Con la Fondazione Theodora nascono i Dottor Sogni

A quale bambino non piacciono i pagliacci?

Con i loro colori, i nasoni rossi e le buffe parrucche portano gioia e serenità. E di gioia hanno davvero bisogno i piccoli pazienti, che sono costretti a restare in ospedale per lunghi periodi, con il solo desiderio di vedere rallegrate le loro giornate.

Grazie alla Fondazione Theodora Onlus, tutto ciò è possibile. Dai corsi in cui si insegnano le tecniche di intrattenimento pediatrico in ambito ospedaliero, infatti, nascono i “Dottor Sogni”, artisti professionisti che aiutano i bambini e le loro famiglie nel difficile periodo del ricovero ospedaliero. Questi “dottori” molto speciali lavorano in stretto contatto con l’équipe medica e gli infermieri e si occupano della parte “sana” dei bambini, attraverso giochi, sorrisi, disegni, emozioni.

Il video della settimana

Le selezioni per diventare un Dottor Sogni sono molto rigorose. Gli aspiranti clown devono essere motivati e consapevoli di ciò che andranno a fare. Nonostante l’aspetto, il trucco e parrucco, infatti, la loro missione è molto seria. Le lezioni teoriche, supportate anche da uno psicologo, trattano di temi come l’igiene ospedaliera, i diritti dei bambini in ospedale e non solo. Seguono poi lezioni pratiche di tirocinio nei reparti al fianco di un Dottor Sogni di lunga esperienza.

Oltre a ciò, i corsi di aggiornamento sono costanti, con due seminari all’anno, due scambi con diverse realtà ospedaliere e due “visite di coaching” per colmare le proprie lacune. La Fondazione Theodora, inoltre, nel pieno rispetto dei diritti di ognuno, ha una Carta Etica e un Codice di Comportamento che i suoi affiliati sono tenuti a seguire con scrupolo.

Tanto di cappello, quindi, e un mare di applausi a questi artisti che, con serietà e professionalità, donano un sorriso a chi ne ha più diritto: i bambini.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.