Bufera sulla foto della mamma blogger che allatta al ristorante

Ne hanno parlato tanti quotidiani nazionali, ne ha parlato la rete da giorni: la foto della blogger Valentina Piccini mentre allatta il suo bambino di appena 20 giorni ha scandalizzato il popolo social. Eppure Valentina, che di mestiere fa là blogger e gestisce il sito www.mammeaspillo.it, conosce bene le dinamiche del web e non si aspettava di certo tutto questo polverone per una foto pro-allattamento.

L'immagine incriminata è stata postata su Instagram. In una delle prime uscite in pubblico con il suo Giuseppino, la blogger ha allattato il neonato in un ristorante. Tra le tante foto che ha scattato il marito Valentina ne ha scelto una e l’ha postata sul suo profilo con questa didascalia:

Care mamme, non chiudetevi in casa solo perché avete un neonato tra le braccia. Uscite, fate squadra con i vostri mariti, fate la vostra vita di sempre, perché un bimbo non pregiudica nulla, semmai arricchisce.”

Non poteva immaginare che questa condivisione si sarebbe trasformata in un boomerang di commenti, insulti e note negative sul suo profilo. La rete, che in pochi attimi è capace di viralizzare ogni notizia, si è divisa tra un’esplosione di solidarietà e affetto e in commenti ricchi di accuse.

Non è la prima volta che si attacca una mamma perché decide di allattare in pubblico ma questa volta la ghigliottina social ha scatenato un grande sostegno da parte dei fan pro allattamento in pubblico che hanno visto in quella foto un gesto d'amore materno.

Valentina Piccini, che è diventata madre per la quarta volta e conosce bene sia il mondo delle mamme sia l'ambiente web, è rimasta sorpresa di questa reazione social ma ha dichiarato espressamente sui suoi canali che allattare al seno suo figlio significa non chiudersi in casa e non rinunciare a vivere la sua vita di libera professionista senza ferie né permessi. 

314 comments

  1. Scila Pascal 31 maggio, 2016 at 17:53 Rispondi

    Secondo me si può allattare lo stesso con un po’ di pudore a me quelle che mettono la tetta su tavolo non mi piacciono perché lo trovo maleducato come ruttare …puoi farlo con un po di delicatezza

  2. Isabella Burreddu 31 maggio, 2016 at 18:33 Rispondi

    anche mia figlia ha allattato il figlio al ristorante, per strada (seduta su una panchina) ed ogni volta che il bimbo lo richiedeva. l’allattamento naturale è a richiesta del bimbo e chi si scandalizza è un individuo che nasconde problemi non risolti.

  3. Marilena Zappalà 31 maggio, 2016 at 18:40 Rispondi

    Che grettezza certi commenti. Tutte quelle che in questa foto ci trovano volgarità, esibizionismo, maleducazione, poco rispetto, poco pudore e altri aggettivi negativi sono donne della peggior specie. Ecco l’ho detto, scusate ma non potevo più tenermelo!!! E in quanto donna e mamma pure io, mi vergogno per la loro piccolezza!!!! W l’allattamento sempre, comunque e dovunque!

    • Francesca Battiato 31 maggio, 2016 at 19:35 Rispondi

      Chi ci vede volgarità é invidiosa . anche se non capisco di che. ci sono donne che sono madri eppure criticano le madri che allattano in pubblico e questo è molto triste davvero. da madri non dovrebbero vederci nulka di volgare se lo fanno hanno un problema col concetto di maternità

    • Marilena Zappalà 31 maggio, 2016 at 21:04 Rispondi

      Non c’è nulla di poco elegante nelle mie parole. Poi non capisco il tuo like al mio commento sopra … sei d’accordo con me che sei tu l’unica che ha mancato di rispetto alla donna in foto?

    • MenaeSaverio Derosasica 31 maggio, 2016 at 22:37 Rispondi

      Ci vuole buonsenso per tutto….. allattare è meraviglioso vs fatto sempre anche ovunque. ma sempre con un pizzico di discrezione è necessario e sempre senza sbandierare tette al vento…ripeto buonsenso,educazione e discrezione….io ho una quarta vi immginate la mia zizzona che penzola fuori dalla magliA in mezzo a una strada? Che mi costa trovare una panchina o un tavolo a bar lievemente in disparte e con discrezione mai isolata Ma discrezione

    • Marilena Zappalà 31 maggio, 2016 at 22:43 Rispondi

      Il punto è che nessuna donna sbandiera di proposito il seno mentre allatta. Non ci pensa nemmeno, non bada a chi la guarda, è una cosa normale, per questo molte non sentono il bisogno di alzarsi e cambiare posto per allattare. E la tetta non penzola fuori se ti alzi la maglietta, ti scosti il reggiseno e il bimbo si attacca. Con la testa copre tutto. A meno che tu per allattare non ti levi tutta la maglietta! Quindi specificare buon senso e discrezione mi pare superfluo perché non esiste un modo di allattare giusto e uno sbagliato. A meno che si accompagni a uno streap tease, ovvio.

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 07:53 Rispondi

      Io ieri su un’altra pagina ho fatto una domanda e NESSUNO ha saputo rispondermi.
      La ripropongo.
      Posto che l’allattamento è NATURALE.
      Posto che serve a NUTRIRE IL bambino.
      Mi spiegate l’utilità di un selfie su Facebook?
      Il bambino assimila più nutrimento se la mamma mostra le tette agli iscritti di Facebook?
      Lo aiuta a fare il ruttino?
      Siamo d’accordo che bisogna allattare (ma anche no, se una madre non vuole. E questa è un’altra storia), ma le foto non sono la più alta forma di esibizionismo??

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 08:32 Rispondi

      Marilena Zappalà la privacy è un concetto personale e non oggettivo.
      Per me una foto come questa è fastidiosa.
      Probabilmente non allatterò, sono ancora nel settimo mese e ci sto pensando.
      Ed uno dei motivi è che io non allatterò mai in un luogo pubblico e non mi priverò di uscire solo perché allatto.
      Quindi probabilmente non allatterò.
      Sono stata offesa, lapidata, mi è stato detto che non dovrei avere figli, che una come me è meglio sterile, che non saprò coccolare la mia bambina e che sarò una madre anaffettiva, perché credo nelle coccole, ma non nell’alto contatto.
      Sono stata offesa e mortificata perché ho detto che se anche allattassi smetterei a 6/7 mesi perché devo tornare a lavoro.
      Mi hanno offesa perché loro “difendevano un diritto di mia figlia”,quindi gli è concesso.
      Poi io dico che questa foto mi fa un po schifo e qualcuno mi dice che mi devo curare.
      Non è che per caso la storia dell’allattamento a RICHIESTA e a TERMINE ci è sfuggita di mano?

    • MenaeSaverio Derosasica 1 giugno, 2016 at 08:37 Rispondi

      Anna Lisa Consagno condivido con te è esibizionismo e poca discrezione. Sono una persona riservata di carattere e quando allattavo anche in casa e avevo ospiti o mio suocero io mi mettevo in Po più riservata xke ritenevo quel momento mio è del mio bimbo e poi xke mi sentivo imbarazzata. ..la maternità non mi toglie il mio essere donna sono mamma mica una Santa…la donna credono che la maternità ci consacri una divinità. .

    • Marilena Zappalà 1 giugno, 2016 at 08:50 Rispondi

      Sì, hai qualche problema Anna Lisa Consagno. Devi esserne consapevole. Una persona normale non dice che questa foto fa schifo. L’allattamento c’entra poco secondo me, forse hai qualcos’altro di non risolto in te.

    • Martina Biondi Riikonen 1 giugno, 2016 at 08:59 Rispondi

      Marilena Zappalà pure io non ho allattato. Mi fa schifo allattare e non lo avrei mai fatto né a casa né fuori di casa e non capisco perché la gente che allatta debba sentirsi in dover di ricordare ogni singolo giorno al mondo quanto sia bello ed emozionante allattare il proprio figlio tramite foto di ogni tipo. Seriamente fotografare tuo figlio mentre fa la cacca e tu lo allatti e poi postarla su un gruppo pubblico che senso ha?

    • Marilena Zappalà 1 giugno, 2016 at 09:05 Rispondi

      Non posso più commentare… non so se siete semplicemente egoiste o contro natura. Vi avrei fatto nascere decenni fa quando non esisteva il latte artificiale. Chissà come avrebbero fatto i vostri figli a sopravvivere.

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 09:12 Rispondi

      Contro natura?
      Tu ti devi far curare da uno bravo.
      Io vedo gente compiaciuta perché i figli come prima parola invece di mamma dicono tetta o tinna o come cribbio la chiamano!
      E per trentasei mesi ogni minimo A del bambino la soluzione è tetta.
      Questo non è essere mamme.
      Le mamme con i bambini cj parlano, non assecondano con la tetta.

    • Marilena Zappalà 1 giugno, 2016 at 09:14 Rispondi

      Sul water senso non ne ha. Mentre si allatta è come fotografarlo mentre gioca ma capisco che il concetto è difficile da capire per una che l’allattamento lo schifa. Anna Lisa Consagno io sono mamma come te, come noi tutte. E sono anche un mammifero, proprio come voi. Quindi tetta con le gambe lo dici a una spogliarellista, non a me.

    • Marilena Zappalà 1 giugno, 2016 at 09:18 Rispondi

      Allattare è la NORMA BIOLOGICA, raccomandato da chiunque. La deviata sei tu, non il resto del mondo! Voglio chiarire: io non ho niente contro chi non allatta, ma sentir dire che l’allattamento è schifoso è più di quanto inumano possa esistere… la negazione dell’essere mamma è questo, visto che insisti col concetto.

  4. Andy E Flory 31 maggio, 2016 at 19:37 Rispondi

    In televisione ci sono tette ovunque. .. in spiaggia ormai e diventato normale prendere il sole in topless. .. e una mamma che fa la cosa più bella e innocente al mondo viene aditata .. maaaa.. sono senza parole!!!!

  5. Elisabetta Ferraro 31 maggio, 2016 at 19:50 Rispondi

    Ma dite a questa gente di andarsene a fare in …. ma basta!poveracci non sanno cosa fare delle loro inutili vite e se la prendono con chi una vita cel ha…io allatto dove,come e quando mi pare kiaro!!!!?

  6. Eleonora Nicora 31 maggio, 2016 at 19:53 Rispondi

    tutto quello che vedo di stonato è solo un neonato al ristorante a 20 gg però se ci sta perchè no, per il reto io allatto anche al supermercato mentre faccio
    la spesa , il primo che mi dice qualcosa lo evaporo !

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 08:07 Rispondi

      A me è capitato.
      Passeggiavo tra le corsie del Sisa della mia città. Tra pasta e biscotti.
      E mi trovo di fronte una tipa con in braccio un bambino di circa 2 anni.
      Lei aveva il cappotto completamente aperto e la meglietta non discretamente abbassata sul seno, ma oscenamente alzata su addome, fianco e tetta.
      Allattava un bambino di DUE ANNI o come si usa dire adesso 22/24/25 mesi.
      Ora secondo te quello è nutrimento????
      Se mia figlia a 2 anni ha fame in un supermercato le compro dei biscotti biologici, una merendina fresca che piace tanto ai bambini, ma non mi alzo la maglia.
      Sai qual è la spiegazione che mi sono data?
      Il bambino frignava perché annoiato dalla spesa e la mamma ad “alto contatto” come unica soluzione conosceva la tetta.
      Quindi finiamola con la storia del nutrimento, della natura e dei neonati!
      La verità è che sta menata dell’allattamento a tutti i costi fino alle elementari sta sfuggendo di mano a parecchia gente.
      Ah, dimenticavo!
      Sai perché non gliene ho cantate un paio?
      Non perché avessi paura che mi mandasse a “bollire”, ma perché IO SONO MOLTO PIÙ EDUCATA DI LEI.

    • Marilena Zappalà 1 giugno, 2016 at 08:23 Rispondi

      Ma ti provocava fastidio? Ti intralciava la strada? Ti ha chiesto aiuto? Dovevi tenere tu la bambina in braccio? Lo voleva far assaggiare a te il latte? Ti ha chiesto di guardarla? Roba da matti oh.

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 08:38 Rispondi

      Marilena Zappalà si, mi ha provocato fastidio come mi avrebbe provocato fastidio una persona che urina per strada.
      Anche urinarie è natura, ma andiamo in bagno per farlo.
      E il fatto è che non sono io a dovermi girare, ma lei a dover rispettare il prossimo.

    • Eleonora Nicora 1 giugno, 2016 at 10:37 Rispondi

      a parte che mia figlia ha 8 mesi , e sinceramente a una che paragona l’ allattamento a un pisciata in strada che dire se non mi dispiace per te , davvero tanto ! l’ allattamento é la cosa piu naturale del mondo se a te disturba arrangiati nella tua inutile polemica !

    • Eleonora Nasoni 1 giugno, 2016 at 11:24 Rispondi

      Come si fa a paragonare l’urinare per strada con l’allattare!! Crea fastidio magari a persone che poi si bevono il cappuccino al bar e che si fanno allattare da una mucca. Quello mi da fastidio. Non una madre che nel suo ruolo di nutrice allatta il proprio bambino. Inorridisco nel vedere gente che urina per le vie delle città quando bagni sono a disposizione. Che alternative ci sono per le madri che allattano? E poi, vogliamo paragonare l’urina al latte materno? Non è una mera questione di liquidi! Santo cielo. Che orrore

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 11:26 Rispondi

      Eleonora io il cappuccino lo bevo di gusto.
      Ma non mi sono mai attaccata alla tetta di una vacca.
      E io non ho paragonato l’urina al latte, ma la NATURA dell’allattamento con la NATURA dell’urinare!
      Sono 2 cose naturali del nostro corpo!
      Però se allatto per strada mi danno un premio, se urino per strada mi arrestano.
      2 pesi e 2 misure per cose UGUALMENTE NATURALI.

    • Eleonora Nicora 1 giugno, 2016 at 11:30 Rispondi

      brava Anna Lisa Consagno ! rimani nel
      tuo piccolo , credo che vista la modalità d’ espressione tu non abbia molte alternative ! io continuerò ad allattare dove meglio preferisco per il bene di mia figlia !
      meglio una tetta al vento che latte chimico a un neonato !

    • Eleonora Nicora 1 giugno, 2016 at 11:40 Rispondi

      il paragone comunque si è capito perfettamente sconvolge che esitano persone che nella testa associno 2 cose simili a una reazione di disgusto, comunque se ne riparla dopo il 2 settembre , io non ero per l’ allattamento mi sono dovuta ricredere quando la mia piccola è nata è la prima cosa che ha fatto è stata cercare la tetta , ti consiglio un pò più di tolleranza !

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 11:55 Rispondi

      Eleonora Nicora ma sarò libera di dire che una cosa NON MI PIACE?
      Sarò libera di dire che la buona educazione imporrebbe di tenere le magliette addosso??
      Qua mi sembra che il mondo lo muova la tetta!
      Mo spiace non è così!
      E comunque con il latte “chimico” io ci sono cresciuta (la tetta non l’ho MAI VOLUTA, chissà perché!) e non mi viene la febbre dal 2003 e il raffreddore dal 2013!
      Quindi il latte “chimico” nutre comunque senza uccidere!

    • Sarah Petrucci 1 giugno, 2016 at 11:57 Rispondi

      povere piccole inutili menti. e qui mi fermo che è meglio.. anzi auguro ai vostri figli,nonostante voi, una visione della vita più serena della vostra… che mi fate tanta tanta tenerezza ☺️

    • Scila Pascal 1 giugno, 2016 at 12:38 Rispondi

      Io ho allattato il primo fino allo svezzamento il secondo no ti dico che non cambia nulla.anzi la prima si ammalava di più,l amore a un figlio si trasmette in altri modi non con un capezzolo.

    • Eleonora Nasoni 1 giugno, 2016 at 12:48 Rispondi

      Anna Lisa Consagno certo che ti attacchi alla tetta della mucca e prendi il posto del suo vitello. Te lo compri in cartone ma da dove viene? A che natura appartiene il nutrirti di latte di un’altra specie? Meglio una madre che allatta il suo di bebè e la discussione nasce proprio dal l’aver paragonato l’allattamento all’urinare in pubblico.

  7. Moana Aresu 31 maggio, 2016 at 20:12 Rispondi

    Io allatto ovunque ed in qualsiasi momento mio figlio lo richiede. È la cosa più bella e naturale del mondo , la gente non si rende conto di che fortuna sia poter allattare al seno il proprio figlio! Credo sia solo cattiveria e gelosia . Bisognerebbe scandalizzarsi di ben altro, finti moralisti del cavolo😡😡

    • Bartolo Marzia Chiarelli 31 maggio, 2016 at 21:05 Rispondi

      Ankio allatto ovunque e la gente non perde tempo a guardare e criticare ormai sono abituata. ….. la mia bimba a due anni e mezzo e ogni volta mi sento di dire ancora allatti? E basta ormai è grande! Ma fatevi un po i cavoli vostri!

    • Sarah Petrucci 1 giugno, 2016 at 15:28 Rispondi

      ma questa signora non c’è l’ha una vita di cui occuparsi 🤔
      in ogni commento c’è lei che si prende la briga di dare la sua mera opinione? ma che problemi ha? forse gli hanno tolto la tetta troppo presto…. 😁😁😁😂😂😂

    • Moana Aresu 1 giugno, 2016 at 16:04 Rispondi

      Cara scila a maggior ragione che sei madre non vedo cosa ci trovi di scandaloso in un gesto così naturale è pieno d’amore . Magari si è un po’ gelosi di non riuscire ad allattare così liberamente e si è complessati

    • Moana Aresu 1 giugno, 2016 at 16:50 Rispondi

      C’è gente che pagherebbe per avere la fortuna di allattare il proprio figlio per tutti i benefici che esso comporta.. Rispetto la scelta ma non riesco proprio a capirla sinceramente. Sarebbe bello che si rispettasse anche la scelta di chi allatta ovunque senza scandalizzarsi, sono altri i problemi

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 17:08 Rispondi

      Perché mi risulta non scandaloso, ma irrispettoso tirare fuori le tette in un ristorante.
      Ci si può appartare un pochino, coprire con un foulard, girarsi di spalle!
      Non è corretto sbandierare le tette e pretendere che chi non vuole vedere si giri!
      La discrezione deve essere di chi allatta e non di chi guarda!
      E cmq io sono cresciuta con il latte in formula perché non ho mai voluto il seno.
      E godo di ottima salute e di difese immunitarie a prova di bomba.
      Quindi tutti questi benefici della tetta io non li evinco.

    • Moana Aresu 1 giugno, 2016 at 17:18 Rispondi

      Non lo condivido per niente che tu sminuisca i benefici dell’allattamento. Sono tutti pazzi e hanno inventato tutto?? Comunque trovo molto più indiscreto chi fissa una madre mentre compie un’azione così naturale. Quando si allatta il seno diventa una normalissima parte del corpo, peggio è metterlo in mostra con scollature vertiginose

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 17:30 Rispondi

      Io non li sminuisco.
      Dico che PER QUELLA CHE È LA MIA ESPERIENZA PERSONALE la tetta non fa la differenza.
      Poi posso pure allattare 15 anni e avere un bambino di salute cagionevole!
      Ma se penso alle mamme che allattano 4 anni, però poi non vaccinano mi viene da ridere!

      Il mio seno è leggenda.
      Sempre stato fin troppo ammirato e commentato.
      E non mi va di mostrarlo.
      Devo essere condannata per questo?
      Ho problemi mentali?
      No, ti assicuro che sono sana, semplicemente non sarò una mamma ad “alto contatto” perché è un tipo di educazione che non condivido.
      Coccole tantissime, ma assecondare a tutti i costi no.
      E ripeto, mi da fastidio per PUDORE.
      poi non sono stata allattata per scelta mia, che a 20 gg avevo già le mie opinioni radicate, evidentemente!
      Infatti mia mamma mi avrebbe allattata a lungo e combatte,inutilmente, perché io allatti.
      Io non lo so ancora se allatterò un po o se non lo farò affatto.
      Ma sicuramente se dovessi allattare non lo farei in pubblico e assolutamente non più di sei mesi.
      Anche perché a 6 mesi i bambini si svezzano, ed io dovrò ritornare alla mia azienda.
      E, ripeto, non ho problemi mentali.
      Sono una mamma e vado rispettata.
      Punto!

    • Sarah Petrucci 2 giugno, 2016 at 06:18 Rispondi

      ma davvero dovremmo sentirci giudicate da una che dice di se stessa… ” il mio seno è legenda….” ?!? 😳😳😳😂😂😂
      “….a 20 gg avevo già le mie opinioni radicate….” 😬😬😬 ma davvero?!? 😂😂😂 povera me cosa mi tocca leggere!
      in compenso…
      ho appena finito di allattare il mio sanissimo e felice bambino di 14 mesi che ora dorme sereno accanto a me!😍 mi sento grata e fortunata per avergli fatto il più grande dono per la vita!
      e dopo essersi fatto una sana colazione( che non sto qui ad elencare quanti benefici comporta..) ne farà un altra coi biscotti a tavola con mamma e papà e molto probabilmente oggi mangerà lasagne o spaghetti con le vongole, considerato anche che oggi è festa! 😜 quindi buon due giugno a tutte! siate serene e felici con voi stesse e al ristorante guardate chi mangia con voi invece di guardare cosa fanno gli altri commensali😄 ed io personalmente, vi prometto che , se tra il secondo e il dolce dovessi allattare mio figlio mi farò un selfie e ve lo mando! ✌🏾️😄👋🏾

    • Anna Lisa Consagno 2 giugno, 2016 at 07:41 Rispondi

      Lo hai allattato in casa tua, spero.
      Se poi non sei sufficientemente intelligente per cogliere ironia e sarcasmo dietro le parole di una persona evidentemente più sagace di te, non è un problema mio.
      Io per consiglio vi dico tenete le tette al coperto.
      Perché quello che io dico molti lo pensano e tacciono.
      Siete senza pudore ne educazione.
      E vorrei proprio essere presente fra 20 anni quando i vostri figli chiederanno “mamma, ma che cazzo di pose ti sparavi? Ma non ti rendi conto che facevi schifo?”
      Le foto rimarranno in etere ad eterna memoria del vostro poracciume.

    • Sarah Petrucci 2 giugno, 2016 at 09:00 Rispondi

      ma tu seriamente non stai bene… 😳
      ti sei presa addirittura la briga di guardare la mia foto profilo?!? 🤔
      povera te… ma fattela una risata ogni tanto! come io rido di te e sorrido della tua volgare misera vita..
      ti auguro una buona giornata.

    • Anna Lisa Consagno 2 giugno, 2016 at 09:04 Rispondi

      Veramente amore mio la tua foto profilo è in vista senza che ci clicchi sopra.
      Così come la mia.
      Si chiama “foto profilo” proprio perché è in EVIDENZA.
      E comunque non ci avevo nemmeno fatto caso prima che tu me la facessi notare… 😂😂😂😂

    • Sarah Petrucci 2 giugno, 2016 at 09:11 Rispondi

      io invece la tua l’ho notata subito… e sono andata a vedere anche le altre , considerato che hai un profilo pubblico, e esattamente come tu noteresti le mie tette, anch’esse leggendarie, io ho notato subito le tue di pose.. e quelle si che sono orride! 😱
      comunque ora siamo totalmente OT quindi ti saluto! 😉

    • Anna Lisa Consagno 2 giugno, 2016 at 09:18 Rispondi

      Io non sono mai in posa..
      E tu dimostri di essere molto molto molto poco intelligente..
      E molto molto molto poraccia…
      Oltre alle pose hai notato anche che sono SEMPRE VESTITA?
      Hai visto una foto in costume?
      In reggiseno?
      Con i capezzoli al vento?
      Ah, un’altra cosa: ti hanno mai detto quanto è da sfigate andare a controllare profili di gente che non ti conosce e non vuole avere nulla a che fare con te?

    • Sarah Petrucci 2 giugno, 2016 at 10:25 Rispondi

      si sì, io sono una scema e tu una ragazza molto seria ed educata.
      ti ringrazio per la lezioncina..
      ah e questa non è una posa.
      ma io d’altronde sono una sfigata.. e detto da una che non conosco mi ferisce e mi logora.
      buona vita. 👋🏾

    • Anna Lisa Consagno 2 giugno, 2016 at 10:37 Rispondi

      Veramente questo è il ritaglio di una foto che mi ha scattato mia cugina di spalle.
      Il caso volle che mi stessi girando.
      Ovviamente i filtri hanno aiutato a renderla una gran bella foto.
      Grazie per avermi ricordato che IO sono una figa e tu una mocciosa sfigata!
      Ahahahahhahahahhahahahahhahhahahah
      Martina Biondi Riikonen non hanno più argomenti e trascendono nel ridicolo!
      Mocciosaaaaa!
      😂😂😂😂😂

    • Anna Lisa Consagno 2 giugno, 2016 at 10:37 Rispondi

      Veramente questo è il ritaglio di una foto che mi ha scattato mia cugina di spalle.
      Il caso volle che mi stessi girando.
      Ovviamente i filtri hanno aiutato a renderla una gran bella foto.
      Grazie per avermi ricordato che IO sono una figa e tu una mocciosa sfigata!
      Ahahahahhahahahhahahahahhahhahahah
      Martina Biondi Riikonen non hanno più argomenti e trascendono nel ridicolo!
      Mocciosaaaaa!
      😂😂😂😂😂

  8. Nicole Weffort 31 maggio, 2016 at 20:22 Rispondi

    Lo scandalo non è allattare in pubblico. Lo scandalo è pubblicarlo su fb! Ma dai ,possibile che siamo in un mondo in cui ci sentiamo liberi di pubblicare anche momenti così intimi?momenti che dovrebbero rimanere nei ricordi più intimi tra madre e figlio! Siamo un mondo in cui dobbiamo per forza pubblicare qualsiasi cosa…persino le condoglianze sulle bacheche degli altri ! Questo è il vero scandalo. E io non estramamente contenta di non far parte di quel mondo !

    • Marilena Zappalà 31 maggio, 2016 at 20:35 Rispondi

      Allattare non è un momento intimo. Con un neonato lo fai anche 30/40 volte al giorno, sempre gli stessi gesti. E’ routine. Intimo è altro, qualcosa che non vuoi far vedere a nessuno. Allattare ti viene naturale farlo ovunque, proprio come con il biberon. Non vedo nessuna differenza tra un selfie normalissimo e questa foto. Anzi, molto peggio foto pubblicate con donne mezze nude!

    • Nicole Weffort 31 maggio, 2016 at 20:44 Rispondi

      Marilena Zappalà quello che può essere intimo per te può non esserlo per me e viceversa. Per me è una cosa tra me e mio figlio. Poi se tu mentre allatti vuoi farti vedere da tutto il paese va bene. Io no. E rileggi il commento. Ho detto che è sbagliato pubblicare,non allattare in pubblico.

    • Lalla Khybyrtova 31 maggio, 2016 at 23:16 Rispondi

      Scila Pascal ma stai a casa..non uscire.. se ti fa cosi tanto schifo…donne allattano e allatteranno per sempre…ovunque..come ho fatto io..come fanno tante..e le persone schifate come te.. se ne stessero a casa! Con rispetto..

    • Nicole Weffort 31 maggio, 2016 at 23:48 Rispondi

      Grazie mille ☺ ci sono cose che proprio non accetto! La pubblicazione di momenti così privati (in cui si vedono certe parti del corpo e in cui si vede un bambino di pochi giorni di vita che si nutre) è inconcepibile…anche se è il gesto più naturale e bello del mondo..è proprio per quello che non dovrebbe diventare di dominio pubblico. Ma ormai tutto è concesso e non esistono più limiti. Davvero tra qualche anno pubblicheranno pure foto sedute sul water !

    • Mariano E Andreana Musti 1 giugno, 2016 at 07:50 Rispondi

      Ok l’allattamento senza limiti e senza vergogna ma quantomeno se lo si vuol fare in pubblico ci si potrebbe coprire con un lenzuolino o un asciugamanetto…. Io per i pochi giorni che ho allattato quando avevo gente attorno ero solita coprirmi perché, vuoi o non vuoi, è un gesto Che, per quanto sia naturale, tende ad attirare attenzione, per varie ragioni che possono essere malignità o tenerezza… Insomma io sono per la discrezione e non amo tenere gli occhi puntati addosso… Figuriamoci se poi dovessi esporre un momento così su Facebook… Ma anche no!!!!!

    • Mariano E Andreana Musti 1 giugno, 2016 at 07:56 Rispondi

      Marilena Zappalà, allattare è una consuetudine che per natura la razza umana e in generale tutti i mammiferi si portano dietro da milioni di anni… Che senso ha sbatterlo in faccia agli utenti di Facebook??? Esibizionismo allo stato puro!!!!!

    • Marilena Zappalà 1 giugno, 2016 at 08:00 Rispondi

      Il lenzuolino sugli occhi voi ve lo dovete mettere. Va bene, copritevi, ma non sparate malignità a chi decide di non mettersi un burka. Io non sono maleducata o volgare perché non lo faccio. Se la mettiamo così allora qualsiasi cosa pubblicata su fb è esibizionismo.

    • Nicole Weffort 1 giugno, 2016 at 08:05 Rispondi

      Ma porca miseria ,l’allattamento richiede un gesto intimo!il biberon no…ma scusate !ci sarà una differenza???su Facebook non andrebbe pubblicato niente che riguardi una creatura così piccola. Niente. Invece qui si pubblicano ecografie ,allattamenti, e chi più ne ha più ne metta….allucinante come anche l’essere pubblicato debba diventare esibizionismo.
      P..s. ovvio che se uno sta su Facebook è esibizionista…ma essere esibizionisti su se stessi ok ,verso un gesto così no.

    • Marilena Zappalà 1 giugno, 2016 at 08:19 Rispondi

      Ho già spiegato perché allattare non è un gesto intimo, come non lo è dare il biberon. Paragonarlo ad andare in bagno non si può sentire. Ma che vi hanno fatto ste creature che ciucciano e le loro mamme? È allucinante, io non lo conprendero’ mai. Una foto in bikini succinto dove si vede tutto si’, questa no. Non si vede nemmeno la faccia del bimbo, quindi di quale privacy stiamo parlando? Boh

    • Nicole Weffort 1 giugno, 2016 at 08:32 Rispondi

      Quello si chiama marketing. È un lavoro ,che piaccia o no, e viene pagato. Qui si sta parlando di fare esibizionismo su una foto che dovrebbe rimanere tra madre e figlio. Ho un figlio ,so come funziona. E da madre ,mai nella vita pubblicherei ne una sua foto ne tanto meno una foto dove le allatto. Se Belen vuole fare in calendario nuda bene ,ha 30 anni,è il suo lavoro e ha la possibilità di scegliere. Una creatura di 1 mese non sceglie ,viene spiattellata su fb così ,perché la madre decide di farlo vedere. Non ho parole davvero. Comunque è solo un mio pensiero. Poi liberi di fare ognuno quel che vuole. Io la mia privacy e intimità la tengo in casa mia.

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 08:42 Rispondi

      Nicole Weffort c’era un gruppo di gente chiaramente disagiata che pubblicava continue foto di bambini al seno.
      Il gruppo era aperto perché loro dovevano “moralizzare sull’importanza del latte materno”.
      Morale della favola?
      È stato hackerato.
      Oggi ce l’hanno con gli hacker.
      Nessuno però si è fermato a chiedere “cribbio ma a che serve pubblicare la foto di una tetta e di un bambino a cui sgocciola la bocca??”
      Poi però non mettiamo le foto dei bambini al parco, mi raccomando, ci sono i pedofili!

    • Yle Kiddow 1 giugno, 2016 at 08:44 Rispondi

      Certi commenti fatti da donne mi lasciano basita.
      Allattare il proprio bambino è assolutamente normale e non vedo come possa dare fastidio.
      Le persone che si sentono in diritto di giudicare una madre che allatta mi danno fastidio, le persone che si scandalizzano di una tetta e poi fanno vedere il buco del culo con gonne inguinali mi danno fastidio, ma soprattutto mi da fastidio e mi rende estremamente triste il fatto che come sempre non ci sia un briciolo di solidarietà femminile.

    • Nicole Weffort 1 giugno, 2016 at 09:50 Rispondi

      Ma io ho espresso un parere sull’allattamento in pubblico o sul.postare una foto su fb? Perché forse non è stato capito il concetto. Per me una madre può andare anche ad allattare sul palco del San Siro ,ma none pubblicarla su fb !è vergognoso !e ripeto ,se una donna vuole mostrarsi nuda che lo faccia ,ha la capacità e la possibilità di scegliere. Una creatura di 1 mese no. Lasciamoli stare sti poveri bambini,continuamente spiattellati sui social network. Ma lo capite che è pericoloso ?non è vero niente che le foto le possono vedere solo i vostri amici ! Se è in rete le possono vedere chiunque. Un minimo di protezione nei confronti dei figli almeno. E se questo mio pensiero porta a non essere solidale con altre donne chissenfrega !non me ne frega niente della soliderieta. Perché io ho la certezza che la foto di mio figlio non verrà mia presa da nessuno e nessuno la potrà mai vedere , le altre donne invece ,a cui io non do solidarietà ,non hanno la stessa certezza. Fatevi un due chiacchiere con la polizia postale….chiedete di Farvi vedere le conseguenze che alcune madri hanno subito dopo aver pubblicato una foto del figlio…sono sicura che cambierete idea. Può andare benissimo e tutto liscio ,ma può averne andare male..molto male. I bambini lasciamoli fare i bambini e lasciamo che siano loro a scegliere se essere pubblicati o no.

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 10:15 Rispondi

      Ecco Nicole Weffort su un gruppo di gente che io pressuppongo abbia qualche problema è stata pubblicata la foto di un bambino sui 2 anni e mezzo, seduto sul water, con la mamma in ginocchio davanti a lui.
      Lui teneva la tetta in mano e succhiava mentre faceva la cacca.
      La didascalia era “allattamento veramente a richiesta”.
      Ora io prima di conoscere l’utilità del selfie vorrei sapere perché bisogna allattare un bambino di 2 anni e mezzo mentre sta seduto sul wc!
      E fanno passare me per deviata!
      Roba da matti!

  9. Anita Fiumara 31 maggio, 2016 at 20:41 Rispondi

    Invece di scandalizzarsi per una cosa così naturale, la gente dovrebbe scandalizzarsi di altre cose come ad esempio di quei papponi e di quelle baldracche che abbiamo al governo e nella politica in genere

  10. Scila Pascal 31 maggio, 2016 at 21:08 Rispondi

    Io ho espresso una opinione ,vuoi allattare al ristorante io lo trovo poco carino,lo vuoi fare per me resta di catrivo gusto ,punto .avete offeso solo per una opinione manco ….ma dai le talebane qui non sono io …ma voi .

    • Marilena Zappalà 31 maggio, 2016 at 21:11 Rispondi

      No. Hai fatto molto di più. Hai scritto che vedere una seno ti fa schifo, che un bambino che ciuccia dal seno è come avere una persona davanti che rutta, hai paragonato l’allattamento a una grattata di capezzolo! Tu saresti da bannare. Mamme.it?

    • Scila Pascal 31 maggio, 2016 at 21:40 Rispondi

      Ma va…bannami se vuoi io non ho detto del bambino ma non mi piace vedere allattare mentre sto mangiando è reato…poi scusa lo hai detto tu che non è un fatto privato quindi se la signora non voleva giudizi non si postava su db

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 07:28 Rispondi

      Ma chi lo dice che non può avere allattato????
      Io per esempio sono una di quelle che non tirerebbe MAI fuori una tetta in un ristorante!
      E se mia figlia piange vado ad allattarla in macchina!
      Non c’è bisogno di mettere le tette in mostra e soprattutto non c’è bisogno di selfie per allattare!
      Esiste la discrezione e il rispetto.
      Magari a me piace mostrare le tette, ma devo rispettare chi non vuole vederle

    • Marilena Zappalà 1 giugno, 2016 at 07:49 Rispondi

      Eccone un’altra. Discrezione e rispetto non c’entrano niente in questo discorso, se allatto seduta al ristorante non sto importunando nessuno. Secondo me non ha allattato perché dire che le si blocca la digestione se vede una mamma che allatta è eccessivo … non puoi pensarlo davvero se lo hai provato.

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 08:50 Rispondi

      Marilena Zappalà anche io sono seduta al ristorante.
      Se mi sbatti le tue tette in faccia io mi lamento con i titolari.
      A quel punto o perdono il mio tavolo oppure chiedono a te discrezione.
      E da ex cameriera ti ASSICURO CHE verranno da te a chiederti di appartarti.
      Perché io non ti conosco e non voglio vedere le tue tette.

  11. Mildrey Fernandez Martinez 31 maggio, 2016 at 22:07 Rispondi

    Per me alattare e il rapporto più bello que habiamo con nostri figli ,io o una figlia di 3 mesi e sono orgogliosa di alattare dove mi trovo ,facho solo in modo di cuprirme un po’ per il resto mi preoccupa solo que mia figlia stia bene ,ei commenti ni anque li sento.

  12. Marilena Zappalà 1 giugno, 2016 at 09:33 Rispondi

    Questo merita visibilità, scritto da Anna Lisa Consagno: ”
    …mi ha provocato fastidio come mi avrebbe provocato fastidio una persona che urina per strada”

    Questa è perversione, ma non si possono bannare certe persone? Chi amministra questa pagina?

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 09:45 Rispondi

      Oddio si!!
      MI HA PROVOCATO FASTIDIO!
      E se allattare è NATURALE anche urinare lo è.
      Questo è il concetto che tu hai decontestualizzato!
      E se poi si deciderà di bannarmi perché la penso diversamente da una mamma santissima come te allora ben venga!
      Avrà vinto la tetta, ma di certo non il buonsenso!

  13. Natascia Nasci 1 giugno, 2016 at 10:18 Rispondi

    Nn sono queste le cose x cui scandalizzarsi ma siamo fuori? Allattare il proprio figlio è la cosa più naturale e normale del mondo beata a lei che lo può fare! Io sono appena diventata mamma x la seconda volta e sto combattendo xke ‘ ho poco latte! Nn ho capito una mamma come deve fare x nutrire il proprio figlio? ??? Poi i commenti più duri da parte delle donne. ….. x questo il mondo va a rotoli! !!!

  14. Sarah Petrucci 1 giugno, 2016 at 12:17 Rispondi

    io sto impazzendo nel leggere questi commenti…. ma davvero siamo messe così tanto, ma tanto male!?! 😕
    donne, mamme che si danno addosso su un argomento delicato, quanto dolce, come l’allattamento al seno.
    esibizionismo, maleducazione 😳 ma scherziamo? io non riesco proprio a capire… anzi, capisco che si tratta di cultura indotta e bigotta.. la stessa che spinge gli italiani a chiudere le tende perché altrimenti ci sarà di sicuro qualcuno che ci osserva e ci giudica… e che invece, al contrario, fa “strano” a qualsiasi madre un po’ più a nord di Aosta vedere un bimbo di pochi mesi con un biberon di LA o peggio con un ciuccio in bocca.. 🙁
    ma qui si parla tanto di rispetto.. e allora, a prescindere da quello che si ritenga giusto fare per i propri figli, dov’è il rispetto per chi fa una scelta diversa dalla nostra? abbiate rispetto delle scelte di tutti! io dei vostri ciucci che mi fanno tanta tenerezza e dei neonati col biberon per cui provo tanta compassione.. e voi per la mia tetta che siete liberissime di non guardare! 🙂

    • Filippo Maria Luisa Attolini 1 giugno, 2016 at 15:39 Rispondi

      Bellissime parole! Purtroppo viviamo un una società dove si giudica tutto e tutti con occhi e mente chiusi! Bisognerebbe cercare di essere più tolleranti verso gli altri anche se fanno scelte che noi non faremmo,non siamo tutti uguali fortunatamente e non siamo nessuno per giudicare!

  15. Marilena Zappalà 1 giugno, 2016 at 12:28 Rispondi

    Post appena pubblicato su Mamme.it: “Ho scritto un messaggio privato a Mamme.it che esplicito anche qui. Chi è d’accordo con me la esorto a fare altrettanto. Credo che con il post di ieri con la foto della mamma che allatta si sia oltrepassato il limite del buongusto. Mi riferisco a commenti inappropriati e volgari che screditano l’allattamento materno, scritti da persone con cui io personalmente non intendo più relazionarmi nemmeno a monosillabi. Non sto qui a ripeterli perchè tanto si possono leggere. Ma chiedo agli amministratori di questa pagina di prendere provvedimenti contro Scila Pascal, Anna Lisa Consagno e Nicole Weffort. Non si può scrivere che l’allattamento materno è una pratica schifosa (e altre cose impronunciabili) su una pagina per mamme e non bloccarle. Si è andato oltre l’esprimere opinioni, oltre la diatriba sul latte artificiale, oltre alla discussione su l’essere buona mamme oppure no. Qui si lede la dignità della maternità stessa e dei bambini allattati al seno. Attendo una risposta, se questa è una pagina seria. Grazie per l’attenzione”

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 12:56 Rispondi

      Salve!
      In merito alla foto della mamma che allatta, volevo dichiarare che in un paese democratico è nel mio diritto esprimere quello che penso.
      Ed è anche un mio diritto dire che io penso che non allatterò.
      Attualmente sono incinta di 7 mesi e non amo l’idea dell’allattamento a richiesta e soprattutto prolungato.
      Visto che su questa pagina mi è stato detto che sono CONTRO NATURA E VERGOGNOSA, e che non sarò una buona madre perché non voglio essere solo una tetta, e visto che so che sono stati richiesti provvedimenti contro di me, chiedo anche io provvedimenti contro la signora (nemmeno tanto) Marilena Zappalà.
      Allattare è un diritto della donna.
      Ed io voglio il diritto di poter dire che non sono sicura di volerlo fare.
      E voglio anche il diritto di poter dire che un selfie con una tetta scoperta non è utile al nutrimento di un bambino.
      Non comprendo tutto questo esibizionismo e non comprendo perché bisogna a tutti i costi moralizzare il mondo nei confronti dell’allattamento.
      Quindi visto che ci si appella alla serietà della pagina lo faccio anche io.
      E mi Appello al sacrosanto diritto, sancito anche dalla costituzione se non erro, di poter esprimere quello che penso.
      Perché io non sono meno mamma di chi allatta!

    • Martina Biondi Riikonen 1 giugno, 2016 at 13:06 Rispondi

      Marilena fino a prova contraria ognuno può esprimere la propria opinioni . Se a me allattare non piace e non voglio farlo, né ora e né mai, tu e le tue amiche non siete NESSUNO per arrogarvi il diritto di dirmi che sono una madre/donna contro natura. Nessuno, è chiaro il concetto? Puoi scrivere a chi vuoi, puoi farci bannare, ma il concetto non cambia.

    • Marilena Zappalà 1 giugno, 2016 at 13:08 Rispondi

      Mamme.it può leggere i commenti: l’allattamento (sia in pubblico che non) è stato definito uno schifo, paragonato a fare la pipi ‘ in strada in quanto naturale, allattare al ristorante a qualcuno provoca indigestione, pari ad un rutto in faccia. Il resto sono opinioni, ma esplicitare con tali termini questo disgusto è offensivo del mondo materno in toto.

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 13:14 Rispondi

      Sì Marilena Zappalà
      Mamme.it può leggere anche la parte in cui mi definisci “vergognosa”.
      Io non ho offeso te come madre, ho detto che mi fa schifo vedere un bambino di 2 anni attaccato alla tetta in un supermercato.
      E che la natura del latte umano può essere paragonata alla natura dell’urinare.
      Questo è italiano.
      Io ho DIRITTO DI non allattare e tu non sei NESSUNO PER dirmi se sarò o meno una buona madre.
      Se qualcuno deve giudicarmi quella sarà mia figlia.
      Fra 18 anni, non ora.
      Quindi se tu parli di me io parlo di te.

    • Marilena Zappalà 1 giugno, 2016 at 13:35 Rispondi

      Ah, dimenticavo che l’allattamento è stato anche paragonato a una grattata di capezzolo in pubblico per sottolinearne ancora di più il fastidio, il disgusto e la volgarità del gesto. Tutto sempre reperibile nei commenti.

    • Anna Lisa Consagno 1 giugno, 2016 at 13:56 Rispondi

      Marilena Zappalà ho già espresso alle admin quello che penso di te.
      La differenza è che io parlo dell’allattamento in quanto GESTO.
      Tu parli di me in quanto MAMMA.
      E questo non è consentito a mia madre, figuriamoci ad una illustre sconosciuta a cui non offrirei nemmeno i croccantini del mio cane.

    • Anna Lisa Consagno 2 giugno, 2016 at 07:44 Rispondi

      Esatto, Cristina Petagna
      DATEGLI DEL CIBO VERO!
      Quando leggo di decerebrate che a 15 mesi “mio figlio assaggia qualcosina a tavola, ma poi prende solo il mio seno!” le denuncerei!
      “Eh il pediatra dice che non è cresciuto tanto, ma comunque è abbastanza nella norma ed io mi fido del mio istinto”.
      Ma andate in miniera!

    • Anna Lisa Consagno 2 giugno, 2016 at 10:00 Rispondi

      Oddio.
      La parola OMS mi fa venire l’orticaria.
      Cerca su google: dieta sana e variegata per bambini dai 6 mesi in su.
      Oppure: fate mangiare i bambini.
      Oppure: piccoli disadattati crescono con la tetta in bocca.

    • Marilena Zappalà 2 giugno, 2016 at 10:08 Rispondi

      La parola Oms è l’unica a cui si dovrebbe prestare un minimo di attenzione in quanto fonte affidabile. Se non conosci i benefici del latte materno fino a 2 anni non sarò io a dirteli perché vincerei facile. Dimostri non solo disinformazione ma anche molta presunzione. Aggiornati, non per te, ma il bene dei tuoi figli.

    • Anna Lisa Consagno 2 giugno, 2016 at 10:12 Rispondi

      Io mi sono informata e non sono d’accordo.
      Immagino che tu non mangi carne rossa, quindi?
      E per i vaccini come ti regoli?
      Il tuo latte santo protegge i tuoi figli anche dalle malattie per cui bisognerebbe vaccinare?
      Tettabanesimo ed antivax camminano di pari passo o sbaglio?
      Martina Biondi Riikonen questo è campo tuo..
      Vediamo un po la fan di OMS che ci dice.

    • Marilena Zappalà 2 giugno, 2016 at 10:17 Rispondi

      Vedi quanti pregiudizi hai? Ti sbagli di grosso perché non sono vegana e nemmeno antivax. Siamo alla fiera dei luoghi comuni, ma sei seria? Tu vivi catalogando tutto nelle caselline del tuo cervello buoni Vs cattivi? Ma hai 12 anni??? Ma poi lo sai cos’è l’ Oms? No, perché mi viene il dubbio a sto punto

    • Anna Lisa Consagno 2 giugno, 2016 at 10:58 Rispondi

      Marilena Zappalà l’oms ha dichiarato che la carne rossa fa male.
      Non si tratta di essere vegani, se segui le direttive OMS non mangi carne rossa o ne mangi quantità minime.
      Se poi segui l’oms solo per il latte materno sei un poco poco a ca**i tuoi.

    • Anna Lisa Consagno 2 giugno, 2016 at 10:58 Rispondi

      Marilena Zappalà l’oms ha dichiarato che la carne rossa fa male.
      Non si tratta di essere vegani, se segui le direttive OMS non mangi carne rossa o ne mangi quantità minime.
      Se poi segui l’oms solo per il latte materno sei un poco poco a ca**i tuoi.

  16. Lilli Spagna 1 giugno, 2016 at 12:51 Rispondi

    Mamma mia !!!… Basta !!!… Ma che ha fatto di male !!!… Ha dato da mangiare al proprio figlio !!!!!!!!!…… Basta con ste cavolate di scandalo !!!…. Scandalizzatevi X altre cose !!!

  17. Simona Pavese 1 giugno, 2016 at 13:31 Rispondi

    Che palle se non allatti al seno non va bene e se invece lo fai lo devi fare di nascosto …. Ma interessatevi di cose più importanti e scandalizzatevi per altre cose … Peggiori di un capezzolo al vento ci sono donne bruciate per strada e bambini morti in mare!!!

  18. Scila Pascal 1 giugno, 2016 at 14:15 Rispondi

    Tra ieri e oggi ho scoperto che esistono 2 tipi di madri ,quelle che fanno le mamme perché naturale senza esibizionismi proprio perché lo fanno naturalmente ed è la cosa più naturale accettano vari modi di pensare senza ergersi a super donne,e quelle che ne fanno una professione come fossero dirigenti dei loro figli…questo è giusto quello no.fai così fai cosa…io dico ognuno faccia cio che vuole ,ma non offendete chi non ha la stessa opinione dire che una cosa la si trova di cattivo gusto,non è farvi arrestare….darvi delle snaturate…finitela di pensare che siete super donne solo perché date il seno fino a 2 anni ci sono mamme che lavorano dalla mattina alla sera per non far mancare nulla ,e sono mamme come voi,magari danno il biberon l amore non si misura mettendo un seno su internet.tanti auguri a tutte le mamme che lo fanno senza sentirsi eroine…

  19. Emanuela Stuard 1 giugno, 2016 at 14:37 Rispondi

    Non capisco la necessità di farsi immortalare in un momento tanto troppo immensamente intimo e postarlo su Facebook. Cioè ognuno è libero di far quel che vuole… Però se hai necessità di esporre la tua vita più intima al pubblico, poi non c’è da chiedersi perché qualcuno possa trovare di cattivo gusto tanto esibizionismo..

  20. Mamme.it 1 giugno, 2016 at 14:53 Rispondi

    Preso atto di quanto si legge, invitiamo TUTTE le utenti a moderare il linguaggio e le espressioni utilizzate, nel rispetto del diritto di ognuno a dire la propria senza venire attaccato o peggio ancora insultato. Qualora dovessero continuare a piovere commenti e insulti di varia natura, lo staff si riserva il diritto di cancellare i messaggi ritenuti più inappropriati e denigratori. Ringraziamo infine tutte le mamme che hanno voluto dare il proprio contributo in maniera civile e propositiva alla conversazione!

  21. Ema Fra 1 giugno, 2016 at 19:53 Rispondi

    Io ho avuto.la fortuna di poter allattare mio figlio.per 17 mesi. L’ho fatto ovunque senza vergogna e sinceramente non mi è mai importato il giudizio.delle.persone che potevano vedermi, convinta dell’idea che nn si è obbligati a guardare e convinta fortemente che non è una mamma che allatta che deve vergognarsi ma chi in un gesto di puro amore vede qualcosa di sgradevole.

Lascia un commento