Patapunfete! Attenzione al supermercato e alle cadute dal carrello

Fare la spesa al supermercato con i propri figli è proprio un'impresa.

Fra prodotti abilmente disposti a portata di bambino, eccitazioni luminose e musicali che rendono iperattivi i più piccoli, dimenarsi fra lista della spesa, offerte e richiami di promoter è snervante e stancante, ancor di più la sera o il sabato, estenuate dalle fatiche del lavoro.

Non è quindi un caso che il numero di bambini che cadono dai carrelli della spesa sia in costante aumento, come ci giunge notizia dagli USA: i bambini, sempre più attratti da oggetti accattivanti e gadget, si slanciano un po' troppo e, complice la fisiologica stanchezza di mamma e papà, cadono dal carrello.

Un volo da quell'altezza non è certamente salutare e, così, un numero crescente di traumi cranici si registra fra le corsie dei supermercati. L'ideale sarebbe fare la spesa senza bambini di modo da poterci concentrare al meglio su quanto dobbiamo acquistare e non lasciarci distrarre e convincere da capricci vari. Purtroppo non sempre è possibile.

Dunque, quando siamo in compagnia dei piccoli a fare la spesa, conviene prestare alcune accortezze per ridurre il rischio di incidenti. Per primissima cosa, non lasciamo mai incustodito il bambino; muoviamoci portando sempre dietro il carrello e diamogli in dotazione dei libri o un peluche per mantenerlo occupato. Non di meno, cerchiamo di non lasciarlo annoiare troppo di modo che gli oggetti non siano l'unica attrattiva disponibile e abbiano la meglio sul suo tedio, ma coinvolgiamoloper esempio - spiegandogli cosa stiamo cercando o cosa cucineremo con quello che abbiamo messo nel carrello.

Riduciamo all'essenziale la spesa, senza lasciarci incantare da promozioni e rinviamo alla prossima volta l'acquisto di prodotti che richiedono tempo nella decisione: è una spesa alimentare, non certo una sessione di shopping che ci riserveremo quando amici e nonni compiacenti ci terranno per qualche ora il bebè, a casa, al sicuro da carrelli e tentazioni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.