I capelli possono rilevare la depressione post-partum?

capelli depressione post parto

Uno studio spagnolo condotto da Mara Isabel Peralta Ramirez presso l'Università di Granada, e pubblicato sulla rivista "PLOS ONE", rivela che è possibile individuare i sintomi della depressione post-partum con una semplice analisi dei capelli. Lo studio rientra nella ricerca "Gestastress", finalizzata ad individuare le possibili correlazioni tra lo stress cronico ed il parto, il rapporto mamma-neonato e lo sviluppo neurologico del bambino.

La ricerca sulla depressione post-partum

La ricerca ha misurato la presenza del cortisolo, il principale ormone dello stress, nei capelli delle future mamme. Se il test evidenzia una presenza corposa di cortisolo, allora ci sono buone possibilità che la futura mamma possa soffrire di depressione post-partum. In questi casi si può agire per tempo, intervenendo sulla paziente anche senza trattamenti farmacologici.

Prevenire la depressione post-partum sarà possibile

La ricerca ha coinvolto 44 gestanti, sulle quali è stata misurata la presenza di cortisolo nel primo e nel terzo trimestre di gravidanza. Il cortisolo nel capello raccolto indicava lo stato di stress delle gestanti rilevato nei tre mesi precedenti il test. Se i dati raccolti mostravano un livello piuttosto alto di cortisolo, la tendenza alla depressione post-partum era molto più forte.

In futuro quindi sarà possibile prevenire questa patologia con un test semplice ed economico da effettuare anche durante la gravidanza.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.