"Con la mia cicatrice vi spiego perché NON ho scelto il cesareo"

cicatrice-cesareo

Il gesto di Jodie Show è davvero forte. Con una foto postata per raccontare la sua esperienza con il taglio cesareo, Jodie mostra una cicatrice che per lei è simbolo di vita.

Il messaggio di mamma Jodie è chiaro. Con la foto che testimonia il suo parto cesareo vuole raccontare a tutti, attraverso un’immagine abbastanza forte, che spesso le donne non scelgono di mettersi sotto i ferri. Non hanno altre possibilità.

Sofferenza da parto: naturale vs cesareo

La sofferenza che arreca un parto non dipende soltanto da che cosa si affronta. Si soffre ugualmente anche se il parto non è fisiologico o se la donna non entra in travaglio e si attiva subito la pratica del cesareo. La dimostrazione più reale è questa foto di Jodie e il post che l’accompagna:

Non posso cambiare le opinioni della gente ma ho deciso di pubblicare questa foto per far capire a tutti che a volte non si ha scelta. Io avevo un fibroma delle dimensioni di un melone sul mio collo dell'utero e poca placenta, il che significa che ho una cicatrice più grande del normale ma ho dato ugualmente alla luce il mio bambino. La prossima volta che si giudica una donna per aver scelto il parto cesareo bisogna fermarsi un attimo e riflettere sul fatto che potrebbe essere stata costretta a farlo. Quale persona desidera sottoporsi a un operazione che richiede 6 settimane di recupero?”

Non possiamo che essere d’accordo con lei!

214 comments

    • Veronica Lombardo 17 ottobre, 2016 at 20:57 Rispondi

      Anch’io. …mi ci sono voluti tre mesi x riprendermi completamente. Credo che ogni caso sia a se….e nn mi pare assolutamente rispettoso nei confronti di chi ha sofferto di più dire ..io ci ho messo un giorno a riprendermi. .io quattro ecc.

    • Paola Gotuzzo 18 ottobre, 2016 at 02:21 Rispondi

      Non è mancanza di rispetto scusa io c’ho messo poco a riprendermi ,il dolore è anche soggettivo .forse la soglia del dolore è diversa ti dico solo che avrei preferito 20 cesarei al mal di denti che mi capitò l’anno dopo.e poi alle donne che si apprestano a questo parto intervento è anche giusto sapere che c’è gente che l’ha messo poco nel postoperatorio.io l’ho paragonato all’appendicectomia . può darsi che stia anche al professore che ti opera …Bo? Ma veramente non è mancanza di rispetto.😉

    • Paola Gotuzzo 18 ottobre, 2016 at 02:21 Rispondi

      Non è mancanza di rispetto scusa io c’ho messo poco a riprendermi ,il dolore è anche soggettivo .forse la soglia del dolore è diversa ti dico solo che avrei preferito 20 cesarei al mal di denti che mi capitò l’anno dopo.e poi alle donne che si apprestano a questo parto intervento è anche giusto sapere che c’è gente che l’ha messo poco nel postoperatorio.io l’ho paragonato all’appendicectomia . può darsi che stia anche al professore che ti opera …Bo? Ma veramente non è mancanza di rispetto.😉

  1. LA Yle Nicholas 17 ottobre, 2016 at 20:26 Rispondi

    6 settimane ??? 12 ore di travaglio cesareo d urgenza lacerazione della vescica durante l operazione catetere e flebo , salita in camera alle 2.30 di notte alle 7 ero in piedi e sono andata a prendermi il mio principino!!!!!! Ovviamente non è che correvo e nemmeno le settimane successive ma x il semplice fatto che ho dovuto tenere il catetere 18 giorni !!!!

  2. Elena Ramona 17 ottobre, 2016 at 20:27 Rispondi

    Ma anche se una donna scegliesse di fare il cesareo dov’è il problema ? Cos’è ? Facciamo la gara ? Chi soffre di più riceve il premio ” la mamma piu brava del mondo”.? Ognuno è libera si scegliere per sé

  3. Cristina Cordova 17 ottobre, 2016 at 21:07 Rispondi

    Io ho partorito il mio primo figlio con parto fisiologico dopo 16 ore di travaglio , mentre la seconda dopo 2 ore di travaglio è nata con un cesareo d’urgenza … Avendoli vissuti entrambi posso dire che meglio 16 ore di travaglio con dolori allucinanti che il post parto del cesareo! Ancora mi vengono i brividi a pensarci

  4. Kata Giak 17 ottobre, 2016 at 21:07 Rispondi

    Io I miei ultimi due bimbi li ho dovuti fare cn I’ll cesario perché non mi dilatavo ed erano uno in sofferenza e l’altra senza liquidi amniotico quindi sn stati costretti a farmi il cesario per il loro bene ma ho sofferto tantissimo soprattutto il secondo cesario fa malissimo perché mi disse il gine che era normale perché era il mio secondo cesario ed era meglio se evitato di rimanere di nuovo in cinta perché un terzo cesario poteva compromettere la mia vita ma a dirvela tutta raga anche se ho due maschietti e una Bellissimo bimba non ho smesso di volerne altri ma ormai nn posso piu… Cmq io il primo l’ho fatto naturale e speravo anche gli altri ma l’importante e che loro sn nati in salute…

  5. Alessandra Fregosi 17 ottobre, 2016 at 21:17 Rispondi

    Una mia amica ha partorito il mese scorso e poverina l hanno assassinata ha avuto un parto normale con 45 punti sotto e in più quando l hanno mandata a casa dopo un po ha avuto anche una bruttissima infezione sotto quindi non sempre i parti naturali vanno bene

  6. Ugoangela Platania 17 ottobre, 2016 at 21:26 Rispondi

    Arrivo in ospedale mi ricoverano per monitorarmi tutta la notte la mattina iniziano i primi dolori fino il tardo pomeriggio si rompono le acque ed erano verdi mi mettono le flebo per aiutarmi a dilatarmi ma nulla ne anche con il gel…dopo qualche ora insofferenza fetale e sono arrivato al cesario d’urgenza e la bimba incanalata ma per fortuna tutto bene…ma ho provato entrambi i parti per una sola gravidanza e la ripresa non è stata facilissima…ma per i miei figli mi sono sempre ripresa in fretta…dopo il primo cesario ne ho avuto un secondo peggiore con una forte emorragia causata dalle troppe aderenze…e infine ho provato anche il terzo e vi devo dire che è stato il migliore in assoluto…no e stata una mia scelta ma una necessità, e se potevo scegliere avrei fatto tre parti naturali….

  7. Juliana Nova 17 ottobre, 2016 at 21:28 Rispondi

    Ho dovuto fare due parti con il taglio cesareo perché entrambi i miei figli erano posizione podalica e purtroppo mi sento ancora dire:beata te xke nn hai sofferto e sentito niente…gente tutte le mamme purtroppo soffrono al parto ke sia prima durante o dopo…!!!

  8. Ely Betty 17 ottobre, 2016 at 21:34 Rispondi

    Io parto cesareo con urgenza e ho dovuto guidare dal giorno di dimissione per venti giorni di cui 10 con punti per andare a trovare mia figlia e ogni sera 30km ad andare e 30km a tornare non c’è da criticare nessuno ogniuno fa le proprie scelte chi le fa per scelta chi per obbligo come ne buona serata

  9. Simona Protasi 17 ottobre, 2016 at 21:36 Rispondi

    Avevo 23 anni ….settimane 33+3 kg presi in gravidanza 8 …pressione arteriosa 165/115 dopo un mese di cure….cesareo d’urgenza senza alcuna possibilità di scelta!
    Il cesareo mi ha salvato la vita !

  10. Francesca Oriani 17 ottobre, 2016 at 21:59 Rispondi

    Io sono stata costretta x due volte e x due volte il parto cesareo ha salvato la vita ai miei bambini naturalmente nn sarebbero mai nati vivi ne il primo ne il secondo ma la cicatrice la porterò a vita

  11. Caterina Mihai 17 ottobre, 2016 at 22:08 Rispondi

    Nn importa come si partorisce, il fatto che una donna porta alla luce un figlio/a è la più importante e meravigliosa notizia. Io mi considero fortunata x aver fatto un parto naturale. Il cesareo mi fa più paura.

  12. Stefania Rosso 17 ottobre, 2016 at 22:11 Rispondi

    6 settimane per il recupero mi sembrano un po troppe….
    Io primo figlio parto naturale, il secondo figlio podalico e quindi parto cesareo, secondo gg dopo il parto ero in piedi, quarto giorno a casa e dopo una settimana ero autonoma…. e ora dopo un anno e mezzo la cicatrice è quasi invisibile.

  13. Mae Fini 17 ottobre, 2016 at 22:42 Rispondi

    Il mio parto naturale di naturale ha avuto ben poco…. I punti ricevuti non li hanno neppure contati …… 18 gg post partum di tachipirina, dolori tremendi, ematoma, impossibilità di stare seduta, addominali doloranti…. Non dico il cesareo sia meglio, non lo so, però io il naturale non lo rifarei !!!!!!!!!!!!!!

  14. Mihaela Teleptean 17 ottobre, 2016 at 22:57 Rispondi

    Stefania Rosso a parte il fatto che c’è una grande differenza tra un cesareo programmato e uno d’urgenza…… ogni donna è a sé e vive il post cesareo in modo diverso… io ho fatto due gg e una notte di travaglio finito con cesareo d’urgenza per sofferenza fetale.. beh ti dico solo che ho sofferto moooooltttoooo di meno durante il travaglio..

  15. Maria Delfino 17 ottobre, 2016 at 22:58 Rispondi

    Sono una mamma di due bambini,una partorita naturalmente,il secondo purtroppo con un cesareo e posso dire che la seconda esperienza x me è stata tragica….quindi non sottovalutiamo chi subisce un cesareo. È sempre un intervento

  16. Marcy Bracco 17 ottobre, 2016 at 23:13 Rispondi

    Non è vero che ci vojono 6 settimane di recupero … il gg dopo si sta in piedi ! Xche fare questa campagna subdola e perfida? Mah… ogni mamma fa come crede .. non rende ne più ne meno mamme di altre !

    • Mirella Laera 17 ottobre, 2016 at 23:26 Rispondi

      Ogni parto è differente che sia naturale o no… e quindi anche i tempi di recupero… c’è chi dopo tre giorni sta bene e chi ci mette di più… a me personalmente ci sono voluti quattro settimane per riprendermi dal cesario, sono tre gemelli, mia cognata già dal terzo giorno stava bene…… e cmq o si fa il parto naturale o il cesario c’è una cosa che ci accomuna siamo MAMME!!!!! 💖

    • Marcy Bracco 17 ottobre, 2016 at 23:30 Rispondi

      Mirella Laera tre gemelli credo ci volevano le stesse settimane anche naturale hihiji scherziamo un po’! X mia esperienza il gg dopo in piedi … ci sono anche parti naturali dove x punti in zone intime ecc ci mettono un mese x riprendersi … insomma fare un figlio non e’una passeggiata in un caso o un altro …. quindi non bisogna infondere terrore ne dare giudizi …

  17. Daniela 17 ottobre, 2016 at 23:14 Rispondi

    Io non ho scelto il cesareo e ho penato 10 giorni con forti contrazioni che di punto in bianco si interrompevano ma cmq non riscontrate dai medici…
    Ho partorito dopo la rottura delle acque verdi e sofferenza fetale…
    Poi ho subito 24 punture epidurali xke una bastarda di anestesista non riusciva quando si è fermato il cuore di mia figlia arrivò il primario e subito mi fecero partorire….
    Adesso dopo 18 mesi sia io che mia figlia stiamo piangendo le conseguenze di tutti questi incompetenti

  18. Marcy Bracco 17 ottobre, 2016 at 23:17 Rispondi

    PS questa cicatrice nella foto non l’hanno fatta nemmeno a mia mamma 31 anni fa !! Ahhahah ora è piccolissima ! Ma su smettetela ! Bruttissima questa cosa …. davvero brutta e obsoleta!

  19. Valentina D'Andrea 17 ottobre, 2016 at 23:21 Rispondi

    Io non ho capito il senso di questo articolo……una donna che per patologia ha dovuto fare un cesareo, che si sente chiamata in causa come donna che sceglie il cesareo….io non vedo la connessione…..un conto è farlo per condizioni mediche un conto è per risparmiarsi i dolori del parto naturale ( di solito si accusa per questo, non per altro). Io, per la mia, ci penso e ripenso…..e niente, non capisco come si può essere tanto spaventati dal dolore di una contrazione e non dal dolore di una ferita chirurgica, dei fasci muscolari tagliati, dei punti….boh!!!! Vince da sempre l’immaginario collettivo…la donna che partorisce = dolore. Ed è l’immagine che ci spaventa più di ogni cosa al mondo. Se iniziassero a comparire ovunque immagini, retroscena e racconti dei post operatori,allora facciamo un passo indietro e finiamo per voler evitare il cesareo….

  20. Celeste Fatone 17 ottobre, 2016 at 23:52 Rispondi

    Magari chi dice che il Cesario è “più semplice” Nn sa di cosa parla!!dopo il dolore del parto naturale molte riescono a rialzarsi anche immediatamente dopo aver partorito ..io il giorno dopo con catetere attaccato e flebo di ferro per emorragia Nn riuscivo a stare in piedi e quando ci ho provato stavo per svenire..naturale o Cesario per dare alla luce la donna soffre tantissimo ..ma è una sofferenza che porta vita Nn sminuiamo con paragoni inutili

  21. Maria Guerra 18 ottobre, 2016 at 00:51 Rispondi

    Buonasera a tutti, scusate se mi intrometto e dico il mio pensiero… ma k importanza ha il “cm partorire, cesareo o naturale” ? Secondo me è importantissimo k vada tutto x il meglio e k madri & figli stiano bene. Tutto qua … p.s. nn bisogna giudicare.

  22. Sharon- Nicole Dan 18 ottobre, 2016 at 01:18 Rispondi

    Parto indotto alle 2 il pomeriggio…da li in poi un inferno finché son arrivata a mezzanotte che ho urlato di farmi il cesareo perché non ce la facevo più a sopportare ma non hanno voluto…alle 4.30 è nata mia figlia ma il parto è stata una passeggiata a confronto!! Due ore dopo già stavo in piedi…il problema dei due mesi dopo stava nel sedersi😂

  23. Pamela Cirino 18 ottobre, 2016 at 09:03 Rispondi

    Io ho dovuto fare il cesareo non l’ho scelto….. ma tutte quelle che dicono che è la via meno dolorosa rispondo che non è così…. nemmeno dal letto potevo alzarmi dal dolore ma nonostante questo ho allattato esclusivamente al seno mia figlia fino a quasi 19 mesi!

  24. Sharon Pippi 18 ottobre, 2016 at 09:38 Rispondi

    Io ho fatto tutti e due e non per opzione, il primo è stato naturale, ma che di naturale non ha avuto un bel niente è stata l esperienza più disumana e inaturale, ho rischiato di perdere la vita quel giorno, non mi ricordo tutto in modo lucido poiché dopo 18 ore di travaglio ho iniziato a perdere i sensi e svegliarmi x il dolore è stato delirante. Quando finalmente la mia vittoria è arrivato è stata la mia vita a prendere forma in un altra piccola persona. Ma sono stata in cura per 3 mesi allattando con emorragia e facendo una puntura a settimana anti emorragica. La mia seconda ha voluto evitarmi il tutto ed è rimasta podalica, pensavo fosse più facile ma non lo è stato. Ho provato dolore mentre mi operavano così forte da andare in panico, e mi hanno sedata, non potendo così vedere mia figlia che arrivava in tutto il suo splendore….dopo sono stata a letto con la pompetta di morfina e pur così sentivo dolori e ogni 6 ore mi ignetavano un altro medicinale per cercare di poter calmare. Non puoi fare il primo bagnetto, ne passeggiare con lei in braccia, pulirla niente….qndo poi ti devi mettere in piedi sembra che tutti gli organi stanno per cadere dal tuo corpo e respiri a fiato corto perché ti preme i polmoni. Passi settimane a casa che per sederti, sdraiarti e alzarti ti brucia il taglio come se avessi un incendio… quindi a chi giudica sinceramente non sa un bel cavolo di niente, i figli vengono con i dolori e se una fortunatamente è stata meglio, non per questo amerà di meno suo figlio!!! Smettiamo di associare dolore e male all’ amore!!!! Ecco perché poi tante donne stanno con uomini che le fanno soffrire e credono che sia amore….

  25. Roberta Ferrari 18 ottobre, 2016 at 10:01 Rispondi

    10 ore di travaglio dilatazione completa, si vedevano i capelli, poi ventosa e ventosa + manovra per poi finire con un cesareo d urgenza rischioso! E stato il mio primo parto due mesi fa e credo di aver provato di tutto

  26. Serena Bertolino 18 ottobre, 2016 at 10:33 Rispondi

    Martedì scorso ho partorito i miei due gemelli, mi hanno fatto il taglio perché il maschietto era di traverso podalico, ovviamente hanno deciso i medici, ma son contenta della loro scelta, facile giudicare dal di fuori!!!

  27. Morena Biagi 18 ottobre, 2016 at 11:43 Rispondi

    Ci sono tante donne che scelgono volutamente il cesareo al fisiologico, nonostante le preparino a ciò che poi sarà il percorso riabilitativo… contenta di non aver dovuto fare il cesareo, contenta di aver fatto ore e ore di travaglio in tutte e due le gravidanze!!!

  28. Vincenza Unica Ganci 18 ottobre, 2016 at 12:58 Rispondi

    Non vedo che differenza ci sia io ne ho fatto 2 con il cesareo e onestamente ho visto amiche con parto normale che per aiutare il piccolo a uscire hanno dovuto tagliare…se io ci ho messo un mese x recuperare alcune mie amiche anche 3 mesi x riprendersi

  29. Helyn In 18 ottobre, 2016 at 13:31 Rispondi

    Ma chi se ne frega di come una donna voglia mettere al mondo il proprio figlio! Ognuno faccia come gli pare, l importante e’ la finalità.. E il finale, possibilmente felice.

  30. Helyn In 18 ottobre, 2016 at 13:31 Rispondi

    Ma chi se ne frega di come una donna voglia mettere al mondo il proprio figlio! Ognuno faccia come gli pare, l importante e’ la finalità.. E il finale, possibilmente felice.

  31. Sara Gallea 18 ottobre, 2016 at 15:31 Rispondi

    Io lo avrei scelto! Ma nessuno me lo ha chiesto! Perché il mio recupero è stato lo stesso di sei settimane a forza di antidolorifici fortissima perché mi hanno comunque affettata come una bistecca ma la sotto, mi hanno infilato cateteri… Di tutto! Mi hanno cucita per più di un’ora! Abbiamo rischiato io e il mio bambino! Per cosa? Perché i cesarei costano! Non ho parole!

  32. Consiglia Granato 18 ottobre, 2016 at 20:22 Rispondi

    Io ho partorito due figlie Co parto naturale.la prima dopo 9 ore di travaglio cpn dolori inspiegabili e dopo x più di 2 mesi non potevo sedermi ne camminare x i punti.con la seconda al settimo mese x problemi rischiavo di fare il cesareo ma poi il pericolo è rientrato.lo Partorita sempre con parto naturale e x un mese senza sedermi e ne camminare a causa dei punti.cesareo o naturale non fa niente l’importante è che vada tutto bene

  33. Emanuela Pecorella 18 ottobre, 2016 at 23:24 Rispondi

    Prima bambina cesareo forzato, per vari motivi fisici miei, la seconda cesareo … anche io pago le tasse per la sanità é visto che nn vado mai in ospedale … ho investito i miei soldi X far nascere le mie due bimbe! Nn sono dicsorso da fare quelli che ho sentito dire .. chi vuole il cesareo se lo paga! Nn diciamo cazzate! Tutti paghiamo e tutti abbiamo il diritto di decidere come partorire.. il parto e singolare e Ogni donna ha la sua motivazione per come partorisce! In fin dei conti il taglio lo fanno a lei!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.