Alessia Cinquegrana, la prima trans sposa, e il desiderio di maternità

Alessia Cinquegrana maternità

L’ex Miss Trans Alessia Cinquegrana ha sposato il suo compagno Michele Picone. Ad accoglierli in municipio una folla di amici, parenti e curiosi che hanno fatto sentire i due giovani dei veri vip.

Alessia Cinquegrana è diventata ufficialmente donna senza ricorrere all’intervento chirurgico e ora con il matrimonio in Comune ha realizzato un grande sogno.  

Alessia Cinquegrana e il desiderio di adozione

Ora di sogno ne ha un altro: adottare una bambina e diventare madre. Ci vorrà del tempo e non sarà facile, ma non si scoraggia ed è ottimista. Sa che può farlo perché ha i documenti in regola e tenterà di allargare la sua nuova famiglia con l’arrivo in casa di una femminuccia.

Il suo avvocato: farà da apripista con l’adozione

Ne parla anche il suo avvocato, il presidente dell'Associazione Trans Napoli Ileana Capurro. L’avvocato di Alessia Cinquegrana sottolinea che "che nessuna norma, nell'ordinamento italiano, vieta ad Alessia di adottare un bimbo. Farà da apripista, come già fatto con il matrimonio, e se ci dovessero dare torto andremo alla Corte Europea".

49 comments

  1. Valentina Fanfoni 28 aprile, 2017 at 16:24 Rispondi

    …quando leggo certi commenti provo pena per chi li scrive!!! …che fastidio danno due persone dello stesso sesso che si amano, che decidono di sposarsi, che coronano il loro sogno??? non hanno mica una malattia infettiva!!! …premetto, poi, che sono contro gli uteri in affitto a prescindere, che si tratti di coppia etero o coppia gay ma non vedo nulla di male se questa coppia decidesse di ADOTTARE un bambino a cui donare amore e affetto… i bambini sono molto più intelligenti di certe persone adulte, certe quesiti e problemi glieli crea la società in cui sono costretti a vivere!!!

    • Valeria Gargiulo 28 aprile, 2017 at 16:34 Rispondi

      Valentina, il problema sta nel fatto che non c’è nulla di definito, nessuna scelta è giudicabile purche sia ben chiara! Mi spiego meglio; se si decide di intraprendere un percorso di vita, quale esso sia, niente e nessuno può dire se sia giusto o sbagliato, purchè sia portato a termine. O si è pesce o carne, bianco o nero, uomo o donna. Non credi che un bambino cosi crescerebbe nella più totale confusione??? La cosa anomala è proprio questa.

    • Valentina Fanfoni 29 aprile, 2017 at 08:30 Rispondi

      …ho spiegato semplicemente alle mie figlie, di 3 e 5 anni, che l’amarsi, il volersi bene, il voler bene ad un’altra persona non conosce razza e sesso… che non devono schifarsi come fanno tante persone adulte se vedono due uomini o due donne che si baciano e soprattutto non devono avere pregiudizi…. siamo noi adulti che consideriamo queste cose contro natura!!! …basti pensare che se un maschietto gioca con un bambolotto i genitori lo riprendono subito!!!

    • Cinzia Mari 29 aprile, 2017 at 15:32 Rispondi

      Semmai vedrà nuda la sua mamma con in mezzo alle gambe il gioiello portafortuna uguale a quello di papà, vaglielo a spiegare ad un bambino. Che si operasse al 100% e ne riparliamo.

    • Elisa Luciano 29 aprile, 2017 at 16:09 Rispondi

      Valentina Fanfoni… non metto in dubbio l amore..anche io spieghero a mio figlio quando sara’ in grado di capire che l amore e’ amore sempre w comunque..io nn concordo sul fatto che non si e’ sottoposta all intervento…. vuoi diventare donna si o no?

    • Valentina Fanfoni 29 aprile, 2017 at 21:28 Rispondi

      Cinzia Mari proprio perchè ci persone che fanno battute così infelici i bambini avranno mille pregiudizi e difficoltà ad accettare certe situazioni! …non ha voluto fare l’operazione forse perchè avrà i suoi motivi (paura, problemi di salute…) ma magari è capace di dare più amore ed affetto lei che una figona di mamma!!!

  2. Sara Muzic 29 aprile, 2017 at 18:45 Rispondi

    Certi commenti mi lasciano allibita… ci vorrebbe più civiltà, più comprensione, meno cattiveria… ma pensate che una coppia che non rientra nella vostra ”normalità di coppia” non sia in grado di crescere dei figli? Sono sicura che i figli delle coppie ritenute da voi ”non normali” cresceranno con molto più rispetto e meno pregiudizi di tanti figli cresciuti in famiglie ”standard”

Lascia un commento