Diteci la verità: diventare mamma non è facile!

diventare mamma non è facile

Prima di aver avuto figli credevi che diventare mamma sarebbe stata una cosa meravigliosa. E lo è! E non immaginavi quanto!

Credevi anche che diventare mamma sarebbe stato facile, in qualche modo naturale e che tutto sarebbe venuto da sé.

Poi… Poi sei rimasta incinta.

Il test di gravidanza ha richiesto la tua pipì e così ha cominciato ad incrinarsi il concetto di maternità rosa e profumata che avevi.

Cresceva la pancia, e con sé la ritenzione idrica, il gonfiore delle tette, il culo e il numero delle volte in cui infilavi la testa nel wc.

Si sono susseguite visite in cui non hai fatto altro che mostrare la patata al mondo e sei infine arrivata al parto.

Che il parto sia naturale o che sia un cesareo è meraviglioso, perché nasce tuo figlio, ma no, non è né rosa né profumato.

A quel punto, però, cominci a chiederti: ma la maternità come la si vede nei film e nelle foto delle riviste, dov'è?

E mentre te lo domandi scopri che allattare è bellissimo, sì, certo, ma da quando ingrani, non certo prima, perché fino a quel momento per tante donne, te compresa, non è come quella foto su Insieme, né come quella su Io e il mio bambino, no, è dolore, è preoccupazione, è difficoltà, è sacrificio, è perseveranza e sì, a volte anche un po' splatter.

In ospedale hai i punti che tirano, magari una costola incrinata o un taglio cesareo che non ti fa dormire.

E il bambino? Il bambino piange, tu non sai che fare e hai l'umore sotto i piedi perché gli ormoni ti hanno abbattuta, in ogni senso, fisico e morale.

E tu che ti eri immaginata su una nuvoletta rosa dove saresti stata da dio presa a paciugarti la tua splendida bambina perfetta, silenziosa, dormigliona e rosea!

Ma tieni duro, perché pensi che, tanto, ora uscirete dall'ospedale e tornerete a casa tutti insieme: tu, il tuo compagno e il frutto del vostro amore, sarà meraviglioso e andrà tutto benissimo.

Poi esci, arrivi a casa ed ecco che ti senti assalire da una sensazione di panico, un "e ora che faccio?!", un senso di smarrimento ogni volta che piange e non capisci che abbia. Cos'ha?!

E i parenti, cazzo i parenti! Un'invasione unna era nulla al confronto! Citofono, telefono, campanello... E tu lì che cerchi di fare conoscenza col tuo frugoletto, che devi imparare ad allattare, che devi imparare a fare la mamma, e in cuor tuo vorresti mandare tutti fuori a pedate nel sedere, peccato che gli ormoni ti facciano sentire solo una vecchia ciabatta inerme.

E guardi quelle foto su quella rivista in salotto dove la mamma è bella, pulita, in forma e serena, e il bambino è un putto coi boccoli che dorme sornione. Tu, invece, non vedi la doccia da 3 giorni, hai una vecchia tuta macchiata addosso e tuo figlio sembra Linda Blair più che un angioletto coi boccoli.

Ma perché?!

Ma perché non ce lo dicono che la maternità sarà una cosa meravigliosa, più di qualunque cosa al mondo, che ti scoppierà il cuore di gioia, ma che no, non sarà facile?

E che noi non saremo mai come le neo mamme sulle riviste?

Diteci che sarà un casino, che piangeremo, che non sapremo che fare, che gli ormoni sono dei bastardi assassini, che il neonato potrebbe essere un incubo finché non lo conosceremo e lo capiremo e magari anche oltre, ma sì, nonostante tutto questo, essere mamme sarà la cosa più bella del mondo.

E anche se saremo zozze e macchiate e sommerse dai pannolini, prima o poi avremo quel sorriso, proprio quello delle riviste.

Giusto il sorriso, eh!

58 comments

    • Mary Ella Torto Rella 10 marzo, 2017 at 15:04 Rispondi

      Concordo, ormai diffido dalle mamme serafiche e tutte un sorriso…quelle de “il mio mondo è migliorato”…quelle che “io non grido mai con mio figlio”.
      Se è vero, allora voi vostro figlio lo vedete mezz’ora al giorno.
      E santificate babysitter e nonne.

    • Ely Liaci 10 marzo, 2017 at 15:08 Rispondi

      Condivido con voi..Io sono 19 mesi che me la vedo a tutto tutto da sola e ho allattato fino ai 13 mesi di mia figlia…vi lascio immaginare…fortunatamente ho un marito che mi è stato vicino e mi aiuta tanto ma stiamo stanchi entrambi e siamo felici così, non dovrò dire GRAZIE a nessuno e nostra figlia ce la stiamo crescendo noi e non i nonni!Però sono più stanche quelle che lavorano e li lasciano al nido e nonni eh!😅😂

    • Veronica Napolitano 10 marzo, 2017 at 15:10 Rispondi

      Pienamente d’accordo…. Mi dicevano(mia sorella soprattutto ) la gravidanza è bellissima…. Io mi sentivo in colpa xke non la vedevo così bella anzi tutt altro…. Poi con la nascita e gli ormoni in subbuglio non è stato x nulla facile… Ho avuto l’aiuto di mia madre x poco perché mio padre si ammalò… Quindi è stata non dura di più

    • Ely Liaci 10 marzo, 2017 at 15:12 Rispondi

      Io ho avuto la mastite 3 volte con febbre a 40 e dovevo cambiare, lavare ed allattare mia figlia..Nessun aiuto ….Appena ha iniziato a camminare (1 anno)è stata la fine..Non riesco nemmeno a mangiare e cucinare!

    • Graziella Gemellaro 10 marzo, 2017 at 15:14 Rispondi

      Brava Ely Liaci, la penso come te e anche io idem niente aiuti da nessuno e io e mio marito non dobbiamo dire grazie a nessuno perché ce li stiamo crescendo noi…non voglio fare polemiche ma chi lavora e lascia i bambini a nonni e nido non hanno idea di cosa significa crescere i bambini soli 24 ore su 24…ma vabbe’ fortunate chi ce l’ha l’aiuto :-)

    • Ely Liaci 10 marzo, 2017 at 15:16 Rispondi

      Bravissima GraziellaGemellaro…Io mi sono sentita dire..Lavora e porta avanti la famiglia!!!È più faticoso!!!Non credo Proprio!Stare a casa 24 su 24 con loro è molto più faticoso di quanto possano immaginare.

    • Mary Ella Torto Rella 10 marzo, 2017 at 15:04 Rispondi

      Concordo, ormai diffido dalle mamme serafiche e tutte un sorriso…quelle de “il mio mondo è migliorato”…quelle che “io non grido mai con mio figlio”.
      Se è vero, allora voi vostro figlio lo vedete mezz’ora al giorno.
      E santificate babysitter e nonne.

    • Ely Liaci 10 marzo, 2017 at 15:08 Rispondi

      Condivido con voi..Io sono 19 mesi che me la vedo a tutto tutto da sola e ho allattato fino ai 13 mesi di mia figlia…vi lascio immaginare…fortunatamente ho un marito che mi è stato vicino e mi aiuta tanto ma stiamo stanchi entrambi e siamo felici così, non dovrò dire GRAZIE a nessuno e nostra figlia ce la stiamo crescendo noi e non i nonni!Però sono più stanche quelle che lavorano e li lasciano al nido e nonni eh!😅😂

    • Veronica Napolitano 10 marzo, 2017 at 15:10 Rispondi

      Pienamente d’accordo…. Mi dicevano(mia sorella soprattutto ) la gravidanza è bellissima…. Io mi sentivo in colpa xke non la vedevo così bella anzi tutt altro…. Poi con la nascita e gli ormoni in subbuglio non è stato x nulla facile… Ho avuto l’aiuto di mia madre x poco perché mio padre si ammalò… Quindi è stata non dura di più

    • Ely Liaci 10 marzo, 2017 at 15:12 Rispondi

      Io ho avuto la mastite 3 volte con febbre a 40 e dovevo cambiare, lavare ed allattare mia figlia..Nessun aiuto ….Appena ha iniziato a camminare (1 anno)è stata la fine..Non riesco nemmeno a mangiare e cucinare!

    • Graziella Gemellaro 10 marzo, 2017 at 15:14 Rispondi

      Brava Ely Liaci, la penso come te e anche io idem niente aiuti da nessuno e io e mio marito non dobbiamo dire grazie a nessuno perché ce li stiamo crescendo noi…non voglio fare polemiche ma chi lavora e lascia i bambini a nonni e nido non hanno idea di cosa significa crescere i bambini soli 24 ore su 24…ma vabbe’ fortunate chi ce l’ha l’aiuto :-)

    • Ely Liaci 10 marzo, 2017 at 15:16 Rispondi

      Bravissima GraziellaGemellaro…Io mi sono sentita dire..Lavora e porta avanti la famiglia!!!È più faticoso!!!Non credo Proprio!Stare a casa 24 su 24 con loro è molto più faticoso di quanto possano immaginare.

    • Ely Liaci 10 marzo, 2017 at 15:30 Rispondi

      Ahahhaha Elisa Domante no dai…altrimenti adesso partono le polemiche 😜 Però poi ti chiedono perché ne vuoi una e basta di figlia?Grazie al c… se ve li crescono gli altri ne possono fare pure 10,tanto li vedono quando dormono (forse😂)

    • Graziella Gemellaro 10 marzo, 2017 at 15:33 Rispondi

      Noi la famiglia la portiamo avanti,i nostri mariti economicamente e noi su’ tutto il resto quindi non abbiamo niente di meno di quelle che lavorano e in più i nostri bambini ce li cresciamo noi…ripeto non è una polemica la mia e non ne voglio creare ma ognuno ha il suo compito c’è chi lavora e ha l’aiuto sempre di qualcuno e c’è chi come noi si dedica completamente a casa e figli :-)

    • Serena Florio 10 marzo, 2017 at 15:49 Rispondi

      Concordo ragazze……io ho un bimbo di 19mesi e una di 4 mesi……siamo solo io e mio marito!!!!!è molto dura…….siamo stanchissimo……ma un giorno tutto questo ci mancherà e come dite voi nn dobbiamo dire grazie proprio a nessuno!!!!💪💪

    • Martina Gambelunghe 10 marzo, 2017 at 19:23 Rispondi

      Ragazze,non volete alzare le polemiche ma nei vostri commenti c’è un po’ di stizza per le mamme lavoratrici,ci son mamme che per forza di cose devono lavorare,non per questo dedicano meno tempo ai proprio figli,ci sono mamme che hanno la fortuna di avere l ‘appoggio di nonni non invadenti e disponibili a dare una mano in caso di bisogno,non ci sono mai mamme perfette perche mamme h24 e non ci son mai mamme perfette perchè lavorano e mandano avanti la famiglia,ogni mamma è perfetta come è,e stanca proprio come tutte le altre mamme!e quindi w le mamme e basta!

    • Graziella Gemellaro 10 marzo, 2017 at 19:30 Rispondi

      Martina Gambelunghe io lo detto già a priori che non volevo fare polemica e cmq mi riferivo a quelle che dicono che le casalinghe abbiamo meno lavoro e siamo meno stanche,non era una critica alle mamme che lavorano!! È normale che noi casalinghe dedichiamo più tempo ai nostri figli e stare dietro a loro tutto il giorno soprattutto quando sono piccoli è molto stancante e quando non si ha la mamma o la suocera che ti aiuta…ma non volevo sminuire le mamme che lavorano assolutamente quindi come hai detto tu viva tutte le mamme..

    • MenaeSaverio Derosasica 10 marzo, 2017 at 22:44 Rispondi

      Ma xke fare queste discriminazioni? Chi lavora quando rientra non cucina? Non stira? Non pulisce casa? Non si occupa dei figli? È faticoso stare dietro casa e bimbi ma è altrettanto faticoso lasciare un figlio per andare a lavoro e la sera e nei weekand fare la moglie la casalinga e la mamma. Non giudichiamo chi fa di più chi meno chi fa meglio o chi fa peggio… siamo mamme siamo donne ma come al solito sappiamo solo puntare il dito e giudicare. .. tra donne l empatia è ahimè un utopia

    • Alessia Ghedin 11 marzo, 2017 at 00:00 Rispondi

      MenaeSaverio Derosasica ti do ragione…io ho lavorato con la prima figlia e incinta della seconda ho perso il lavoro…lavoravo ma facevo tutto lo stesso e senza aiuto, i nonni lavorano purtroppo. Ora sono a casa e la mia bimba ha 15 mesi, me le gestisco entrambe tra scuola parco compiti nanne latte gioco pranzo e cena , il mio compagno lavora anche 13 ore al giorno per mantenere la famiglia e sinceramente non sono poi così stanca, oggi oltre alle mie ho tenuto doposcuola altre 2 bimbe…ho visto la differenza tra lavorare con figli e non lavorare con figli e l’unica cosa diversa è che a casa ti godi molto di più il tempo con i figli perchè mentre la piccola dorme riesco a fare molte cose, a volte anche mezzo riposino mentre quando si lavora e si torna a casa va fatto tutto lo stesso…quindi complimenti a chi lavora e riesce a gestire tutto

    • MenaeSaverio Derosasica 11 marzo, 2017 at 06:32 Rispondi

      Alessia Ghedin uguale lavorato con il primo è con il secondo che ha ora solo 22giorni ho perso il lavoro che ero incinta di 2mesi. Io credo che ci si stanca tanto in entrambi i casi sono stress e stanchezza semplicemente diverse…Ma ugualmente che logoranti..Ma noi mamme lavoratrici o noi mamme casalinghe vogliamo bene un po di più che forse è meglio

    • Graziella Gemellaro 11 marzo, 2017 at 15:05 Rispondi

      Alessia Ghedin beata te che non sei stanca!!io ho due pesti che mi smontano casa e devo stare sempre dietro a loro e la sera vado a letto tardi per finire le faccende quindi come fai a dire che non c’è la stanchezza…cmq visto così è soggettivo allora perché io la sera crollo nemmeno la tv riesco a guardare

    • Graziella Gemellaro 11 marzo, 2017 at 15:07 Rispondi

      E cmq qui era riferito a chi ha la comodita di avere sempre mamma e suocera a disposizione e che essendo casalinghe i bambini ce l’abbiamo noi tutto il giorno tutto qui, non c’era nessuna discriminazione

    • Ely Liaci 11 marzo, 2017 at 15:34 Rispondi

      Graziella Gemellaro condivido con te.Chi non è stanca credo abbia bimbi che dove li mettono Stanno,nn vedo altre soluzioni.La mia è un pericolo pubblico!E cmq qui si parlava degli aiuti. Conosco gente che pur non lavorando li smercia ai nonni, quindi….!!!

  1. Manuela Francesca Agus 10 marzo, 2017 at 15:44 Rispondi

    Ho passato una gravidanza fantastica, il parto è stato bellissimo…gli incubi sono iniziati a casa, no per il pupo, che ho sempre gestito benissimo insieme a tutto il resto, quanto le persone che ti circondano che iniziano a stressarti con consigli non richieste e rotture di p…. Su quanto poppa perché non dai la formula e non si cambia così, perché non usi il bavaglino durante le poppate? Perché dorme a letto con voi? Ecco la mia difficoltà del diventare mamma, gestire le gente era impossibile

    • Valentina Campisi 10 marzo, 2017 at 16:15 Rispondi

      Stessa mia situazione, i primi due mesi un incubo in tutti i sensi, a volte dopo che finalmente la sera andavano via tutti, il mio compagno mi trovava in lacrime, perché avrei voluto mandare a quel paese tutti, i punti del cesareo che tiravano e mia figlia con le coliche, adesso che ha quasi 5 mesi, ho un po’ più di respiro, ma la gente quella è rimasta impossibile!

    • Manuela Francesca Agus 11 marzo, 2017 at 09:32 Rispondi

      Valentina Campisi mio figlio tra 3 mesi farà due anni e la situazione è sempre la stessa, ogni persona che entra si sente in diritto di sputare sentenze. È un anno e più che il pomeriggio esco tutti i giorni proprio per non vedere e sentire nessuno

      • Corina 14 marzo, 2018 at 20:54

        Ma perché non gli mandi a quel paese ? Io ho già messo in chiaro che non voglio che nessuno mi rompa le p….! Ognuno fa le cose a modo suo .

    • Anglide Ithil Quessir 13 marzo, 2017 at 21:53 Rispondi

      Ma io nn capisco. Vi giuro, nn ho nessuna intenzione di giudicare perché è vero che una donna è stressata da mille cose….ma…che cazz ve ne fott della gente? Delle zie, dei suoceri, dei genitori?… Cioè verba volant e vafanculo manet😜

  2. Hasna Berkhli 10 marzo, 2017 at 16:37 Rispondi

    Ho 2 bimbi di 3 e 1 anno, entrambe le gravidanze sono state meravigliose, ho avuto 2 cesarei abbastanza tranquilli.
    Il primo era un angioletto dormiva giorno e notte il secondo invece non dormiva mai tantomeno la notte fino al 10 mese.
    Però posso dire che sono state esperienze fantastiche!!

  3. Francesca Repetto 10 marzo, 2017 at 18:07 Rispondi

    Sinceramente non ho mai pensato fosse tutto rosa e fiori ! Insomma la vita non lo è mai , ma tutto si può affrontare ,vivere d superare . Diventare mamma non è facile certamente , ma è meraviglioso ! ed entrambe le cose sono fin dal primo istante !

  4. Lina Belluomo 10 marzo, 2017 at 18:35 Rispondi

    Dopo aver passato 11 anni a cercare di diventare mamma con tutte le difficoltà affrontate diventarlo è stato un miracolo ,quindi non capisco chi si lamenta si pensi a tutte quelle donne che darebbero di tutto per avere quelle che voi chiamate difficoltà

    • Martina Gambelunghe 10 marzo, 2017 at 19:25 Rispondi

      Lina è ovvio che ogni madre è grata di esserlo,questo post è un modo divertente di vedere il lato più scomodo della maternità,quello che porta stanchezza,a volte esasperazione,ma nonostante ciò immensa gratitudine per l’enorme regalo di essere mamme!non credo volessero offendere nessuno!

    • Lina Belluomo 10 marzo, 2017 at 19:55 Rispondi

      Ciao Martina non mi sono offesa lo so che ci sono difficoltà nel crescere un figlio ma so anche cosa significa desiderato ,ringraziando Dio adesso so cosa significa essere mamma ma mi immedesimo in quelle donne che stanno ancora combattendo e non mi sembra giusto lamentarsi per delle sciocchezze Ciao Martina grazie per avermi risposto 😘

  5. Claudia Esposito 10 marzo, 2017 at 22:33 Rispondi

    i miei bim,bi spesso si lamentano di non divertirsi di non andare da nessuna parte e allora nn è facile mi sn messa all’opera e ho scoperto un sito che ha cambiato la mia vita tutte le risp alle mie domande su dove portarli e cosa fare con loro per passare tempo insieme http://mykidadvisor.com/ lo consiglio a chiunque

  6. Glieglie Giuseppe Anna Maria 11 marzo, 2017 at 01:54 Rispondi

    non è per niente facile e nemmeno il dopo sarà facile,avere e crescere un figlio non è facile io ho avuto mio figlio a 21 anni la più brutta gravidanza che potesse esistere ho avuto tutti i problemi possibili e immaginabili ma ringraziando dio è nato da parto cesareo 2.650’kg d’amore <3 e dopo sono iniziati il rigurgito e le notti in sonne la diarrea avuta x 2 anni mezzo povero cucciolo ma ringraziando Dio passata anche questa tutte le settimane asma ,febbre,bronchite giuro in un mese 4 volte e anche in questo istante ha 5 anni ed è ancora con febbre e vomito… non è facile e nemmeno raccontarlo brevemente e elencare al di fuori di questo ciò che abbiamo passato tra ospedali ecc.. molte volte ho pianto ero e sono stanca ma lui è mio figlio ed io nonstante tutto nn lo cambierei x nulla al mondo lo amo da morire

Lascia un commento