Bambini dimenticati in auto: ecco i sensori di serie

Rear Occupant Alert Hyundai

Tutti i genitori restano inorriditi dinanzi alle notizie dei bambini dimenticati in auto, un episodio che purtroppo si verifica più spesso di quanto si pensi. Colpa di una vita troppo stressante? Genitori super indaffarati? Mamme e papà che pensano più allo smartphone che ai figli? I motivi sono tanti, ma sembra essere arrivato un sistema che possa porre fine definitivamente a questa gravissima dimenticanza.

Bambini dimenticati in auto: il dispositivo della Hyundai

La Hyundai sta progettando un dispositivo, chiamato "Rear Occupant Alert", che utilizza dei sensori capaci di captare ogni singolo movimento all'interno dell'auto. Se l'allarme dovesse rilevare la presenza di qualcuno, viene inviato un messaggio all'automobilista distratto tramite Blue Link. Contemporaneamente, i fari lampeggiano e si attiva il clacson per attirare l'attenzione dei passanti.

L'allarme "salva-bambino" sarà pronto nel 2019

Esistono già delle tecnologie simili, come il "Child Reminder Alert" di Waze, che avverte l'automobilista di controllare l'interno dell'abitacolo prima di scendere. La novità è che il dispositivo salva-bambino della Hyundai sarà installato direttamente sulle auto che saranno vendute nel 2019 negli USA, dove i genitori sono decisamente più "distratti". Sono ben 38 i bambini morti in auto all'anno per essere stati dimenticati. Inoltre nel 55% dei casi di bimbi deceduti in auto, dal 1994 ad oggi, i genitori neanche sapevano che c'era il figlio a bordo.

Lascia un commento