"Due pony gli hanno salvato la vita": storia del piccolo Matrix

matrix-eklund

Che l’ippoterapia sia un vero e proprio toccasana per migliorare le condizioni di salute dei bambini con disabilità è un dato di fatto assodato.

A ulteriore conferma della validità di questa tecnica riabilitativa arriva la storia del piccolo Matrix, nato con la cosiddetta patologia TAR (Trombocitopenia con assenza di radio), la quale inibisce la crescita sia degli arti inferiori che di quelli superiori.

Questo grave disturbo, lo ricordiamo, non consente al bambino di camminare a lungo e gli causa seri problemi di equilibrio. Il piccolo Matrix ha fino ad ora avuto una vita piuttosto complicata: ha subito 4 delicati interventi chirurgici e, al momento, è in attesa del quinto, finalizzato a correggere l’angolazione delle gambe.

Proprio per questo motivo la famiglia ha deciso di regalare al piccolo due pony, di nome Bert e Erni, allo scopo di trasformarli in animali da servizio”.

"Grazie ai suoi amici Matrix raggiunge ogni giorno nuovi traguardi"

 “Da quando ci sono loro – ha raccontato nonna Frankie- , il bambino è diventato molto più sicuro di sé e raggiunge ogni giorno una nuova autonomia”. 

Lascia un commento