Gruppo Brazzale, baby bonus da 1.500 euro ai neo genitori

gruppo brazzale baby bonus da 1500 euro

Il Gruppo Brazzale di Vicenza, che si occupa della vendita del burro e di altri prodotti caseari ed alimentari, ha stabilito un baby bonus da 1.500 euro per i dipendenti che diventano genitori. L'azienda vanta 550 lavoratori sparsi in Italia ed in Repubblica Ceca, ed il bonus sarà attivo da marzo.

Gruppo Brazzale: come usufruire del baby bonus?

Per accedere al baby bonus i requisiti sono piuttosto semplici: bisogna lavorare nell'azienda da almeno 2 anni. Il bonus è fruibile da parte di tutti i dipendenti che lavorano nello stabilimento di Zanè, a Litovel e presso la catena La Formaggeria Gran Moravia in Repubblica Ceca. Maturando un altro anno di lavoro, sarà possibile richiedere in futuro altri baby bonus se dovessero arrivare altre cicogne, o in caso di adozione.

Le motivazioni dell'iniziativa del Gruppo Brazzale

Roberto Brazzale, presidente del gruppo, ha spiegato che quest'iniziativa è finalizzata non solo a dare un supporto concreto ai neogenitori, ma soprattutto a far comprendere ai dipendenti che vengono trattati come persone e non come automi. Del resto un lavoratore felice è un lavoratore migliore, una massima che il Gruppo Brazzale ha fatto propria dimostrando il volto umano dell'azienda.

4 comments

  1. Barbara D'Angelo 7 marzo, 2017 at 14:07 Rispondi

    l’aiuto concreto non è solo economico. avevo una piccola azienda di una ventina di dipendenti, io e la mia impiegata siamo rimaste incinte nello stesso periodo, io avrei potuto tranquillamente lavorare da casa ma lei avrebbe avuto le difficoltà che tutti conosciamo avendo inoltre già un altro bimbo di 2 anni avrebbe probabilmente scelto di stare a casa piuttosto che lavorare x pagare il nido x poter lavorare. ho creato a mie spese un nido in azienda, ho assunto una baby sitter che teneva tutti e tre i bimbi nella stanza a fianco al nostro ufficio, le bimbe sono state allattate a richiesta e abbiamo lavorato in tranquillità!

Lascia un commento