La storia di Giovanni per cui a 7 anni ogni contatto è una ferita

giovanni-malattie-genetiche

I piccoli guerrieri esistono. Non capita sempre d’incontrarli ma grazie al web riusciamo a conoscere le loro storie, che ci riempiono il cuore.

Giovanni, bambino di 7 anni affetto da una malattia genetica, è uno di questi bambini, intelligenti e speciali nell’anima. Giovanni ha l’epidermolisi bollosa, una patologia che rende indifeso un neonato perché fa diventare pelle e organi interni molto delicati. Questo significa che la sua fragilità può rendere pericoloso un abbraccio o una carezza, può danneggiarlo a tal punto da ferirlo fisicamente.

La forza del piccolo Giovanni

Il piccolo guerriero Giovanni ha chiesto a sua mamma Lucia Colombara di fabbricargli una bici con un divano per riuscire in questo modo a salirci sopra. Il suo desiderio è quello di avere una pelle di ferro, come tutti gli altri bimbi.

«Quando è nato all’ospedale di Vicenza – racconta mamma Lucia - fin da subito si è capito che qualcosa non andava e la sua pelle era tanto fragile. Nessun medico sapeva dirci cosa fosse. Con suo papà Giuseppe abbiamo fatto delle ricerche e abbiamo chiesto ai medici se si poteva trattare dell’epidermolisi bollosa».

Questa mamma coraggiosa, che trasmette tutta la sua forza al suo bambino, ha imparato a convivere con la malattia di Giovanni. Protegge il suo corpo con cerotti e garze per evitare che un contatto anche leggero gli provochi una vescica o un dolore inaspettato.

In bocca al lupo a questo piccolo guerriero. Caro Giovanni: che la nostra forza sia anche un po’ la tua!

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.