Bambini più felici con il metodo danese

educazione bambini metodo danese

Al bando ogni tipo di punizione perché i bambini devono essere educati attraverso il dialogo, ed è proprio da qui che nasce il benessere dei nostri figli. Questo è il metodo danese.

Metodo danese: il metodo Montessori del Nord

È da quasi mezzo secolo che la Danimarca si mantiene in cima alle classifiche del World Happiness Report, la lista dei Paesi più felici del mondo, e il metodo riassunto dal libro di Iben Dissing Sandah e Jessica Joelle Alexander sembra racchiuderne in sé tutti i segreti. Secondo le due autrici, l'origine di questa felicità è da ricondursi al modo in cui mamma e papà si relazionano con i loro bambini. Il testo, una vera e propria guida per essere genitori sereni e crescere figli felici, s'ispira a dei principi educativi che sembrano usciti dal metodo Montessori. I punti cardine di questo manuale della buona educazione sono, infatti, ispirati a sei concetti fondamentali, finalizzati all'empatia e alla condivisione: autenticità, condivisione intima dei sentimenti, empatia, gioco, nessun ultimatum ma costante e dettagliata spiegazione delle regole e ottimismo. 

Un metodo basato sulle sensazioni e il gioco

Secondo il metodo danese, gran parte del percorso di crescita del bambino è basato sulla scoperta del mondo che lo circonda attraverso le sensazioni che sperimenta quotidianamente. Per incoraggiare questo processo, i genitori dovrebbero lasciare i propri figli liberi di giocare all'aria aperta con altri coetanei senza troppe interferenze, permettendo loro di gestire liberamente i propri spazi e i propri tempi. In Danimarca, però, è anche vero che le cose funzionano diversamente che in Italia: i piccoli danesi, ad esempio, non sono costretti a trascorrere pomeriggi interi sui libri di scuola perché i compiti non sono ammessi e tutta la loro istruzione si concentra durante le ore di scuola. Questo si traduce in una maggiore possibilità di condividere il loro tempo libero con i genitori e gli amichetti, liberandosi dalle costrizioni e dagli impegni, e dedicandosi a ciò che li rende felici.

8 comments

  1. Maggie Cammarota 21 febbraio, 2017 at 21:39 Rispondi

    Io ho comprato il libro e lo trovo illuminante su parecchie cose.
    Se da oltre 40 anni la Danimarca e’ in testa alle classifiche dei paesi piú felici al mondo penso che non ci faccia male acquisire qualche buona abitudine da loro.

  2. Cinzia Mari 22 febbraio, 2017 at 12:06 Rispondi

    Sono sempre anglosassoni. E poi il fatto che uccidano migliaia di orche innocenti ogni anno solo per il gusto di farlo, ai miei occhi, sono solo degli escrementi in putrefazione seppur con figli “felici”…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.