Mangiare fuori casa con i bambini: tutti i consigli

mangiare fuori casa bambini

In vacanza si ha più voglia di fare strappi alla regola, anche sull'alimentazione.

Più gelati per tutti, mangiate all’aria aperta, aperitivi nemici delle calorie. Lo street food è la nuova moda: si mangia in strada ciò che offre la città, in totale libertà e con quel piacevole senso di novità che porta spensieratezza, anche per le famiglie.

Mangiare fuori casa: attenzione ai bambini

Per quanto bello, attenzione a una cosa: con un bambino non si può sgarrare con l’alimentazione.

A prescindere dalla sua età, ha bisogno di mangiare a orari regolari, di non saltare pasti, di consumare piatti nel pieno rispetto dell’igiene.

Una mamma deve sapere che suo figlio dovrà mangiare insieme a lei, in giro per le piazze o in spiaggia, ma dovrà pensare che non tutti i cibi fuori casa sono perfetti e adatti all’età del figlio.

Cibi adatti per mangiare fuori casa

Durante lo svezzamento, è ovvio che il bambino non potrà assaggiare quello che mangiano gli adulti in giro. Anche se i bambini sono più grandi, dai 2 ai 3 anni, per quanto lo street food non sia dannoso, è sempre meglio che una mamma sia organizzata con il cibo per suo figlio.

In giro bisogna avere sempre una borsa termica per il bambino: se si è in auto va bene anche tenerla al fresco senza portarla con sé per ogni passeggiata. Dentro ci devono essere dei cibi salva vita, ideali per ogni pasto: crackers secchi, pancarrè, grissini. Vanno bene anche i formaggini da spalmare che piacciono tanto ai bambini, frutta tritata o in pezzi, yogurt. Per i cibi che devono essere conservati in frigo, bisogna consumarli entro due/tre ore; per quelli secchi come biscotti o pane non ci sono problemi: possono stare nella borsa termica per più tempo.

Questo non significa che i bambini non possano condividere con gli adulti nuovi sapori. Per esempio una mamma che compra le polpette di patate può darle al figlio togliendo la parte impanata che è fritta, ma può fare assaggiare tutto il composto all’interno fatto di purea. 

Lascia un commento