Piede torto nel neonato: cos'è e come intervenire

piede-torto
Durante i primi esami medici compiuti dopo la nascita, capita a volte che il pediatra si accorga che il piedino del neonato sia rivolto verso l’interno: in questo caso, si parla di piede torto (scientificamente chiamato "metatarso varo") ed è possibile intervenire in diversi modi per riportarlo nella corretta posizione.

Cos'è il piede torto e perché si manifesta

Il piedino torto nel neonato ha delle caratteristiche ben precise, prima fra tutto il profilo del piede rivolto verso l'interno è concavo, mentre quello esterno è convesso. Un altro segno distintivo di questa malformazione (più o meno marcata) è l'alluce, che spesso si presenta più separato della norma dal dito che lo segue.
 
Le cause che determinano il piede torto non sono ben definite, ma gli ortopedici ne individuano principalmente due: acquisite (legate a una scorretta posizione del feto nell'utero) oppure congenite.
 
Nel primo caso, il metatarso varo è provocato da un posizionamento inadeguato del feto in conseguenza dello spazio ridotto intrauterino. Il secondo caso, invece, è più raro ed è associato a fattori di tipo ereditario. I due problemi si distinguono per alcune peculiari caratteristiche: nel metatarso varo di tipo acquisito la caviglia si muove liberamente ed è flessibile, mentre in quello congenito il piede interessato è molto più rigido, così come la caviglia.

Rimedi contro il piede torto

Se il piede torto è provocato da una posizione scorretta assunta dal feto nell'utero, allora il problema si risolverà spontaneamente. Per aiutare questo processo, tuttavia, può rendersi utile massaggiare la pianta del piede del neonato e spingerla delicatamente verso la posizione corretta.
 
Se il disturbo è di tipo congenito, invece, può essere necessario un approccio differente. Il pediatra, ad esempio, potrebbe consigliare di ricorrere a stimolazione neurosensoriale o a massaggi più mirati, eseguibili sia nei reparti di ortopedia pediatrica, sia a casa propria.
 
Nei casi più seri, tuttavia, sarà indispensabile provvedere al posizionamento di tutori specifici che riportino la caviglia alla corretta posizione.
Please follow and like us:
error

31 comments

    • Marco Scattolon 1 Settembre, 2016 at 15:10 Rispondi

      le manipolazioni ai piedini di un neonato con piede torto devono essere fatte da personale estremamente preparato, per non danneggiare le fragili ossa in formazione. Probabilmente il suo non è un piede torto ma storto da posizione, in questo caso risolvibile si con solo manipolazioni delicate.

      • Beatrice 1 Settembre, 2016 at 17:22

        Buona sera e scusi il disturbo ma vorrei sapere una cosa xke mia figlia ha il pede torto sinistro e mi hanno detto ke deve essere operata ora ha 7 mesi sapete se a genova al gaslini usano il metodo ponseti?

    • Georgia Simone 1 Settembre, 2016 at 15:45 Rispondi

      Non sono un dottore ma sulla scheda di dimissione in clinica hanno riportato piede sinistro torto. E mi hanno detto di fare io le manipolazioni.
      Ripeto…. non sono un dottore. Questo è quanto mi hanno riferito e detto di fare nemmeno un mese fa. Idem la ns pediatra, mi ha fatto vedere che tipo di manipolazione dovevo fare e basta. Probabilmente loro lo chiamano piede torto ma poi non lo è. Non lo so, io sono una semplice mamma.

      • marco scattolon 2 Settembre, 2016 at 09:00

        Chiami il numero di SOS PIEDE TORTO 3472774075 – mamma chiama mamma. Al Gaslini non ci sono medici certificati per la patologia del piede torto. L’ Associazione Nazionale Piede Torto Congenito segnala SOLO i medici che danno garanzia di risultato. Sconsiglio di affidarsi a ortopedici che propongono operazioni invasive per il piede torto. Consiglio poi di entrare nel gruppo facebook PIEDE TORTO CONGENITO METODO PONSETI , troverà tante famiglie anche vicino alla sua città per confrontarsi e rassicurarsi.

    • Marco Scattolon 1 Settembre, 2016 at 18:53 Rispondi

      Il piede torto se non è trattato correttamente può recidivare. Ortopedici non preparati a volte “confondono” il piede torto da un semplice piede storto da postura. Consiglio una visita da un ortopedico certificato per il metodo Ponseti.

    • Isabella Messina 2 Settembre, 2016 at 12:57 Rispondi

      Anche la mia piccola è nata col piede torto dovuto alla postura sbagliata, ma a lei hanno fatto fare ben 20 sedute di fisioterapia. Ii a casa facevo solo semplici manovre che mi indicava di volta in volta la fisioterapista.

  1. Simona Iannuzzi 1 Settembre, 2016 at 10:44 Rispondi

    Metodo ponseti….una garanzia….non sottoponete i vostri piccoli a dolorose manipolazioni e interventi che alla lunga risultano inefficaci (sempre se si tratta di piede torto congenito e non da posizione in pancia)

  2. marco scattolon 1 Settembre, 2016 at 13:41 Rispondi

    Il piede torto congenito è una malformazione facilmente risolvibile se i genitori si affidano agli ortopedici preparati, in gradi di applicare al meglio il metodo Ponseti. Anche i casi più gravi di piede torto possono essere corretti efficacemente con 4-5 gessi settimanali, un intervento di tenotomia in percutanea e l’uso del tutore fino ai 5 anni. Il piede deve essere corretto in poco più di un mese di età del bambino. Affidatevi esclusivamente ai medici che l’Associazione Nazionale Piede Torto Congenito segnala, manipolare un piedino di un neonato richiede grande abilità e competenza, come fare i gessi correttivi. Le numerose testimonianze dei genitori di bambini nati con il piede torto possono confermare il buon lavoro dei medici certificati per questa patologia. http://www.ilpiedetorto.it per ogni altra informazione

  3. Alessia Santalucia 1 Settembre, 2016 at 13:56 Rispondi

    Il mio bambino è nato con entrambi i piedi torti. A un anno ha i piedi come tutti gli altri grazie al Metodo Ponseti. Siamo seguiti dal Dottor Lampasi al Meyer di Firenze

  4. Alessia Vianello 1 Settembre, 2016 at 14:33 Rispondi

    SOLO ED UNICAMENTE METODO PONSETI E IN ITALIA DOVREBBE ESSERE LA PRASSI COME IN AMERICA ORMAI !!! Il mio Bimbo ha tre anni ed ha piede sx torno congenito alla nascita , se stavo a detta della ” specialista ” avrei dovuto sottoporre mio figlio ad infinite operazioni senza certo successo come disse lei e quando ho provato a chiedere cosa avesse di diverso il metodo Ponseti mi sono sentita rispondere : ” distrugge la crescita del neonato , eliminando tutte le fasi fisiologiche ” ;
    Da lì ho capito che la sua non era conoscenza del metodo ma ignoranza a riguardo e ringrazio Dio di aver preso la strada giusta ed essere andata fino a Milano per iniziare ad attuare il metodo a mio figlio il quale adesso sta bene ed il piede non ha nessuna malformazione senza essere mai stato toccato da un bisturi grazie al Cielo !!! Ora porta un tutore notturno e fa tutto quello che fanno i bimbi della sua età , come del resto lo ha sempre fatto senza saltare nessun step!!! In bocca al lupo a tutti

  5. Marco Scattolon 1 Settembre, 2016 at 14:44 Rispondi

    Il piede torto congenito è una patologia oggi facilmente risolvibile al 100% grazie al metodo Ponseti. Anche un piede torto grave può essere corretto efficacemente se i genitori si affidano a medici in grado di applicare i 4-5 gessi e fare le precise manipolazioni, secondo il protocollo Ponseti. L’Associazione Nazionale Piede Torto Congenito raccoglie le testimonianze dirette di migliaia di famiglie con bambini nati con questa patologia. http://www.ilpiedetorto.it per ogni altra informazione aggiornata.

  6. Erica 1 Settembre, 2016 at 15:50 Rispondi

    Il nostro bimbo è nato con entrambi i piedi torti.
    Dopo alcuni consulti abbiamo deciso di seguire il Metodo Ponseti ed è stata la scelta vincente. Il nostro bimbo, corre, salta, si arrampica, nuota, non sta fermo un attimo!
    Non sottoponete i vostri bimbi a nessuna manipolazione, che non porta a risultati definitivi e soprattutto non sottoponete i bambini a nessun tipo di operazione, come invece consigliano molti medici ortopedici o pediatri. Le operazioni non solo no risolvono il problema ma creano piedi rigidi e doloranti, oltre che penalizzati da cicatrici ben visibili.

  7. Cesare 1 Settembre, 2016 at 16:25 Rispondi

    Seguite ciò che scrive Marco Scattolon!!
    Grazie a lui e all’associazione siamo riusciti ad individuare i medici giusti per curare il piede torto bilaterale di nostro figlio!

  8. Erika 1 Settembre, 2016 at 17:44 Rispondi

    Solo il metodo Ponseti per la cura del piede torto congenito….è l’unica veramente efficace e purtroppo non sono in tanti in Italia a saperlo applicare correttamente…l’importante è informarsi e affidarsi a dottori preparati.

  9. Silvia Ghigna 1 Settembre, 2016 at 18:50 Rispondi

    Le manipolazioni solo in caso di piede torto posturale o metatarso varo. Se è veramente piede torto va seguito il protocollo ponseti. Per informazioni cercate su Facebook la pagina di” Associazione Nazionale Piede Torto Congenito ”

  10. Manuela 1 Settembre, 2016 at 19:19 Rispondi

    Beatrice al gaslini c e il dottor di stadio che applica alla lettera il merito ponseti.ma con la mutua non e facile capitare con lui perche non puoi decidere.noi andiamo privatamente da lui.e giacomo ha piedino perfetto

  11. Mena E Modesto 1 Settembre, 2016 at 20:24 Rispondi

    In ogni caso…. Che sia lieve, grave oppure storto da postura la cosa più giusta da fare è rivolgersi ad un medico certificato Ponseti per la diagnosi. Per evitare problemi più seri con la crescita.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.