Palestra? No, grazie. Vado al lavoro in bici!

25avr0198rf

Le mamme lo sanno: niente scarseggia più del tempo, quando si hanno bambini in casa. Dunque, di necessità virtù: il tempo bisogna inventarselo. O meglio mettere a frutto anche quegli attimi che più ci sembrano “morti” : uno di questi è il tempo impiegato per andare al lavoro che, con un po’ di organizzazione, possiamo trasformarlo e farlo diventare un piccolo esercizio di benessere e salute quotidiana.

Se avete la fortuna di poter raggiungere il posto di lavoro con la bici, non avrete che da guadagnarne: infatti, volete mettere con concedersi due momenti (andata e ritorno) al giorno per svagarsi, fare moto e snervarsi dalle tensioni della giornata?
Inoltre, sarete più sicure di raggiungere i risultati rispetto che andare in palestra: iscriversi in palestra vuol dire avere tempo e voglia di caricarsi di un nuovo impegno, supplementare alla famiglia, alla casa e al lavoro. Andare al lavoro è un percorso che non aggiunge alcun dovere in più e nemmeno richiede di sacrificare il proprio tempo libero per andare in palestra. Dunque, sarete più motivate nel raggiungere l’obiettivo finale.
Inoltre, un importante studio condotto da Takemi Sugiyama e pubblicato dall’American Journal of Preventive Medicine ha dimostrato che recarsi al lavoro in bicicletta sarebbe un vero e proprio toccasana: mettendo a confronto l’aumento di peso corporeo di chi regolarmente  si reca al lavoro in bicicletta e chi frequenta la palestra, la ricerca ha dimostrato che chi si muove in bicicletta tende a mettere su peso in maniera minore, rispetto agli altri.

Dunque, muoversi in bicicletta sarebbe la soluzione migliore: salutare, ecologico – perché no – economico.
E cosa c’è di meglio di incominciare una lunga giornata di lavoro concedendosi una piacevole e liberatoria pedalata?

1 comment

Lascia un commento