Rientri e partenze...rimedi contro la chinetosi

Per molti è giunta l'ora di rientrare dalle ferie, per altri è finalmente arrivato il tanto atteso momento delle vacanze. In un modo o nell'altro però, chi viaggia, può incorrere nel fastidioso disturbo della chinetosi, ovvero, il comune mal d'auto o di mare.

Sono tante le persone che soffrono di questo disturbo e, purtroppo, anche moltissimi bambini. Ecco che il momento del viaggio diventa un vero e proprio incubo. Che fare quindi se si presenta questa situazione? Per prima cosa vediamo che cos'è la chinetosi e come si manifesta.

Il disturbo è causato da un'errata percezione del movimento, il sistema dell'equilibrio va così in "tilt" e si possono avvertire senso di forte nausea, vertigini, iper salivazione. In commercio esistono dei farmaci che riescono a inibire tali sintomi e che consentono di effettuare un viaggio tranquillo, ma se non si volesse ricorrere ai farmaci?

In questo caso si possono provare diversi rimedi naturali che riescono, comunque, a dare buoni risultati. Tra le sostanze non farmacologiche si trovano i braccialetti. Questi sono totalmente privi di medicinali e sfruttano il principio della digitopressione della medicina orientale. I braccialetti, infatti, hanno una piccola sfera che preme sul polso, nell'incavo dei tendini. In questo modo si potrà evitare il manifestarsi del disturbo. Si può anche optare per rimedi omeopatici, ma in questo caso è bene consultare il proprio medico. Stessa considerazione va fatta per i rimedi fitoterapici. Per quanto si tratti di erbe, è sempre bene parlarne col medico o con l'erborista.

Viene considerato un buon rimedio contro la chinetosi il succo di mela che grazie agli zuccheri in esso contenuti riesce a limitare la comparsa dei sintomi. Difficile da far assumere ai bambini, ma molto efficace, è lo zenzero. Basta bere una tisana allo zenzero o masticare dei pezzi di radice per evitare il mal d'auto. Per i più piccoli, può essere utile bagnare un fazzoletto con un paio di gocce di olio essenziale da far annusare durante il viaggio.

Per evitare la chinetosi è comunque consigliabile non viaggiare mai a stomaco troppo vuoto o troppo pieno. Meglio mangiare prima della partenza qualcosa di secco, come del pane o dei grissini. Si dovrebbe, inoltre, evitare di far muovere troppo il bambino o di farlo giocare con tablet e smartphone. Noi adulti, invece, non beviamo alcolici prima di metterci in viaggio, non fumiamo in auto e non leggiamo libri o giornali durante la marcia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.