Quattordicenne stanco la quarantena fugge dalla finestra: accade a Torino

quattordicenne-stanco-la-quarantena-fugge-dalla-finestra-accade-a-torino

La pandemia ha comportato drammi e disagi per tutti. Non solo per i contagiati, ma anche per quelli venuti in contatto con dei positivi la vita è resa difficile dal rispettare la quarantena. Un fatto abbastanza inusuale è accaduto in provincia di Torino, nel paese di Beinasco nell’hinterland del capoluogo piemontese. Un ragazzino di 14 anni è infatti letteralmente "evaso" dalla camera dove si trovava in isolamento, calandosi dalla finestra.

Una vera e propria fuga

Il ragazzino di 14 anni era in DAD, come tutti i compagni di classe, essendo stato a contatto con un componente della classe stessa che era poi risultato positivo al Covid 19, prima che cambiassero di nuovo le regole per la scuola.

Il 14enne era stufo di stare in quarantena in casa ed è sgattaiolato fuori casa in modo rocambolesco, tipico dei film, confezionando una corda con le lenzuola del suo letto. Per lui, come per tutti i compagni era infatti necessario restare in isolamento fiduciario per un periodo di 10 giorni, dopo i quali avrebbe dovuto sottoporsi al tampone di controllo per tornare in classe.

Per il ragazzino non si trattava della prima quarantena. Infatti nei due anni trascorsi da quando è iniziata la pandemia, sono già state molte le situazioni in cui si è trovato costretto in casa, sia per i periodi di lockdown che si sono verificati nei primi mesi della pandemia, che successivamente per isolamenti preventivi a causa di contatti con contagiati.

Il video della settimana

La fuga e la cattura

Mercoledì scorso il ragazzino ha messo in atto il piano di fuga, calandosi dalla finestra per mezzo della corda di lenzuola. Sfortunatamente per lui, la sua fuga è stata notata dal padre, che si è accorto della sua assenza e quindi ha immediatamente contattato i carabinieri dando l’allarme.

La ricerca da parte delle forze dell’ordine è iniziata immediatamente e poco dopo il ragazzino è stato trovato mentre era in giro da solo nel suo paese, senza aver incontrato nessuno durante la fuga. Dopo il ritrovamento i carabinieri hanno riportato a casa il ragazzino che ora ha ripreso la quarantena. Nei suoi confronti non sono stati presi provvedimenti punitivi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.