Sindrome di Münchhausen: la patologia delle mamme possessive

Sindrome-di-Münchhausen

Nel libro “Abbracci assassini” l’autrice francese Delphine Paquereau racconta la propria esperienza di figlia costretta a subire la morbosa possessività della propria madre, la quale era affetta dalla Sindrome di Münchhausen per procura (Münchhausen Syndrome by Proxy – MSP). Sin da quando era piccola la donna ha convinto Delphine che fosse una bambina con gravi problemi di salute, allo scopo di consolidare il loro legame affettivo.

Non contenta di aver plagiato la piccola Delphine, la donna ha anche falsificato referti e diagnosi mediche, in modo tale da convincere il personale sanitario che la propria bambina fosse davvero malata. Addirittura la donna è arrivata a picchiare violentemente la figlia, allo scopo di procurarle un danno irreversibile al rene. Solo in questo modo, infatti, avrebbe offerto a Delphine l’evidenza incontrovertibile del proprio malessere fisico.

Quando finalmente emerge la verità

Sono stati necessari molti anni prima che Delphine prendesse consapevolezza del disturbo materno: è dovuta diventare madre a sua volta per capire che nella propria genitrice c’era qualcosa che non andava.

Quest’ultima, infatti, anche in qualità di nonna ha cominciato ad assumere con i nipoti il medesimo atteggiamento che aveva nei confronti della figlia.

Sindrome di Münchhausen per procura: di cosa si tratta

La sindrome di Münchhausen per procura è una patologia di tipo psichiatrico che colpisce perlopiù le genitrici (o i soggetti che si occupano dell’accudimento di un minore). Le donne che sono affette da questo disturbo sono solite inventare malattie a carico del proprio figlio al fine di sottoporlo costantemente a test diagnostici e a legarlo maggiormente a sé.

Talora poi, possono anche spingersi oltre: finiscono, infatti, con arrecare danni reali (psichici e/o fisici) alla prole al solo scopo di averne il totale controllo. Nei casi più estremi arrivano addirittura a provocarne la morte.

Questa patologia, in altri termini è una vera e propria forma di abuso nei confronti dei minori, ma, nella maggior parte dei casi, è piuttosto difficile da diagnosticare. 

7 comments

  1. Elena Capirossi 17 aprile, 2016 at 17:56 Rispondi

    <3 <3 Durante la gravidanza sono ingrassata di 20 chili ma grazie ad una dieta sono riuscita a perdere 12 chili in 31 giorni. Ti starai chiedendo come abbia fatto?Ho usato il prodotto/dieta che consigliava in tv il [Dietologo] Nicola Selvaggi. Questa dieta viene usata anche da diversi personaggi dello spettacolo della tv Italiana.Anche il mio compagno ha iniziato la mia stessa dieta da circa 15 giorni ed ha già perso ben 7 chili.I prodotti di questa dieta sono del tutto naturali, quindi oltre a poterla farla tutti non esistono controindicazioni.Nella mia vita ho usato diverse diete, molte con scarsi risultati. Questa ha realmente funzionato facendomi ritornare il sorriso.Questa dieta potete acquistarla solo tramite questo [Negozio-online]direttamente da questo link: parafarmacia99.mypi.co/21552wfckd44151/WW50e6a025420a0/dcd7ad20 <3 <3 Pagherete solo dopo aver ricevuto a casa la dieta, direttamente al [postino o corriere]La spedizione è gratuita. E se in 30 giorni non perdete almeno 10 chili avete diritto alla restituzione dei soldi spesi.L'estate è ormai vicinissima, la prova costume anche, non farti cogliere impreparato/a,Ora non hai realmente più scuse per non metterti a dieta!! ;) ;)

  2. Ana Cucos 19 aprile, 2016 at 00:26 Rispondi

    Questo non è amore!!se ami tua figlia non la sfiori con un dito!😡malati di mente altro che amore morboso!!sono sempre più allibita e lo dico sempre:certa gente non merita di avere figli 😡

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.