nei confronti di chi allatta, sia nei confronti di chi non allatta! Promuovere l’allattamento al seno È COSA BUONA E GIUSTA SEMPRE, quindi non sentitevi attaccate da una propaganda di buona salute, perché appunto è una buona informazione, non una critica!

  3. Claudia Bonura 10 agosto, 2016 at 12:48 Rispondi

    Ah quindi mo la genetica non c’entra niente ???
    Questa differenza che fate fra latte artificiale e materno è assurda …
    Ognuno nutre i propri figli come meglio crede…
    L’importante è che siano nutriti e idratati…

  4. Valentina Andrea 10 agosto, 2016 at 14:03 Rispondi

    Tolgo il mio “mi piace” alla vs pagina fb solo perché tutto questo terrorismo psicologico mi fa stare male per non essere riuscita ad allattare la mia prima bimba e per poco la mia seconda… mi fa troppo male e non posso permettermi di stare in ansia perché il destino ha voluto così…
    Io latte ne avuto poco però è altrettanto vero che oggi le neomamme non sono supportate né dalla sanità (max 2 giorni di degenza in ospedale e poi un calcio in culo e a casa, senza neppur aver fatto la montata lattea) neppure dai famigliari…
    Il supporto non è solo qualcuno che ti dica “ce la puoi fare” è qualcuno (marito, mamma, sorella, amica…) che faccia le notti in bianco insieme a te!

    • Tiziana Bassi 10 agosto, 2016 at 14:59 Rispondi

      Ma tu non devi invidiare…dovevi farti seguire da un ostetrica dopo il parto.nel puerperio (sino a 40 g)saresti riuscita.magari era questione di posizione del bimbo…se non ci sei riuscita non fa nulla…me sentirsi in colpa per un articolo mi pare esagerato.

    • Valentina Andrea 10 agosto, 2016 at 16:01 Rispondi

      Io ho davvero messo tutto il mio impegno ma le bimbe non succhiavano al seno…
      Poi i famigliari ogni qualvolta le bimbe piangevano “6 sicura che il tuo latte è nutriente? ” oppure “ha fame, ha fame, piange perché ha fame! ” facendoti sentire incapace! Non è bastata l’ostetrica dell’ospedale che mi ha fatto vedere come fare dicendomi che ce l’avrei fatta!
      Nel puerperio la donna deve essere seguita, come una volta! 20/30 anni fa in ospedale ci stavi 8 giorni dopo il parto…

    • Buresta Tamara 10 agosto, 2016 at 19:12 Rispondi

      Io sono d’accordo con Valentina Andrea. Io non ho avuto una goccia di latte né col primo né col secondo. Mi sono fatta seguire dalle ostetriche dell’usl che,dopo 2 mesi in bianco capezzoli quasi staccati tisane pastine e chi più ne ha più ne metta, mi hanno fatto sentire una fallita perché mollavo con relativo stato, non dico depressivo ma quasi. Sembra che i miei figli siano destinati a prendere tutte le malattoe possibili perché non sono stata in grado di allattarli e mi dispiace dirlo ma di solidarietà tra donne davvero poca.

    • Katia Andrea Emily Russo 11 agosto, 2016 at 10:41 Rispondi

      Lara Gilardi nn dire cazzate perché è possibilissimo nn avere latte. Io avevo un fibroma ma lo hanno individuato solo dopo lo stress psicologico che mi hanno fatto venire quelle come te. Smettetela di dire che tutte le donne lo hanno. Anche anni fa era così è infatti esistevano le balie.

  5. Fraloriale Orofino 10 agosto, 2016 at 15:18 Rispondi

    Io non ho potuto allattare perché ho avuto un parto prematuro grave,dopo tre settimane dal parto ho perso totalmente il latte,nonostante usavo continuamente il tira latte,ma non è la stessa cosa della suzione del neonato,mio figlio ringraziando Dio,è cresciuto bene anche con il latte artificiale…e io mi ritengo una donna forte e orgogliosa ugualmente del mio “lavoro”di mamma❣perché portare avanti un bimbo di 940 gr naturalmente con l’aiuto principalmente dell Utin non è una cosa facile!viva ogni mamma di questo mondo!😘

    • Fraloriale Orofino 10 agosto, 2016 at 15:59 Rispondi

      Volevo aggiungere che:,il latte materno è un bene naturale indissolubile,ma dobbiamo ringraziare anche la non naturalità,che in certi casi meno male che esiste!quindi non pensate e non fatevi scrupoli se allattate o meno ma,ringraziate Dio che vostro figlio/a ha avuto la possibilità comunque di nutrirsi…perché credetemi per me che ho vissuto un calvario di due mesi in un reparto Utin non pensi proprio al fatto se stai dando latte materno o meno,ma bensì a salvare la vita di ogni piccolo esserino indifeso 😔😊

  6. Alba Di Lecce 10 agosto, 2016 at 16:27 Rispondi

    Prima di pubblicare abbiate un po di criterio ,che stupidaggini che scrivete. I bimbi nascono e crescono anche con il latte artificiale e non per questo sono di serie B rispetto a chi ha la fortuna di prenderlo dal seno materno. Terrorismo psicologico a chi come me ha partorito 2 settimane fa e il latte materno scarseggia , il senso di colpa e’ enorme non vi ci mettere pure voi!!!!!

  7. Elena Salomone 10 agosto, 2016 at 22:28 Rispondi

    Quante cazzate!! Perché pubblicate certe idiozie?? Io non ho allattato per scelta mia nessuno dei miei 3 figli e non allatterò nemmeno il quarto in arrivo, i miei figli sono sanissimi e si ammalano pochissimo rispetto ai loro compagni che sono sempre a casa da scuola…

  8. Antonietta De Rinaldis 11 agosto, 2016 at 13:20 Rispondi

    Esagerate! Io ho allattato solo il mio ultimo figlio. Sono stata forse più caparbia più informata più decisa non so che cosa. Sono stata malissimo per i primi due ai quali ho dato il latte artificiale per cui capisco le mamme che soffrono per questo articolo o si sentono direttamente o indirettamente attaccate. Però è giusto fare informazione. Corretta . E l’informazione corretta è che il latte materno è insostituibile perché è un tessuto vivo, come il sangue. Le mamme dovrebbero unirsi e pretendere il giusto sostegno e la giusta informazione per non farle mollare come ho fatto io davanti alle difficoltà. Perché se è vero che tutte le mamme hanno il latte è altrettanto vero che quasi tutte le mamme hanno enormi difficoltà ad avviare l’allattamento. E sono spesso lasciate sole. Anch’io faccio parte della generazione cresciuta a latte artificiale. E quando il mio bambino piangeva mia mamma mi diceva : preparagli il biberon dando per scontato che io latte non ne avevo. Non facciamoci la guerra mamme. Informiamoci e pretendiamo di essere informate e sostenute.

Lascia un commento