Pugnala una donna incinta per rubarle il bambino: la sentenza shock

donna-incinta-pugnalata

Ci sono storie che a raccontarle sembrano uscite da una storia dell’orrore. Come quella che stiamo per dirvi: negli Stati Uniti, lo scorso anno Michelle Wilkins fu aggredita da una donna, Dynel Catrece Lane, in una maniera terribile.

Infatti Michelle aspettava un bambino e Dynel l’aveva avvicinata con la scusa di venderle dei vestiti usati per il suo stato di mamma in attesa. Ma una volta sole l’aveva accoltellata, e letteralmente squartata per strapparle il bambino che aspettava.

Era ormai al settimo mese di gravidanza, ma il piccolo, abbandonato accanto al corpo della mamma, non ce l’aveva fatta.

Nonostante tutto, Michelle è sopravvissuta: eppure la sentenza della corte di giustizia l’ha colpita duramente per la seconda volta.

Infatti è stato stabilito che la donna colpevole di averla quasi uccisa, venga condannata per tentato omicidio e non per l’omicidio di suo figlio, considerato un feto e quindi non un bambino.

Una decisione terribile, in un storia che lascia davvero senza parole.

4 comments

Lascia un commento