Bambino nato morto ad Aleppo torna in vita grazie ai medici (VIDEO)

neonato-salvato-aleppo

Aleppo, popolosa città siriana divenuta tragicamente nota per essere lo scenario di una guerra sanguinaria e cruenta, è oggi alla ribalta delle cronache per una notizia fortunatamente positiva: una equipe medica, infatti, è riuscita a salvare una donna e il bambino che portava in grembo.

"Una nuova vita nella città della morte"

Questa notizia è stata riportata dal toccante documentario intitolato “Inside Aleppo: A new life in a deadly city”, ovvero Una nuova vita nella città della morte.

Il regista della pellicola, in un commovente montaggio alternato, mostra agli spettatori un gruppo di uomini che estraggono dalle macerie i morti causati dall’ultimo bombardamento, mentre nella sala operatoria di una struttura sanitaria i medici mettono in salvo una mamma e il suo pargolo.

Mayssa, questo il nome della donna, era rimasta gravemente ferita in un bombardamento a causa di una scheggia conficcatasi nel suo ventre. Essendo al nono mese di gestazione, i medici hanno temuto fino all’ultimo per l’integrità fisica del piccolo. In effetti il figlio di Mayssa è venuto al mondo senza dare segni di vita; solo dopo 20 minuti di massaggi cardiaci, il cuore del piccolo ha ripreso a battere.

Un vero e proprio miracolo, dunque, che ridona la speranza a una città mutilata e ferita a morte. 

16 comments

Lascia un commento