'Cerco lavoro per mia mamma': l'appello su FB di una bimba di 11 anni commuove il web

cerco-lavoro-per-mia-mamma-lappello-su-fb-di-una-bimba-di-11-anni-commuove-il-web

L’appello di una ragazzina romana di 11 anni su Facebook per cercare lavoro per la madre vedova ha scatenato una gara di solidarietà in rete, con centinaia di risposte che contenevano sia offerte di lavoro che consigli pratici.

L’appello della ragazzina

Era il 5 gennaio, ma invece di pensare ai regali che le avrebbe consegnato nella notte la Befana, una ragazzina di 11 anni ha postato su Facebook un appello per cercare un lavoro per la madre.

"Cerco lavoro per mia mamma" sono state le parole postate sul web: la ragazza ha spiegato che dopo la recente morte del padre, la famiglia si è trovata in difficoltà proprio perché la madre è disoccupata. La ragazza ha completato l’appello ringraziando anticipatamente tutte le persone che avrebbero aiutato.

La madre in precedenza era occupata nel settore delle strutture ricettive ma attualmente è senza lavoro e negli ultimi tempi aveva dovuto restare vicino al marito, scomparso prematuramente a causa di una malattia. La madre ha una esperienza anche nel settore dell’assistenza e un curriculum di ottimo livello.

Il video della settimana

Il messaggio su un gruppo Facebook

La ragazzina ha postato il suo messaggio su un gruppo Facebook del quartiere romano di Appio Latino e le risposte non si sono fatte attendere.

Sono stati infatti tantissimi a commentare sia offrendo dei posti di lavoro che dei consigli. Alcuni utenti che fanno parte del gruppo ed hanno una propria attività, hanno fornito i loro recapiti alla donna invitandola ad un contato telefonico dal quale poteva scaturire una offerta di lavoro, ma anche altre persone hanno segnalato degli annunci di lavoro dei quali erano a conoscenza.

Altre persone infine, hanno consigliato la donna e la bambina riguardo alle possibili agevolazioni connesse al reddito basso e anche ai bonus ottenibili. Alcune persone che risiedono nello stesso quartiere hanno cercato di aiutare materialmente la bambina e la mamma, creando una rete solidale e stando vicini ad entrambe anche da quel punto di vista.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.