Jessica Biel e Justin Timberlake: fare i genitori h24 non è umano, anche nostro figlio non ci sopporta più

jessica-biel-e-justin-timberlake-fare-i-genitori-h24-non-e-umano-anche-nostro-figlio-non-ci-sopporta-piu

A casa tra "pezzi di lego e torte di compleanno", così descrive il suo tempo in quarantena Jessica Biell, famosa attrice che sta trascorrendo questo periodo a casa, come tutti noi, con il marito Justin Timberlake e il figlio di 5 anni.

Il piccolo Silas Randall Timberlake ha la fortuna di passare questo tempo nella casa di campagna di famiglia nel Montana, a contatto con la natura e può giocare liberamente. Nonostante questo, scherzando il padre ammette che intravede nelle sue espressioni il bisogno di un momento di pausa dal full time con i genitori. "Fare i genitori h24 non è umano", sottolinea Timberlake, servirebbe un "break pubblicitario" per prendere una boccata d’aria in tranquillità.

Le dichiarazioni del cantante hanno suscitato le critiche di molti utenti che hanno fatto notare la fortuna di poter trascorrere un periodo così difficile in una grande casa di campagna con un solo figlio e senza dover lavorare in smart working. Sicuramente Timberlake è consapevole della sua situazione privilegiata, ma ha voluto fare una battuta perché come genitore di un figlio piccolo si sente vicino a chi è nella sua stessa situazione e si trova a dover intrattenere un bambino, o più di uno, tutti i giorni.

Ricordare i momenti felici e aiutare chi ha bisogno

Jessica Biell pubblica un’immagine della scorsa estate sul suo profilo Instagram, consigliando di consultare l’archivio delle foto sullo smartphone per ricordare i momenti belli. Vecchi scatti che ci fanno sorridere e ripensare alle esperienze che ci hanno fatto stare bene, giornate di sole al mare o trascorse con gli amici, un pranzo in famiglia o una pizza sulla spiaggia.

Non solo però messaggi di speranza, ma anche azioni concrete: come tanti vip e personaggi famosi, anche il cantante e sua moglie hanno deciso di fare una donazione per sostenere associazioni che aiutano chi è meno fortunato. L’11 aprile in occasione del compleanno del piccolo Silas hanno donato a Save the Children e Feeding America e incoraggiano a fare lo stesso per aiutarci a vicenda nella speranza di superare presto questa difficile situazione.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.