"I colori delle emozioni": una favola per spiegare i sentimenti ai piccoli

i-colori-delle-emozioni

Quello delle emozioni è un argomento difficile per i bambini. Si tratta di concetti astratti, che non hanno un corrispettivo concreto nella realtà visibile e, quindi complicato da capire.

Come riconoscere la tristezza? Come gestire la rabbia? Come contenere la felicità? Sono domande a cui noi adulti a volte non sappiamo dare una risposta...figuriamoci i bambini!

Da qualche anno a questa parte insegnanti e educatrici hanno iniziato a parlarne con i bambini, fin dalla scuola dell’infanzia. Numerosi sono i laboratori per imparare a conoscere quello che si prova, esorcizzando le paure.

Anche come genitori possiamo fare qualcosa! Ad esempio, leggere con i nostri figli il bellissimo libro pop-up I colori delle emozioni di Anna Llenas.

I colori delle emozioni: "imbottigliamo" i nostri sentimenti nei giusti colori

“Che cos'ha combinato il mostro dei colori? Ha mescolato le emozioni e ora bisogna disfare il groviglio. Riuscirà a rimettere a posto l'allegria, la tristezza, la rabbia, la paura e la calma, ognuna con il proprio colore?”

Partendo dal fatto che ogni emozione possa essere associata ad un colore, l’autrice ha pensato che mescolarle tutte insieme e guidare i bambini nella delicata operazione del riordino del groviglio sia un modo per renderle riconoscibili, anche ai più piccoli.

Ecco allora che, dato che tutte insieme le emozioni non funzionano, il mostro dei colori si sveglia confuso e stralunato. Solo quando riesce a “imbottigliarle”, ognuna nel giusto colore, gli torna il buon umore! Il libro è costellato da bellissime illustrazioni, ognuna riconoscibile graficamente e con una sintetica descrizione che aiuta i piccoli lettori a capire di cosa si sta parlando.

Ma quali sono i colori delle emozioni?

Secondo Anna Llenas, il giallo è l'allegria, l'azzurro è la tristezza, il rosso è la rabbia, il nero è la paura e la calma è verde.

E allora, non resta che darsi alla lettura, per imparare insieme a riconoscere le proprie emozioni!

Lascia un commento