Letture sotto l'ombrellone, non solo romanzi rosa

Andare in vacanza significa relax, tempo libero e possibilità di leggere qualche libro, in qualsiasi formato, elettronico o cartaceo. Certo, non c'è tablet o e-book che tenga in confronto al delicato fruscio delle pagine porose e del profumo dell'inchiostro, ma non possiamo ignorare le nuove tecnologie che rendono sicuramente la vita più comoda.

Ritornando al nostro tempo libero, circola un pregiudizio sulle letture estive, quelle cosiddette "sotto l'ombrellone" (che poi se siamo sdraiati sui pascoli in alta montagna va bene lo stesso) che, per antonomasia, sono definite come letture facili, spesso prive di contenuto. Ma è vero che le letture vacanziere si limitano a romanzi rosa ambientati in Cornovaglia o storie d'amore struggenti e stereotipate che sbocciano, manco a dirlo, tutte nel deserto davanti a una tazza di the? Assolutamente no!

Certo, se ci stiamo crogiolando sotto il solleone, difficilmente leggeremo gli appunti di ingegneria aeronautica di Gianni Caproni, ma ci sono tante bellissime letture, semplici e coinvolgenti, che ci potranno lasciare il gusto di un contenuto pregno di significato. Vediamone qualcuna.

Se siamo in dolce attesa godiamoci la lettura adesso perché poi i libri li scorderemo per un bel pezzo. Possiamo dedicare le nostre letture alla collana de Il leone verde. In questa splendida collana si possono trovare tanti libri tematici come "Il parto in casa" di Elisabetta Malvagna, che parla appunto di come oggi si possa partorire in casa in modo naturale e sicuro. Per le future mamme green ecco "Pannolini lavabili" di Giorgia Cozza. Della stessa autrice andrebbe assolutamente letto "Bebè a costo zero", un eccellente vademecum per non cedere alle sirene degli accessori per bambini inutili.

Un'altra lettura da non perdere è "La sculacciata" di Olivier Maier, un'interessante riflessione sul perché sia meglio non educare i bambini alla sculacciata. Ma non solo, in questa collana si possono trovare tantissimi titoli utili alle future mamme, alle neomamme, ai papà.

Se poi invece si volesse una lettura classica evergreen, come non portare sotto l'ombrellone "Cent'anni di solitudine" del Nobel Gabriel García Marquez? La storia della famiglia Buendía è un cult, icona dell'America latina, una storia intrisa di magia e colori. Per chi ama qualcosa di più scorrevole, "Io uccido" del recentemente scomparso Faletti.

Lascia un commento