I falsi miti dell'allattamento, se li conosci non ci credi

Bevi birra che fa tanto latte!!!

Quante volte le mamme si sentono ripetere, da improvvisate consulenti non richieste, frasi prive di fondamento come questa? Tantissime e le poverine, frastornate dal parto, dall'avvio dell'allattamento, dal cambiamento repentino della propria vita, finiscono per credere che, se non stimolato con intrugli e magiche pozioni, il loro latte si prosciugherà come una pozzanghera al sole.

Questo è, infatti, soltanto uno dei falsi miti inerenti l'allattamento al seno, dovuti a ignoranza, falsa propaganda e tanta, tantissima disinformazione.

Non c'è niente, oltre alla suzione stessa del bambino, che aumenti la produzione del latte.

Bere birra non solo non serve a nulla, ma l'assunzione di una dose eccessiva di alcolici è dannosa durante l'allattamento.

Integratori vari, venduti anche nelle farmacie, hanno solo un effetto placebo.

Bere molta acqua, invece, dovrebbe essere la norma in ogni caso, non solo durante l'allattamento. Questo però non serve per aumentare la quantità di latte, infatti, anche in questo caso, non ci sono evidenze scientifiche che ne dimostrino l'effettiva utilità; ne è prova il fatto che anche donne che vivono in luoghi dove l'acqua scarseggia sono perfettamente in grado di allattare.

Un'altra perla di saggezza vuole che il consumo di un certo quantitativo di succhi di frutta aiuti la produzione di latte. Falso anche questo. Falso e nocivo perché nei succhi industriali sono presenti zuccheri aggiunti che non sono sicuramente salutari, oltre a una serie di conservanti che di naturale hanno ben poco.

Si capisce come le mamme inesperte entrino facilmente in confusione e cedano, sentendosi inadeguate, al latte artificiale senza averne effettivamente bisogno.

Ogni donna sana produce il giusto quantitativo di latte necessario per il fabbisogno del proprio bambino.

Frasi e consigli, anche divertenti, sono stati raccolti nello stupidario dell'allattamento, un'occasione per farsi due risate anche mentre si allatta.

Lascia un commento