"Mia figlia cancellata dalla foto di classe perché diversa"

lara-ragazza-disabile

Lara ha 17 anni e difficoltà motorie e cognitive.

E questa, per adesso, non è una storia a lieto fine. La racconta ai giornali la sua mamma, Daniela e inizia dicendo che la figlia non è stata inserita nemmeno nella foto di fine anno della classe: ma questa è solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

La madre narra di come l’integrazione di cui tanto si parla, spesso, per i ragazzi come Lara resti solo lettera morta. A lei i genitori hanno spiegato che nella vita può fare tutto quello che fanno gli altri: solo che ci mette un po’ più di tempo.

È comunque una ragazza autonoma, e questo le ha permesso di frequentare le scuole superiori in un Istituto tecnico. Eppure qui sono cominciati i problemi. Infatti ogni volta che mancava l’insegnante di sostegno, la sua giornata a scuola non iniziava nemmeno.

Non poteva stare nella classe con altri, perché c’erano ragazzi non adatti a lei: e quindi è stata sempre da sola. Quando è stata finalmente messa in una piccola classe, l’integrazione non è avvenuta, nemmeno durante lo stage.

Ora la scuola è finita e lei non vuole tornare: come darle torto?

Please follow and like us:
error

19 comments

  1. Laura Molly Stella Santaquilani 8 Luglio, 2016 at 00:53 Rispondi

    A i miei tempi gli inseniati sapevano fare il loro mestiere erano severi ma anche buoni ti imparavano a rispettare Chi era diverso da noi avendo un alunna speciale nella mia classe. non tutti gli alunni comprendevano ma almeno ci provavano a spegarlo.ora comandano gli alunni decidono loro se voglio o no studiare e x un brutto voto li tiranno il libro in faccia ai professori e loro niente. Oh verramente paura per mia figlia ora ne anche di madarla a scuola ti puoi fidare te la fanno diventare ignorante e maleducata.che vergogna sta soceta di tutti perfetti consapevoli di non esserlo affatto.

  2. Roberta Amadei 8 Luglio, 2016 at 10:40 Rispondi

    Ogni volta che sento e leggo queste notizie la mia testa va’sempre li a quel ricordo delle tue parole alle quali non ho risposto..grazie! Sei stata proprio brava si!! Fortuna che anche se più piccola di te ho dimostrato l inverso.

  3. Mariapina Matarazzo 9 Luglio, 2016 at 07:39 Rispondi

    L’insegnamento civico della scuola è fallito da un pezzo .Adesso si attengono ad insegnare le proprie materie ma di educazione non se ne parla ,il rispetto dell’altro? E cos’è?……e si comincia da piccoli purtroppo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.