I compiti delle vacanze della maestra torinese Susj

compiti delle vacanze

"Pratica molto sport all'aria aperta, gioca con mamma e papà alla gara dei verbi e lavora sui tuoi punti deboli perché diventino punti di forza".

Questi sono alcuni dei compiti delle vacanze assegnati dalla maestra Susj Brotto ai suoi alunni di quarta elementare dell'istituto torinese Peyron – Re Umberto I. Per la maestra, infatti, i libri delle vacanze sono spesso considerati un peso e se i compiti assegnati non sono svolti con amore non produco frutti.

La maestra Susj e i suoi compiti delle vacanze

Secondo la maestra Susj (e anche di molti altri suoi colleghi insegnanti), uno studio eccessivamente programmato delle materie spesso è una minaccia al sapere dei bambini che è fatto di scoperta e di relazioni, non solo di compiti e di voti.

In altre parole è necessario stimolare la creatività dei bambini, partendo dalle nozioni che si apprendono a scuola ma con un approccio differente. È proprio per tale ragione che la docente di Torino ha deciso di uscire dai soliti schemi, assegnando ai suoi piccoli studenti dei compiti delle vacanze alternativi, come ad esempio:

  • praticare molto sport all'aria aperta
  • fare delle foto dei momenti più belli delle vacanze e commentarle
  • tenere un piccolo diario per trascrivere le esperienze più significative dell'estate
  • lavorare sui punti deboli affinché si trasformino in punti di forza
  • giocare alla "gara dei verbi" con mamma e papà e vedere chi vince!

compiti vacanze Susj Brotto

Compiti delle vacanze anche per mamma e papà!

L'apprendimento infatti non è un processo che riguarda esclusivamente i bambini ma anche i loro genitori che devono essere in grado di supportarli nel modo migliore. Per questo motivo, la maestra Susj ha pensato di includere anche le mamme e i papà nella sua particolare lista di compiti per le vacanze, affidando loro la lettura di alcuni testi tra cui "La scuola spiegata alle famiglie" (D. Di Marco) e "Diario di scuola " (D. Pennac). Due libri pensati per guidare gli adulti verso una presa di coscienza più consapevole del ruolo fondamentale che anch'essi occupano nel processo di apprendimento dei propri figli.

Lascia un commento