USA, bimbo non risponde alle botte dei bulli: Non è la via Jedi, e Luke Skywalker lo elogia

usa-bimbo-non-risponde-alle-botte-dei-bulli-non-e-la-via-jedi-e-luke-skywalker-lo-elogia

Ha suscitato molta tenerezza, negli Stati Uniti, l'ennesimo caso di bullismo tra bambini: stavolta, però, la vittima non ha risposto a botte e provocazioni, ricevendo nientemeno che l'elogio di Mark Hamill, suo idolo, che sul grande schermo veste i panni del Cavaliere Jedi Luke Skywalker.

Bambino di 10 anni bullizzato a scuola

Negli Stati Uniti i casi di bullismo, soprattutto tra minori coetanei, sono all'ordine del giorno ma la vicenda del piccolo Aiden Vazquez è balzata agli onori non solo delle cronache americane, ma è diventata virale pure sui social network.

Infatti, il bambino di 10 anni che frequenta una scuola di Desert Hot Springs (una cittadina della California) è stato aggredito da un gruppo di bulli che lo hanno pestato a tal punto che per Aiden si è reso necessario il ricovero al Pronto Soccorso.

La vicenda sarebbe rimasta confinata ai media locali se la mamma, oramai esasperata dalle continue vessazioni che il piccolo è costretto a subire a scuola, non avesse pubblicato sul proprio profilo Facebook una foto e un video di Aiden col viso tumefatto: pare inoltre che Aiden non abbia voluto rispondere alle provocazioni e alla violenza dei suoi aguzzini dato che, a suo dire, non sarebbe stata una condotta "consona alla via Jedi".

L'elogio social di... Luke Skywalker

Per chi non fosse un fan basta ricordare che, nella saga cinematografica di "Star Wars", i Cavalieri Jedi fanno parte di un'ordine che, seguendo una propria religione basata sulla cosiddetta Forza, difende la giustizia e disprezza l'uso della violenza qualora non sia necessario: e il più noto esponente di quest'ordine è Luke Skywalker, beniamino di diverse generazioni di ragazzi e che sul grande schermo ha avuto le fattezze dell'attore Mark Hamill.

Ed è stato proprio quest'ultimo, attraverso il suo profilo Twitter, ad elogiare il comportamento di Aiden: "Sono stupito dalla sua saggezza e dal suo coraggio in così tenera età. Io potrei anche essere uno immaginario, ma questo ragazzo è un vero Jedi" ha scritto, ben conoscendo la sua passione per l'universo di "Star Wars".

Intanto, pare che stavolta la madre del bimbo presenterà una denuncia alle autorità, mentre il preside della scuola ha spiegato che la sicurezza dei propri studenti è una priorità e che anche questo incidente "sarà considerato seriamente e indagato a fondo".

Lascia un commento