Cistite, come curarla con rimedi naturali

La cistite è una fastidiosissima, quanto comune, infiammazione delle vie urinarie.

Colpisce molto di frequente le donne e causa dolore durante la minzione, fastidi alla zona pelvica e nei casi più gravi anche tracce di sangue nelle urine.

In questo articolo vi spiegheremo, quindi, come prevenire e curare la cistite con rimedi naturali.

L’infezione è causata da un batterio in particolare, l’escherichia coli, che si introduce nelle vie urinarie causandone l’infiammazione.

Prevenirla è molto difficile poiché le cause scatenanti possono essere diverse come ad esempio i rapporti sessuali, l’uso di contraccettivi come il diaframma, la stitichezza, la scarsa igiene intima, l’utilizzo di pantaloni troppo stretti o di tessuti sintetici ecc. Paradossalmente può essere pericoloso anche sedersi d’estate sul bagnasciuga al mare. Insomma, la cistite, è davvero un’infezione difficile da evitare.

Solitamente viene curata attraverso la somministrazione di antibiotici, ma, esistono anche rimedi al 100% naturali per curare la cistite e prevenire questa fastidiosa infezione.

Tra i rimedi più comuni c’è il cranberry, il mirtillo rosso americano con notevoli proprietà diuretiche e disinfettanti. Introducetelo nella vostra alimentazione e vi aiuterà a disinfettare le vie urinarie.

Efficacissima nella cura con rimedi naturali della cistite è l’uva orsina. Viene venduta sotto forma di compresse o di gocce in erboristeria, dopo averla presa vi sentirete subito meglio.

Dona immediato sollievo anche la malva, assumetela sotto forma di tisana.

Un rimedio sempre verde, infine, è bere molta acqua in modo da sciacquare la vescica ed eliminare batteri e infezioni. Seguite una dieta ricca di verdure e evitate bibite gassate o ricche di zuccheri che alterano il ph delle urine favorendo l’insorgenza di infezioni. Evitate anche cibi aspri o troppo piccanti.

Naturalmente i rimedi che vi abbiamo illustrato sono indicati per prevenire o per curare infezioni lievi, per infezioni più gravi e dolorose rivolgetevi al vostro medico di fiducia per un consulto. 

1 comment

Lascia un commento