Frankie, la bambina nata con acqua nelle vene al posto del sangue

frankie-morrison

Un caso clinico probabilmente unico al modo: la piccola Frankie Morrison è nata con appena 35 ml di sangue nelle vene.

Frankie Morrison, la bambina d'acqua

Sembra una bambina come tante, ma la sua storia ha dell'incredibile che in molti definiscono "un miracolo". Un anno fa veniva al mondo la piccola Frankie Morrison, una bimba nata all’ospedale di Kingston Upon Hull (Inghilterra) e protagonista di una vicenda straordinaria, tuttora senza spiegazione.

Al momento della nascita, infatti, nelle sue vene scorreva quasi esclusivamente acqua e solo 35 ml di sangue, il corrispettivo di due cucchiai da cucina.

Maria, la mamma della bimba, era reduce da una gravidanza molto sofferta, poi conclusasi con un cesareo d'urgenza, e dopo il parto i medici le consigliarono di chiedere l'intervento di un prete perché sua figlia non aveva alcuna possibilità di sopravvivenza. La neonata, infatti, benché fosse viva, aveva trascorso i primi due giorni dopo il parto nella più totale immobilità e niente lasciava presagire che avrebbe potuto ristabilirsi.

Ma la piccola ha sorpreso tutti e, dopo lunghi momenti di angoscia, ha ripreso i sensi. Da allora è trascorso un anno e la bambina sta bene.

Un rompicapo insoluto

Frankie adesso ha da poco ha festeggiato il suo primo specialissimo compleanno in compagnia dei suoi genitori e delle sue due sorelline.

"Pensavo di averla persa - racconta la madre al quotidiano britannico "Mirror" - avevano detto che non aveva grandissime speranze di sopravvivere, ma adesso sta bene e noi siamo felicissimi".

Negli ultimi mesi, la piccina ha dovuto affrontare molte cure, mirate soprattutto a risolvere il problema della scarsissima percentuale di emoglobina nel suo corpo, sette volte inferiore alla norma. Frankie, però, sta superando tutto egregiamente.

Ancora oggi il suo caso rimane avvolto nel mistero e nessuno ha saputo capire le cause di questa "strana" malattia e, ancor più, come la bambina sia riuscita a scampare alla morte nonostante tutto.

Please follow and like us:
error

3 comments

  1. Maria Di Palo 16 Novembre, 2016 at 18:53 Rispondi

    Ma perché devono succedere ste cose, come hanno fatto a non accorgersene prima. Ora magari questa bellissima bambina dovrà passare metà della sua vita sotto i ferri, o con un aiuto ai reni e tutto un po. Poverina.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.