Bambini disabili e barriere architettoniche: l'appello di Elena (VIDEO)

bambini-disabili-e-barriere-architettoniche-lappello-di-elena-video

Ha fatto molto parlare l'appello di Elena pubblicato su Facebook rivolto a sensibilizzare, ma anche ad unire tutte le persone che, come lei, si ritrovano ad attraversare le via della città su una sedia a rotelle.

L'appello di Elena che accomuna tutti i disabili

Elena è una bambina di appena 9 anni che vive a Nola, una città che si trova in provincia di Napoli. Purtroppo è costretta a muoversi su una carrozzina a rotelle e si scontra quotidianamente con le barriere architettoniche, l'inciviltà e la disattenzione dei suoi concittadini.
Elena lamenta lo stato dei marciapiedi della sua città : ingombri di qualunque cosa, sedie, tavoli, bidoni della spazzatura, moto e bici abbandonati senza alcuna cura. Tutto ciò le impedisce di andare in giro liberamente con la sedia a rotelle per la città.

Stanca di questa condizione di estremo disagio ha chiesto alla sua mamma di filmarla per realizzare un video-appello che è stato postato su Facebook. Il video ha già ricevuto moltissimi consensi, specie dalle famiglie di persone disabili che si ritrovano ad affrontare le stesse problematiche.

Elena ha voluto sensibilizzare l'opinione pubblica ricordando che serve più educazione e rispetto. "Siete talmente concentrati sempre e solo su di voi che a noi non ci pensate: ma noi esistiamo, fatevene una ragione! Per questo lotterò ogni giorno per dire "no" ai marciapiedi pieni di ogni cosa", queste le parole usate dalla bambina nel filmato denuncia.

Il video della piccola Elena a tutela dei bambini disabili

Lungo i marciapiedi di Nola si trova davvero di tutto e moltissimi oggetti ingombranti non consentono il regolare passaggio dei disabili o anche di chi spinge un semplice passeggino. I marciapiedi sono anche sprovvisti di scivoli e nella maggior parte dei casi vengono utilizzati quali parcheggi per le auto. Ma anche l'arredo urbano lascia a desiderare : cestini della spazzatura, lampioni collocati in mezzo al marciapiede spesso ostacolano la strada a chi si muove con difficoltà.

Una situazione insostenibile e di estrema inciviltà che Elena ha voluto puntualizzare utilizzando queste chiare ed inequivocabili affermazioni: "affinché la gente si renda conto che esistono anche i cittadini disabili, che hanno gli stessi diritti degli altri e vanno rispettati, basta solo un po’ più di attenzione".

Il video è diventato subito virale e le parole della piccola Elena ha catturato l'interesse dell'intera città e non solo. Questa bambina, con la sua grande determinazione, ha lanciato un messaggio forte ricevendo già molta solidarietà.

Si auspica che le parole di Elena possano far cambiare la situazione. Il suo messaggio si conclude con una importante promessa, ovvero quella di continuare a lottare per migliorare la condizione dei disabili e rendere la città vivibile.

Credits : Pina Batino on Facebook

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.