Punizioni o ricompense? Educhiamo i figli in modo sano!

educazione-figlio

Educare il proprio bambino è molto difficile e spesso ci si chiede quale sia la strada giusta da intraprendere. Ecco, dunque, una piccola guida sul ruolo delle punizioni e delle ricompense nel percorso di crescita di tuo figlio.

Le punizioni: sono davvero efficaci?

L'efficacia di una punizione dipende dalle sue qualità. Alcune sono inutili e non fanno altro che incoraggiare i comportamenti scorretti del bambino che, sentendosi represso, trasformerà la sua rabbia in ribellione.

Altre punizioni, invece, possono aiutare tuo figlio a crescere più forte e sicuro di sé, ma a patto che siano: 

  • immediate: mai rimandare una punizione o farla durare per ore
  • particolari: devono essere dilazionate nel tempo, altrimenti si trasformerebbero in una routine
  • private: non umiliare in nessun caso il bimbo davanti agli altri perché intaccheresti la sua autostima
  • esecutive: inutile negare a tuo figlio di guardare i cartoni per un mese se sai che non sarà così, meglio proibirgli piccole cose ma fattibili

Sì alle ricompense...ma solo se tradotte in coccole!

Premi e ricompense sono indispensabili per favorire il corretto sviluppo emotivo dei bambini, ma anche in questo caso devono possedere delle qualità ben precise.

Non si tratta di scegliere di regalare a tuo figlio un gioco piuttosto che una caramella. L'educazione non è un addestramento, ma un complesso processo di apprendimento consapevole e responsabile.

Il premio, quindi, dovrà essere trasferito a un livello differente e più profondo da quello materiale perchè i bambini hanno bisogno di motivazioni che possano rafforzare la loro autostima e guidarli verso la costruzione della loro identità. Tutto questo è possibile cercando di gratificarli con apprezzamenti, gesti d'affetto, un’espressione gentile e manifestazioni d'incoraggiamento. Queste ricompense saranno più efficaci di qualsiasi altro regalo e aiuteranno tuo figlio ad acquisire i comportamenti corretti che lo accompagneranno nel suo percorso di crescita.

8 comments

  1. Angela Acri 24 luglio, 2016 at 23:44 Rispondi

    Non c’è una regola poiché ogni figlio ha un carattere e personalità diversa lo scoprirai quando saranno grandi la linea da adottare ma purtroppo è troppo tardi. Devi solo sperare di fare la cosa giusta.

  2. Ilaria Liut 25 luglio, 2016 at 07:37 Rispondi

    Beh ricompense proprio no! Lo sculaccione quando va dato si da! Cosa dobbiamo fare pure i regali se si comportano male? Così imparano che fanno una cosa brutta e poi gli viene detto “se non lo fai più ti do la caramella” così si beccano il regalo e poi possono tornare a fare quel che gli pare, tanto poi basta smettere un attimo per beccarsi il premio…..

  3. Ilaria Liut 25 luglio, 2016 at 07:37 Rispondi

    Beh ricompense proprio no! Lo sculaccione quando va dato si da! Cosa dobbiamo fare pure i regali se si comportano male? Così imparano che fanno una cosa brutta e poi gli viene detto “se non lo fai più ti do la caramella” così si beccano il regalo e poi possono tornare a fare quel che gli pare, tanto poi basta smettere un attimo per beccarsi il premio…..

  4. Antonella Catania 25 luglio, 2016 at 12:10 Rispondi

    Io vedo in giro troppi genitori “new age” spesso accompagnati da figli aggressivi e senza regole!! Non dico di punirli dalla mattina alla sera,ma quantomeno, se il bambino dice parolacce di continuo, spinge altri bambini giù dallo scivolo e fa dispetti (chiaramente per attirare l’attenzione del genitore che nel frattempo se ne frega e guarda il cellulare seduto sulla panchina) un mezzo richiamo, ci sta. Ieri mia figlia di 3 anni si è beccata un bel calcione nelle reni da parte di un piccolo vichingo di 7 anni e dal peso non indifferente, perché il suddetto tarzan della giungla non aveva la pazienza di aspettare il suo turno per scendere dallo scivolo….l’ho cresimato , ovviamente, ma non spettava a me… I genitori non so nemmeno dove fossero 😓

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.