Nasce prematura per 'salvare' la mamma malata di Covid: la storia di Camilla e Penelope

nasce-prematura-per-salvare-la-mamma-malata-di-covid-la-storia-di-camilla-e-penelope

Camilla è in gravidanza quando si ammala di Covid. La diagnosi è grave, la donna infatti ha una polmonite interstiziale e ha bisogno urgente di entrare in terapia intensiva. L’unica strada per i medici è quella di fare nascere prima la bambina e provare a salvarle entrambe.

Camilla e Penelope, due combattenti in corsia

Cinque ausili respiratori, sei specialità mediche, decine di sanitari e quattro reparti dell'ospedale di Mestre dell'Angelo hanno salvato la vita di mamma Camilla e di sua figlia Penelope.

La donna con i polmoni pregiudicati dalla polmonite interstiziale ha bisogno delle cure della terapia intensiva per riuscire a respirare. L’unico modo per provare a salvarle entrambe perciò è quello di far nascere la bambina un po’ prima del tempo, all'ottavo mese.

Il 25 marzo Camilla partorisce la figlia con un cesareo. La piccola appena nata, viene ricoverata nel reparto di patologia neonatale, poiché è ancora troppo debole per respirare e nutrirsi in modo autonomo. Gli specialisti le applicano un ausilio per respirare e anche un sondino nasogastrico per nutrirsi.

La madre vede Penelope per soli cinque importantissimi minuti e poi immediatamente viene trasferita in terapia intensiva. A casa anche il marito di Camilla ha il Covid. Piero non riesce a dormire nel letto, riposa nel divano in attesa di riavere con sé la sua famiglia. La tosse secca ed il respiro affannoso della moglie li avevano spinti pochi giorni prima ad andare in ospedale, entrambi erano molto preoccupati anche per le condizioni fisiche della bambina ancora nel grembo della madre.

Finalmente a casa

In una settimana Camilla riesce a tornare a casa, ma per Penelope è ancora presto. La bambina è negativa al test del coronavirus, ma resta debole.

I medici allora decidono di ricoverare nuovamente la madre per aiutare la bambina a combattere. Camilla e Penelope si ritrovano così nella stanza delle api di pediatria e piano piano la piccola inizia a nutrirsi con il latte materno e a crescere.

Le dimissioni della bambina avvengono dopo qualche giorno, quando è ormai normopeso. Un successo per la medicina e per Camilla, Piero e Penelope che finalmente sono tutti insieme a casa.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.