Carattere, temperamento, personalità. Qual è innato nei bambini?

Quante volte vedendo un atteggiamento di nostro figlio, abbiamo affermato: “E’ tale e quale a suo padre!”, oppure osservando i suoi comportamenti in certe situazioni, abbiamo pensato “ha un carattere esattamente come il mio…”. Con queste considerazioni, potremmo forse pensare che il carattere, come la fisionomia e il colore di occhi e capelli, sia ereditario. Ebbene, non è così! Come sottolineano gli psicologi, infatti, per prima cosa occorre fare una distinzione importante tra carattere, temperamento e personalità.

Quando si parla di ereditarietà, e quindi di quei fattori legati alla trasmissione genetica e alle generazioni di antenati, si è nella sfera del temperamento. Esso è caratterizzato, infatti, dagli aspetti innati, dettati da precise connotazioni cerebrali e slegati dai contesti culturali o ambientali. Alcune caratteristiche del temperamento, quindi, sono presenti fin dalla nascita.

Il carattere, invece, si delinea in base all’ambiente in cui si vive. Deriva dalla parola greca “impronta” e, proprio come un’orma si plasma, in maniera personale, sul contesto socio-culturale in cui un bambino si trova. La personalità, infine, è il modo in cui vediamo noi stessi e in cui ci presentiamo agli altri. Deriva dal latino “persona”, che significa “maschera dell’attore”. La personalità è la combinazione di temperamento e carattere.

Il modo di comportamento di un neonato, quindi, è dettato dal temperamento, che, nei suoi tratti specifici, rimane immutato nel percorso di crescita di ognuno. Il vero e proprio carattere, invece, è una combinazione di fattori diversi: di tipo ambientale, emotivo, educativo e sociale, in continua evoluzione e legati alle esperienze di vita di ognuno.

Mamma e papà, quindi, dovrebbero cercare di comprendere e sostenere gli aspetti più autentici del carattere dei propri figli, legati al loro temperamento, senza influenzare troppo la loro personalità per farli assomigliare, anche inconsciamente, a un loro modello ideale. Sostenere l’individualità di ognuno e permettere uno sviluppo psico-emotivo autonomo sono atteggiamenti alla base di una crescita armoniosa e autonoma per acquisire un’equilibrata fiducia in se stessi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.