Bambini maleducati: e se la colpa fosse dei genitori?

bambini-maleducati

Si dice che la mela non cada lontana dall'albero, e questo in gran parte è vero, anche se con le sue belle eccezioni. Eppure per la maggior parte dei casi è così quando si tratta di genitori e figli. Molto spesso, infatti, le azioni anche discutibili dei nostri bambino hanno proprio il nostro comportamento come causa. Insomma, i bambini maleducati devono il loro atteggiamento a quanto hanno appreso, direttamente o indirettamente, dai loro genitori.

Insomma, i bambini sono maleducati se i loro genitori non hanno saputo educarli, anzi, per dirla meglio, non hanno dato loro il buon esempio. Parliamo di bambini, non di ragazzi, che in quel caso il discorso si complica con le influenze di altri fattori sociali. 

Bambini maleducati: le cause nella famiglia

Se però si restringe il campo di valutazione del comportamento dei bambini fino all'adolescenza, la causa principale, non assoluta, di comportamenti poco educati è da ricercare all'interno della famiglia. Se nostro figlio, per fare un esempio, scarta un pacchetto di figurine e butta la carta a terra, lo fa perché o non ha visto noi metterla nel cestino della carta o perché ha visto noi gettarla a terra a nostra volta.

Oppure, se siamo in auto e superiamo quelle in coda con una manovra non lecita, anche con un ghigno di soddisfazione, possiamo tranquillamente aspettarci che pure nostro figlio lo farà, magari saltando la fila per andare in bagno a scuola. Questo perché assume come atteggiamento positivo il nostro andar fieri di ciò che si è fatto.

Bisogna, invece, dare l'esempio ai nostri figli. Se prendiamo un cappuccino al bar e ringraziamo il cameriere che ce lo ha portato, con tutta probabilità lo farà anche nostro figlio. E non perché siamo state noi ad imporlo, ma perché avrà catalogato quel particolare atteggiamento tra le cose "che vanno fatte" tra quelle "giuste".

Non lamentiamoci dunque se la maestra sgrida o punisce il nostro Carletto che sbatte a terra lo zaino del compagno, forse, cercando nella memoria, potrà venirci in mente di quella volta in cui abbiamo sbattuto per terra la nostra borsa o il borsello del papà durante una discussione. Meditiamoci.

Please follow and like us:

30 comments

  1. Consuelo Trovò 26 dicembre, 2015 at 23:22 Rispondi

    Certo se tuo figlio di 4 anni gira x le tavole a ficcare le mani sui piatti delle persone che mangiano, se prende i pacchetti di grissini dalle tavole e li schiaccia sotto i piedi,se quando osi contraddirlo dicendo “no amo o patatine o gelato” lui urla peggio di una civetta facendo girare tutta la spiaggia, e tu imperturbabile continui a chiacchierare amabilmente con l’altra rinc*** della tua amica e mi dici “ahahaha è così vivace”…ci scommetto che tuo figlio diventerà un piccolo Lord! No stella mia tuo figlio nn è “vivace”,è un terrorista con i denti da latte!!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.