Come e quando tagliare le unghie al bebè

unghie-neonato

Alla nascita, le unghie del bambino sono morbide e molto sottili, e spesso capita che il neonato si graffi inavvertitamente. Per questo motivo, molte mamme si domandano quale sia il momento giusto per tagliarle e come fare. Questa breve guida nasce proprio per rispondere a tutti i vostri dubbi.

Non c'è bisogno di aspettare

Fino a qualche tempo fa, si riteneva che le unghie del bebè non andassero tagliate fino a compimento del primo mese di vita, tuttavia, le tenere unghiette del neonato a volte sono così affilate da richiedere un "pronto intervento".

Per questo motivo, i pediatri sono concordi nel consigliare di tagliare le unghie appena se ne presenta la necessità. Non avendo ancora il pieno controllo dei movimenti, i piccolissimi tendono a graffiarsi il viso e non c'è motivo di attendere troppo tempo prima di intervenire.

Qual è il momento ideale per tagliare le unghie?

Anche se le unghie del neonato sono molto soffici, il momento ideale per tagliarle è l'ora del bagnetto: non solo le unghie diventano più morbide, ma il bebè è anche più tranquillo e collaborativo.

Per compiere quest'operazione, è sufficiente munirsi di una forbicina con la punta tonda e accorciare le unghie tanto quanto basta per impedire al piccolo di farsi male senza volerlo. In genere, si consiglia di tagliare le unghiette delle mani cercando di dargli una forma leggermente arrotondata, mentre quelle dei piedi mantenendo una linea dritta.

No ai guantini!

Un errore che molte neo mamme commettono (magari sotto consiglio delle nonne) è di mettere i guantini ai loro bimbi così da non farli graffiare. Questa pratica, tuttavia, può essere molto dannosa perché il piccino potrebbe sfilarsi il guanto con la bocca e rischiare di soffocare.

Se proprio avete il terrore di tagliare le unghiette a vostro figlio, non temete: procuratevi una limetta morbida e sarete certe di non fargli male.

Please follow and like us:

44 comments

  1. Serena Leoni 15 settembre, 2016 at 10:47 Rispondi

    Io l ho fatto al primo mese.. soltanto che inavvertitamente le ho fatto male! Ha pianto pochi secondi poi ha smesso.. mi sono sentita male una settimana! Era la prima volta in vita mia he lo facevo..Ora ho il terrore di farlo di nuovo 😢

  2. Sharon Jamal 15 settembre, 2016 at 11:43 Rispondi

    Da noi c’è l’usanza della madrina delle unghie cioè la prima persona che viene a far visita al bambino in ospedale taglia le unghie .. Può essere una zia, nonna, amica, compagna di stanza, in una manina le mette una banconota e a l’altra manina taglia le unghie poi ovviamente quando finisce con quella manina passa la banconota nell’altra mano e Taglia le unghie all’altra mano 😊😊😊

  3. Adriana Sarca 15 settembre, 2016 at 11:57 Rispondi

    Al mio piccino le ho tagliate appena usciti dal ospedale,il secondo giorno dopo la nascita le ho messo le manopoline,perché si era graffiato tutto il visino,😇😇aveva delle unghie così lunghe,che sembrava appena uscito dalla manicure 😄😄.

  4. LA Mel 15 settembre, 2016 at 12:09 Rispondi

    Ai neonati si staccano da se da quanto sono morbide..anzi bisogna fare attenzione ad usare forbicine quando le prima tre settimane circa perche’ le unghie sono molto attaccate alle pelle…dopo piano piano si induriscono…e possono essere tagliate..io lo faccio quando allatto cosi sta buona…

  5. Lidia Serratore 15 settembre, 2016 at 12:10 Rispondi

    A me avevano detto di aspettare ma una volta a casa glieli ho tagliate..povera bimba si graffiava😢invece quelli dei piedini dopo i tre mesi perché erano ancora corte..quando ho chiesto in ospedale mi hanno guardata malissimo e risposto pure male..

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.