Usa, arriva un'app che aiuta i bambini a parlare

app aiuta bambini parlare

Il mondo dei bambini è tanto affascinante quanto impenetrabile per chi non lo conosce bene. Recenti studi hanno dimostrato che i bambini imparano a parlare meglio stando tra di loro, tuttavia in alcuni casi hanno difficoltà ad esprimere concetti o addirittura a dire la prima parola.

In loro soccorso giunge dagli Stati Uniti un'app che aiuta i bambini a parlare, messa a punto da IBM e dall'organizzazione no-profit Sesame Workshop.

L'app che aiuta i bambini a parlare: il progetto pilota

Il progetto pilota si è svolto presso la Gwinnett County Public School della Georgia, e ha coinvolto 120 piccoli studenti. I maestri hanno trovato molto utile questo esperimento, ed hanno monitorato l'apprendimento dei bambini per poi adattare le diverse lezioni di volta in volta in base alle esigenze. I piccoli sono riusciti ad apprendere parole piuttosto difficili come aracnide, mimetizzazione, applauso e amplificare.

Un'app intelligente per imparare giocando

Tramite diverse attività ludiche i bambini possono apprendere nuove parole giocando e divertendosi, riuscendo a sviluppare meglio determinati concetti già da piccoli. Al momento si tratta solo di un progetto pilota, poiché ogni bambino ha esigenze diverse, ma gli studi continueranno per ottimizzare l'app e renderla più performante.

19 comments

  1. Grazia d'Aguanno 28 giugno, 2017 at 09:01 Rispondi

    Un app? Perché non è già abbastanza che oggi i bambini da 3/4 anni (se va bene) cominciano ad avere per ore i cellulari in mano? Ma se fate i figli perché non li stimolate voi stessi? Non c’è niente di più bello che vedere interagire il proprio figlio con voi, ve lo assicuro!!! Se avete il cervello bruciato dalla tecnologia, non fate l’errore di bruciare anche quello dei vostri bambini!

  2. Giovanna Garufi 28 giugno, 2017 at 09:58 Rispondi

    Siamo alla frutta! Parlate con i vostri figli,non lasciate che sia il cellulare a prendere il vostro posto! Ieri ero in un centro commerciale e ho assistito ad una scena triste,ma veramente triste. La madre con il cellulare in mano e il bambino sul passeggino che guardava fisso un altro cellulare attaccato ad un oggetto fatto a posta per i passeggini…è semplicemente da matti!

  3. Gabriella Cipriano 28 giugno, 2017 at 14:06 Rispondi

    Ma scusate era di ieri la notizia che troppa tecnologia (vedi finti Tablet e cellulari che riproducono suoni e versi di animali) non stimoli il linguaggio e adesso si parla addirittura di una app… Mumble Mumble…

Lascia un commento