Far smettere di piangere il neonato: il metodo infallibile!

piangere

Ci sono poche cose più scoraggianti del nostro neonato che non smette di piangere: le abbiamo provate tutte e lui non si calma. Siete in questa situazione? E allora vi suggeriamo di vedere il video del pediatra americano Hamilton, che sembra aver trovato la soluzione ad un problema che attanaglia tutte le mamme e tutti i papà.

Perché se il bimbo sta bene, ha mangiato, è pulito, ma continua a piangere, potrebbe aver bisogno di una coccola o di un movimento per ninnarlo in maniera particolare.

E così questo dottore ha creato un video tutorial che ha già superato le 5 milioni di visualizzazioni e che insegna una manovra speciale.

Il metodo

Per prima cosa bisogna delicatamente incrociare le braccia del piccolino sul suo petto, prenderlo tenendolo con una mano sola davanti alle braccia e un’altra tra le sue gambette. A questo punto fatelo oscillare un po’ a destra e un po’ a sinistra un po’ in avanti  e un po’ indietro.

Insomma il metodo è davvero semplice: e a vedere le reazioni dei piccoli nel video anche efficace! Infatti anche neonati che stanno piangendo disperatamente improvvisamente smettono e si calmano, con una faccetta stupita, come se nemmeno questi riuscissero a capire cosa stia succedendo.

Si tratta senza dubbio di un metodo da provare: e già che parliamo di pianto, non dimentichiamo una cosa davvero importante.

Il significato del pianto del neonato

I neonati non sanno parlare: l’unico modo che hanno per attirare la vostra attenzione è il pianto. Si tratta senza dubbio di un pianto che va interpretato: può essere un pianto di fame, il fastidio di un piccolo che deve essere cambiato, una colica. Oppure, semplicemente vi dice che ha bisogno di farsi coccolare.

Non esistono neonati viziati: e in nessuno caso, prendendo in braccio vostro figlio per farlo smettere di piangere, correte questo rischio.

A chi dice che i bimbi vanno lasciati piangere, per Natale regalate una bella clava: s’intonerà alla perfezione alla loro cultura da età della pietra.

5 comments

Lascia un commento