Il mare fa bene. Ecco (scientificamente) perché

il-mare-fa-bene

Il mare, è opinione condivisa, mette allegria, scioglie le tensioni e aiuta a rilassarsi. E questo senso di pace e di benessere non è dovuto solo al fatto che, solitamente, il mare è il luogo spensierato delle vacanze estive e, quindi, valvola di sfogo da un anno di scuola e lavoro. Stando a vari studi condotti dalle Università di tutto il mondo, ci sarebbero almeno 5 ragioni scientificamente provate del perché il mare faccia realmente bene alla nostra salute. Insomma, è appurato che il mare fa bene per:

  • Il blu. Dai risultati di uno studio della British Columbia University, pare che la composizione cromatica delle gradazioni del colore del mare riesca ad infondere, più di altri, un senso di pace e tranquillità. Il semplice osservare il mare, in silenzio, aiuta a rilassare le tensioni e diffonde una sensazione di benessere.
  • Le onde. Il tipico rumore delle onde che si infrangono sugli scogli o sul bagnasciuga, è una “melodia” che aiuta a rilassare il cervello. Come afferma William Dorfman, professore di psicologia alla Nova Southeastern University, questa musica naturale porta ad un equilibrio di serotonina e dopamina, le sostanze “positive” del nostro organismo. Inoltre, l’acqua ha un legame ancestrale con il corpo umano, influenzando il nostro bioritmo dal punto di vista fisico e psicologico. Mettersi in connessione con l’acqua significa tornare alla vera essenza di sé.
  • Il sole. L’esposizione alla luce fa bene alla pelle, naturalmente protetta con creme specifiche. Oltre a dare un colorito dorato che attenua i difetti, il sole favorisce lo sviluppo di vitamina D, indispensabile per l’assorbimento del calcio nelle ossa.
  • Il bioclima. Stando a studi condotti dall’Università Statale di Milano, i particolari bioclimi legati al mare hanno influenze positive sul nostro corpo. Il “bioclima oceanico (o di scoglio)” fa bene alle vie respiratorie e il “bioclima di spiaggia degradante” ha proprietà calmanti, particolarmente utili in caso di allergie stagionali, nevrosi depressive o infarti.
  • La sabbia. Camminare senza scarpe sulla spiaggia fa bene ai piedi, irrorati da molte terminazioni nervose. Le passeggiate sul bagnasciuga sono veri e propri massaggi naturali che apportano benefici a tutto l’organismo. Inoltre, stare a piedi nudi sulla sabbia, permette di unirsi alla Terra, alle radici e di scavare inconsapevolmente nel nostro profondo.
Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.