Art Therapy: divertimento per i piccoli e antistress per le mamme

art-therapy

Quale bambino non ama pasticciare con colori e pennarelli? E quale mamma non ha comprato decine di album con le figure da colorare per i propri figli, pieni di fiori, animali e pupazzetti a cui dare un nuovo aspetto? Colorare è molto più di un gioco: oltre che un bellissimo passatempo, è un modo per aiutare i bambini a dare sfogo alla loro creatività e fantasia e a familiarizzare con forme e sfumature che si faranno via via più elaborate con gli anni.

L'Art Therapy conquista grandi e piccini

Sembra, però, che l’atto del colorare non sia semplicemente un’attività per i più piccoli, ma anche un ottimo antistress per gli adulti. La cosiddetta Art Therapy, com'è stata ribattezzata, è ormai un hobby molto in voga che dall'Europa si è esteso anche al nostro Paese.

Il segreto del suo successo

L’essere un’attività che permette di distogliere la mente dalle preoccupazioni e dai pensieri ricorrenti (spesso negativi e controproducenti) e di immergersi completamente nel qui e ora, concentrandosi unicamente sulla o manualità del gesto. È un modo, dunque, di scaricare la tensione e di prendere fiato, per tornare alle consuete attività con una maggiore serenità mentale e capacità di concentrazione.

In più, questo tipo di hobby, come tutti quelli che richiedono manualità, è un ottima maniera per tenere il cervello in allenamento perché coinvolge entrambi gli emisferi contemporaneamente: quello sinistro, legato alla logica, che entra in azione grazie alla precisione richiesta dal gesto, e quello destro, quello della creatività, che viene interpellato grazie all'uso dei colori.

Negli ultimi tempi si è assistito a un vero e proprio boom della Art Therapy e in ogni libreria ed edicola, ormai, i libri da colorare per adulti stanno spopolando.

Cosa dipingere per "fare terapia"?

Per quanto riguarda le figure c’è proprio di tutto: si va dai classici fiori e paesaggi a motivi arabeggianti, geometrici e addirittura all'alternanza di motivi prestampati e pagine bianche destinate alla libera creazione, per trasferire su carta l’ispirazione del momento e scoprire l’artista nascosto in ognuno di noi.

La prossima volta che compriamo un album da colorare per nostro figlio, che ne dite di prenderne uno anche per noi e condividere con il bambino un momento di relax e di divertimento?

2 comments

Lascia un commento