Consigli per il back to work post maternità

back to work post maternità

La maternità è un momento magico per noi donne, che da singole ci ritroviamo ad avere tra le braccia un pezzo di noi. Ma come affrontare il rientro al lavoro in un momento così delicato, soprattutto quando il nostro bambino è molto piccolo?

Ci ritroviamo improvvisamente a giocare in ruoli diversi: quello di mamma, di moglie e quello di donna in carriera. Come ritrovare dunque il giusto equilibrio tra senso di colpa per aver lasciato il nostro bimbo con qualcun altro e la voglia di ricominciare con la vita che avevamo prima?

Si dà per scontato che il neonato sia al centro di tutto, dimenticandoci che se noi mamme siamo felici ed appagate, anche il nostro bambino sarà di conseguenza più felice e tranquillo. Liberarsi quindi dai sensi di colpa è il primo passo per un rientro in ufficio sereno.

Trovare il giusto equilibro

L’idea di lasciare il nostro piccolo a qualcun altro ci fa scoprire un nuovo lato di noi. Siamo più apprensive e attaccate di quanto ci aspettassimo. Il distacco dal bebè può essere più facile se decidiamo di lasciarlo con i nonni, una tata di fiducia o una struttura di cui ci si fidi completamente.

In ogni caso riorganizzare la vita della famiglia in funzione del rientro al lavoro, può essere fonte di stress e stanchezza mentale, anche se l’idea di uscire di casa dopo tanti mesi per riprendere le attività di prima può essere elettrizzante. Non è raro che le mamme proprio in questa fase della vita sfoderino dal taschino un’energia inaspettata che le trasforma in eroine multitasking, in grado di gestire colleghi, tate, frigorifero e riunioni d’asilo senza cedimenti. Certo, a volte si lasceranno andare sul divano distrutte, ma il giorno dopo, le ritroverete di nuovo in pista!

Ecco qualche suggerimento per tornare al lavoro senza soccombere allo stress.

Come affrontare il back to work

1. Scegliete bene con chi lasciare il vostro bambino

Che siano i nonni, la tata o il nido, l’importante è che voi siate sicure e tranquille. Trascorrete qualche tempo insieme alle educatrici, spiegate loro i vostri dubbi, parlate ai nonni di come vorreste educare vostro figlio. Raccontate alla tata la vostra giornata tipo con il bimbo, le sue abitudini, i suoi gusti. In questo modo sarà più semplice iniziare al meglio il distacco.

2. Spiegate a vostro figlio che state andando al lavoro

Non raccontate una bugia. I bambini capiscono più degli adulti. Se la mamma è felice di tornare in ufficio lo sarà anche il bimbo.

3. Lasciate il vostro bambino con qualcun altro anche quando siete in maternità

Non chiudetevi in casa e non pensate che vostro figlio non possa stare senza di voi per qualche ora. Cercate di ritagliarvi del tempo per voi stesse già dai primi mesi così da abituarlo ad altre facce.

4. Tornate a lavorare in modo graduale

Se potete, optate per il part-time, in modo da stare fuori di casa solo mezza giornata. Il rientro al lavoro non deve essere vissuto in modo traumatico né dal figlio né da voi.

5. Delegate

Non siete mamme supereroi! Quando rientrerete al lavoro e avrete anche un bimbo piccolo, sarete sicuramente più stanche. Fatevi aiutare e vedrete che insieme supererete anche le nottate in bianco per i primi dentini.

6. Create una routine

Quando rientrate dall’ufficio giocate con vostro figlio. Dedicatevi a lui completamente per 15-20 minuti. È importante per entrambi ritrovarvi senza distrazioni.

 

E infine un ultimo consiglio: seguite tutti gli aggiornamenti della pagina Facebook di Acutil Donna Life: troverete tanti spunti divertenti, giochi per tenere allenata la mente e consigli per le mamme da parte delle mamme blogger!


Post in collaborazione con Acutil Donna Life.

Lascia un commento