Cambio di sesso su un bimbo di 2 anni a Palermo

cambio-di-sesso

A Palermo un bimbo di appena due anni è stato operato per sottoporsi al cambio di sesso per volontà dei genitori. L'intervento è stato effettuato al Policlinico universitario Paolo Giaccone, dopo che è stato accertato un corredo cromosomico compatibile al sesso maschile nel piccolo, che però è stato dichiarato appartenente al sesso femminile alla nascita. 

Bimbo sottoposto a due interventi

Il piccolo è stato sottoposto a due interventi: il primo ha ricostruito l'organo maschile e la via urinaria intra-peniena; il secondo ha asportato l'utero e la vagina con una tecnica particolare ed innovativa con la partecipazione del dottor Renato Venezia.

Un caso piuttosto frequente

Marcello Cimador, responsabile dell'Urologia pediatrica del Policlinico ha spiegato che casi del genere erano frequenti anche in passato, ma i genitali femminili dei bambini venivano mantenuti poiché l'operazione necessaria, la cosiddetta "androgenizzazione cerebrale", era poco conosciuta e soprattutto molto complessa.

Grazie alle nuove tecniche, con il lavoro congiunto di genetisti, neonatologi, ginecologi e chirurghi pediatri questi interventi, pur non essendo di routine, sono molto meno complessi rispetto al passato.

Please follow and like us:

84 comments

  1. Debora Palazzo 27 settembre, 2016 at 11:23 Rispondi

    Ma sono stupidi? E se crescendo gli piacciono i maschi perché nato femmina? Ma non stanno bene e poi con lo sviluppo come lo nasconderá il seno? Queste cose dovrebbero essere illegali? Ma con quale diritto trasformano la vita dei propri figli? Avrá fatto quello che voleva una volta cresciuta

  2. Alessia Ghedin 27 settembre, 2016 at 11:31 Rispondi

    Anch’io sono d’accordo che da grande avrebbe scelto liberamente ma se l’apporto cromosomico è maschio secondo me si sarebbe sempre sentito maschio e forse più in là l’operazione sarebbe stata anche più difficile e anche l’inserimento nella società con un altro sesso.

    • Alessia Ghedin 27 settembre, 2016 at 13:31 Rispondi

      Non lo so comunque molte famiglie ora fanno l’amniocentesi o villocentesi in gravidanza e il corredo cromosomico viene visto.Anch’io mi stupirei se mi dicessero maschio e invece nascesse femmina o viceversa e andrei a fondo.Io penso che un conto sia essere omosessuali, un conto sia sentirsi ingabbiati in un corpo non tuo…ora non pensare che sia il mio caso…ma non riporto esempi per rispetto di chi conosco.

  3. Mihaela Teleptean 27 settembre, 2016 at 11:37 Rispondi

    Non avrei avuto il coraggio di prendere una decisione cosi importante per la vita di mio figlio… penso che da piccolo (6/7 anni) inizierei a spiegarli la situazione in modo che abbia la piena conoscenza e tutto il tempo necessario per fare la giusta scelta per se stesso.. è cmq una decisione che spetta al bambino..

  4. Maria Luisa Manzella 27 settembre, 2016 at 11:38 Rispondi

    Il bambino è nato bambinA ma con un corredo cromosomico maschile e quindi con tutto quello che ne consegue sia a livello fisico/biologico che psicologico. L’ intervento è stato eseguito da un’equipe medica multidisciplinare e la bambina ha 2 anni. Quindi se sono arrivati a quell’età avranno valutato bene perché operare. Ieri ho letto l’articolo sul giornale di Sicilia. Ma perché, prima di sputare veleno, non approfondite meglio le cose…?!

  5. Giusy Bilotta 27 settembre, 2016 at 13:10 Rispondi

    Non credo che possa essere vero! Una bambina di 2 anni che cambia sesso x volonta dei genitori??? Qui in Italia x di più! E dove sono finiti i diritti dei bambini? Non credo che un simile intervento sia consentito dalla legge e tanto meno dal buon senso sia del genitore che del medico!! Se poi l’intervento è stato fatto x problemi organici… beh! Quello è un altro discorso!

  6. Pamela Gloria 27 settembre, 2016 at 13:16 Rispondi

    Allora il discorso cambia , l’ articolo cmq non ha parlato di questo problema ha generalizzato troppo facendo capire che hanno cambiato sesso alla bimba e basta solo per una preferenza di sesso maschile! Quando si scrive lo si deve fare credo in modo tutto sincero senza far capire alle persone che leggono altro perché ormai al giorno d oggi si vede e si sente di tutto!

  7. Patrizia Caciagli 27 settembre, 2016 at 14:02 Rispondi

    Se genitori e medici hanno considerato questa operazione evidentemente sapevano che durante la pubertà i tratti della bambina avrebbero preso somiglianze più maschili poi cambiare sesso dopo sarebbe stato devastante meglio averlo fatto da piccolo un corredo cromosomico maschile avrebbe fatto si una ragazza con barba e voce maschile rendete vi conto prima di esprimere pensieri su come si sarebbe sentito da grande complimenti ai genitori per il coraggio della scelta e medici anche.

  8. Dany-chan Andreoni 27 settembre, 2016 at 14:03 Rispondi

    Scusate l’ignoranza…. la bambina aveva gli organi riproduttivi femminili, cosa aveva di masxhile oltre al corredo cromosomico maschile….cioè :come lo hanno saputa questa cosa del corredo cromosomico? Durante un ‘ esame in gravidanza? Non ho ben capito….

  9. Milena Campolunghi 27 settembre, 2016 at 14:20 Rispondi

    Boh io non capisco corredo cromosonico maschile e poi ovaie che producono ormoni femminili….e quindi ? E poi perché hanno controllato il corredo cromosonico se apparentemente era una bambina ?? Questa storia mi sa di bufala

  10. Marta Loi 27 settembre, 2016 at 16:36 Rispondi

    Tutti pronti a esprimere giudizi… ma siete tutti medici genetisti? Esperti di cambi sesso? Chirurghi urologi pediatrici? Sarebbe meglio parlare se competenti… im caso contrario tacere è segno.di intelligenza

  11. Sara Muzic 27 settembre, 2016 at 18:09 Rispondi

    Io credo che questi genitori abbiano fatto bene a prendere questa decisione e credo anche che non sia stato affatto facile affrontare questa cosa, in primis per il bambino, perché trattasi bambino e non bambina. A molti sfugge il fatto che l’aspetto esteriore a volte non è compatibile con quello che so è in realtà. Credo che questo bambino avrebbe sofferto molto di più con un corpo da bambina.

  12. Federica Savia 27 settembre, 2016 at 22:10 Rispondi

    Io credo che in questi casi la cosa migliore sia tacere e non sparare giudizi e sentenze a casaccio…..se l’equipe medica ha consigliato ai genitori di fare questa operazione, vuol dire che andava fatta….punto!

  13. Denise Zonta 27 settembre, 2016 at 22:19 Rispondi

    È successo anche da altre parti molti anni fa, hanno aspettato un po’ di mesi e poi hanno fatto tutte le analisi del caso per vedere quale dei due sessi prevaleva, qui non si parla di amore psiche e da grande sarò… ci possono essere varie complicazioni fisiche.
    Chi conosco è oggi una felice mamma.

  14. alessandra 2 ottobre, 2016 at 10:28 Rispondi

    Certo i genitori hanno agito nell’ interesse della figlia/o per evitarle un giorno traumi derivanti dal fatto di non riconoscersi nel proprio corpo. Ma non hanno pensato alle conseguenze mediatiche di questa vicenda, al fatto che un piccolo innocente viene consegnato alla storia (e ai compagni di scuola per primi) come la vittima di uno scherzo capriccioso della natura. E questo non dovrebbe causare ripercussioni psicologiche? complimenti a medici e magistrati, una associazione benefica

  15. Marc 4 ottobre, 2016 at 00:50 Rispondi

    Le cellule germinali maschili sono nei testicoli quelle germinali femminili nelle ovarie.
    Il corredo cromosomico cellulare (di una cellula generica qualunque) o è nel nucleo, oppure c’è quello mitocondriale (quello matrilineare) nei mitocondri nel citoplasma. Bisognerebbe leggere un articolo scientifico per sapere cosa e’ stato fatto esattamente…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.