È primavera, risvegliamo le due ruote!

Il tiepido sole di aprile e le temperature decisamente più miti non possono che risvegliare in noi la voglia di metterci in sella e partire per una bella pedalata.

È ora, quindi, di scendere in garage e tirar fuori la nostra bicicletta che, sicuramente, avrà bisogno di un po' di manutenzione.

Gonfiare le ruote, pulire i fanali catarifrangenti o verificare il corretto funzionamento della dinamo sono solo alcuni degli interventi da fare e che possiamo svolgere in autonomia. Se, tuttavia, le cose fossero più complesse, prima di cimentarci nell'acquisto di una nuova fiammante bicicletta, possiamo rivolgerci a uno dei tanti manutentori presenti sul territorio: con una modica spesa daremo una seconda vita alle nostre due ruote.

E se la bicicletta fosse ormai da buttare, come possiamo scegliere quella nuova? Innanzitutto pensiamo a quali percorsi e per quali motivi utilizzeremo la bicicletta: per la città, per escursioni o per entrambi i casi? A seconda delle nostre esigenze, sceglieremo un modello city, una mountain bike o un ibrido. In ogni caso, non dimentichiamo di valutarne la leggerezza e maneggevolezza: andare in bicicletta sarà un piacere che partirà proprio da queste due caratteristiche.

Se intendiamo equipaggiare la bicicletta con un seggiolino per bambini, valutiamo la presenza di adeguati sostegni.

Per chi di noi volesse coniugare bicicletta con il tragitto casa-lavoro, potrebbe essere perfetto un modello pieghevole, facilmente riponibile nel bagagliaio: un'ottima soluzione per raggiungere la pista ciclabile che ci porti al lavoro, senza arrischiarci sui tratti più pericolosi. Non meno importante, sarà la valutazione del cambio sul quale non dobbiamo assolutamente limare: meglio investire qualcosa adesso che ritrovarci con un modello pesante da guidare e pentirci in seguito della scelta fatta.

Fra gli accessori, oltre al seggiolino per il bambino, valutiamo se ci occorre un cestino o un portapacchi posteriori; assolutamente indispensabili parafanghi, campanello e luce notturna. Oltre, naturalmente, a catena per legarla una volta giunte a destinazione.

Infine, non lasciamo mai a casa la voglia di pedalare e rilassarci concedendoci momenti di  libertà e benessere!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.