Prendersi cura di figli e nipoti: i nonni italiani sono i più attivi d'Europa

prendersi-cura-di-figli-e-nipoti-i-nonni-italiani-sono-i-piu-attivi-deuropa

La società di ricerca Ipsos, per conto della Fondazione Korian, ha condotto un sondaggio dal titolo "I Senior di oggi in Europa. Sentirsi utili per invecchiare bene". La ricerca, condotta per testare la qualità dell'invecchiamento nel Vecchio Continente, ha evidenziato risultati sorprendenti: i nonni d'Italia sono i più attivi e i più partecipi nella gestione della famiglia e dei nipoti.

Il 44% degli anziani in Italia si occupa di figli e nipoti

Bisogna tenere pulita la casa? I bambini hanno bisogno di aiuto con i compiti? Si deve organizzare una vacanza in famiglia? Nessun problema! Ci pensano i nonni! Un sondaggio dell'Ipsos condotto su scala europea ha coinvolto quasi diecimila persone, tra cui molte over 65, risiedenti in Italia, Belgio, Francia e Germania e ha confermato come i nonni italiani siano i più attivi di tutto il continente. Nel complesso tre senior su quattro si sentono ancora utili e indipendenti e il 44% degli anziani si occupa a tempo pieno dei nipoti portandoli a scuola, aiutandoli nei compiti, dispensando consigli. Un dato schiacciante se si pensa che la media degli altri nonni europei raggiunge a malapena il 30%.

La marcia in più dei nonni italiani: il risparmio economico

L'indagine statistica sugli anziani rivela anche un altro dato importante: i nonni italiani sono anche i più grandi risparmiatori d'Europa e sempre più spesso sono disposti ad aiutare economicamente la propria famiglia. Probabilmente perché gli anziani del nostro Paese non dimenticano il proprio ruolo di genitori e poter essere un punto di riferimento affettivo e finanziario per i figli incide positivamente sulla qualità della loro vita. Oltre il 55% dei nonni riesce a mettere da parte soldi per i familiari, seguiti a ruota dai nonni di nazionalità tedesca.

Il potere rigenerante di figli e nipoti sui nonni è fondamentale, soprattutto se si pensa agli anziani in generale che spesso, senza un nucleo familiare alle spalle, si ritrovano soli e poco stimolati. Non tutti i senior d'Italia infatti si riconoscono come cittadini di serie A; per tale motivo la presidentessa della Fondazione Korian Italia, Mariuccia Rossini, sollecita l'integrazione degli ultra sessantenni attraverso attività ricreative e lavorative ideate appositamente per loro, come ad esempio le numerose attività da "nonno vigile".

Lascia un commento